ITF: Bene la Gryma, Oudin rivede la luce

di - 4 Maggio 2012


(Anastasia Grymalska – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

GRYMALSKA SBANCA SAN SEVERO, RESURREZIONE OUDIN A CHARLOTTESVILLE

Ultima settimana di aprile nel circuito Itf nel segno delle vittorie delle “solite note” e di qualche sorpresa inattesa.
Ancora grande Italia con Anastasia Grymalska che si avvicina alla doppia cifra vincendo il torneo azzurro di San Severo, ma è dagli U.S.A. che arriva la notizia chiave delle settimana con l’atteso ritorno al successo nel torneo di Charlottesville della scommessa a stelle e strisce per eccellenza, la giovane Melanie Oudin, in crisi nera da oltre un anno.
Tra le altre vincitrici si conferma la polacca Zaniewska, al terzo centro dell’anno a Tunisi e la bielorussa Mylevskaya che a sorpresa sgambetta nuovamente in finale la favorita top 100 Yakimova bissando il successo a Vic.
La venezuelana Perez non sbaglia nel torneo di casa di Caracas, mentre firmano i colpacci della settimana la 16enne russa Kulichkova e la 19enne ceca Machalkova, al loro primo trionfo in carriera rispettivamente ad Antalya e Rethymno.

San Severo (10.000$ Italia): Nono titolo in carriera per la 21enne azzurra Anastasia Grymalska che fa suo l’Itf di San Severo, terra rossa, confermando un buon momento di forma generale delle nostre atlete impegnate settimanalmente nel circuito cadetto.
Dopo la vittoria a Mallorca arriva così un nuovo acuto per la Grymalska, fresca di best ranking alla piazza 297 Wta, in un torneo che lei ha gestito con relativa sicurezza da prima testa di serie. Dopo la bicicletta rifilata nel derby d’esordio alla Burrone, Anastasya si è sbarazzata in due parziali della Sasnovich (vincitrice a Pomezia) e in tre della Pillot(5) nel confronto tutto italiano dei quarti di finale. In semifinale pratica più agevole con la serba Mrcic(6), ko 61 63, prima della conclusione vincente in finale con la terza favorita francese Myrtille Georges, superata in rimonta 46 61 61. Alla Grymalska va anche il titolo di doppio vinto in coppia con Teodora Mrcic.
Le altre azzurre: Ottimo torneo per l’azzurre Claudia Giovine, che viene beffata in semi dalla Georges 76 al terzo set, bene anche Carolina Pillot ko ai quarti. Costanza Mecchi, Chiara Mendo e la giovanissima Jasmine Paolini (classe 1996) lasciano agli ottavi, bocciate invece al primo round Brescia, Natali, Mastellone, Zanchetta, Cucca, Sussarello, Stefanelli, Zucchini(4), Gisonna, Albano e Burrone.

Charlottesville (50.000$ U.S.A.): Ritrova il sorriso dopo un lungo periodo di crisi di risultati la giovane promessa americana Melanie Oudin nell’Itf di casa di Charlottesville, il torneo di punta della settimana.
Autentica rivelazione degli Us Open 2009, quando appena 18enne e alla sua seconda apparizione raggiunse i quarti di finale, la Oudin sembrava destinata a una rapidissima ascesa nell’Olimpo delle migliori tenniste in classifica, prima di incappare in un’ interminabile scia di sconfitte e risultati insoddisfacenti che l’hanno fatta inevitabilmente sprofondare in due anni da numero 31 a numero 370 del ranking Wta. Prova quindi a ripartire da questo torneo la promettente Oudin (classe 1991) che l’ha vista rinascere e tornare competitiva aggiudicandosi la coppa in un infuocato derby di finale con un’altro talento made in U.S.A., Irina Falconi, piegata in tre set 76 36 61.
Per la Oudin, che in carriera può vantare successi con Sharapova, Schiavone, Dementieva e Petrova, si tratta del quarto centro in carriera (tutti di categoria 50k). L’ultimo trionfo della baby promessa americana era targato 2009 quando si impose a Indian Harbour Beach. Tra le italiane Camila Giorgi esce di scena al secondo turno proprio per mano della Oudin (64 64). Nessun’altra azzurra risultava iscritta nel torneo statunitense.

