ITF: Male le azzurre, brillano Min e Smitkova

di - 23 Aprile 2014

Grace Min
(Grace Min)

di Giacomo Bertolini

GRACE MIN RIPARTE, LE AZZURRE SI FERMANO

Dothan (50.000$ U.S.A.): Continua con l’importante sigillo a Dothan la ripresa della speranza a stelle e strisce Grace Min, promessa della fila americane classe 1994. Outsider di lusso sulla terra del torneo statunitense la tennista di Atlanta ha sfoderato una serie di performance perfette, che l’hanno portata a far suo senza faticare troppo il secondo titolo stagionale. Per l’attuale numero 164 Wta, vittoria in finale netta sulla connazionale Duval (63 61) e quinto trofeo della carriera. Azzurre assenti in Alabama.

Karshi (25.000$ Uzbekistan): Settimana senza grosse sorprese che prosegue in Uzbekistan con l’acuto numero 4 in carriera di un’altro jolly classe ’94, la ceca Tereza Smitkova, tornata a sorridere dopo due anni di digiuno. Esordio in scioltezza ma finale thrilling per la numero 4 del seeding che, una volta raggiunto l’atto conclusivo, ha dovuto faticare più del previsto per superare la padrona di casa Nigina Abduraimova(6), alla fine costretta ad arrendersi con l’onore delle armi per 63 46 76. Tra le azzurre nessuna presenza sul duro di Karshi.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Gioia egiziana invece per la tennista spagnola Nuria Parrizas Diaz, regina del 10k su cemento di Sharm. Settimana relativamente agevole per la 22enne iberica che, da favorita numero 1, rischia solamente ai quarti di finale contro la Prosperi prima di piegare poi in finale la rumena Cadar per 60 36 63. Per la Parrizas, prossima all’entrata nelle top 300, terza perla complessiva. Le azzurre: resa ai quarti per Prosperi e Bruzzone.

Altri tornei della settimana: Mitu ingiocabile in Sardegna, azzurre inguardabili

Santa Margherita di Pula (10.000$ Italia): Chiusura di rassegna italiana con il 10.000 dollari di Santa Margherita di Pula, terreno più che fertile per la 22enne di Bucharest Andreea Mitu, numero 202 al mondo e testa di serie numero 1 del torneo sardo. Settimana perfetta e senza sbavature per la rumena che, senza faticare, si porta a casa il titolo di doppio e singolare, quest’ultimo conquistato ai danni della promessa spagnola Sara Sorribes Tormo per 64 63. Ottavo ruggito per la