Tunis (25.000$ Tunisia): Ancora un sigillo per la rivelazione polacca Sandra Zaniewska in questo fulminante avvio di stagione. Dopo le splendide imprese messe a segno a Ipswich e Bundaberg arriva un altro trionfo per la sorprendente atleta classe ’92 che si porta a casa anche l’Itf su terra di Tunisi conquistando così il suo terzo titolo della carriera. Settimana brilante per la quinta testa di serie polacca che arriva con carattere sino alla finale dove in tre parziali regola la portabandiera locale Ons Jabeur (classe ’94) 64 46 62.
Prestazioni incolori per le azzurre con la Burnett(6) fuori all’esordio per mano della Jabeur 62 16 75 (mancato match point) e la Floris(4) sorpresa al primo turno dalla qualificata russa Shamayko 64 62.

Caracas (25.000 Venezuela): Fa buona guardia nel torneo casalingo di Caracas la venezuelana Adriana Perez, 19 anni e numero 369 al mondo, vincitrice del torneo pur non essendo compresa tra le prime otto teste di serie.
Vittoria meritata per la Perez che ha demolito ben quattro favorite alla vittoria finale completando l’opera in finale con la brasiliana Teliana Pereira, messa la tappeto in due rapidissimi parziali 61 61.
Quinto successo complessivo per la giovane tennista di Anzoategui, già vincitrice qui in altre tre occasioni.
Italiane ancora in ombra con la Mair brava a qualificarsi e superare almeno un turno e la Rafful asfaltata dalla Ellie all’esordio.

Vic (10.000$ Spagna): Bis spagnolo per la sorprendente bielorussa Ksenia Mylevskaya, già vincitrice nel torneo di Les Franqueses del Valles sette giorni fa e autrice anche questa settimana di un altro colpaccio sempre ai danni della favorita connazionale Anastasia Yakimova(1).
Dopo il clamoroso epilogo della finale di Les Franqueses, terminata con il successo contro pronostico della Mylevskaya, la Yakimova ha cercato questa settimana di prendersi una più che scontata rivincita ripresentandosi nella finale del torneo di Vic (terra rossa) proprio la semi sconosciuta connazionale. Ma a conferma che il risultato della passata finale non è stato solo un caso fortuito ecco arrivare un nuovo incredibile successo per la numero 609 Wta che sgambetta la top 100 Yakimova, costretta ad arrendersi nettamente 64 62.
Per la Mylevskaya si tratta del secondo titolo stagionale, il quinto in carriera.
Giulia Gatto Monticone(2), migliore fra le azzurre, è out ai quarti di finale; Davato lascia al secondo ostacolo, Quercia(8) al primo.

Altri tornei della settimana: Kulichkova e Machalkova… che sorpresa!

Concludiamo l’analisi degli appuntamenti Itf della settimana con le due vittorie-sorpresa messe a segno dalle outsider Kulichkova e Machalkova, iridate a Antalya Belconti e Rethymno.
Partiamo dalla manifestazione turca (10.000$, cemento) che ha incoronato la rivelazione russa Elizaveta Kulichkova, atleta classe 1996 e priva di ranking Wta. Partita dalle qualificazioni la Kulichkova ha messo a segno una serie di clamorose vittorie in due set che l’hanno
proiettata senza il minimo sforzo in finale dove con la stessa facilità ha regolato la favorita slovena Dalila Jakupovic 75 62.
Particolarmente significativo il netto 61 60 rifilato dalla russa alla prima testa di serie Sofia Kvatsabaia, plurivincitrice qui in Turchia, al secondo turno.
Per la 16enne di Novosibirsk si tratta del primo successo in carriera. Azzurre assenti.

Vittoria di marca ceca invece nell’Itf di Rethymno, Grecia, che ha visto il primo sigillo della giocatrice classe 1992 Dana Machalkova, attualmente fuori dalle prime 1000 tenniste del ranking Wta.
Successo clamoroso dunque per la rappresentante della Repubblica Ceca che, lasciando un solo set per strada, si è guadagnata la vittoria finale sulla spagnola Nuria Parrizas-Diaz, già finalista a Heraklion settimana scorsa. Score 64 64.
Italiane promosse grazie alle buone performance della giovane Angelica Moratelli, ko ai quarti e di Roxana Vaideanu(1), costretta al ritiro al terzo ostacolo.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *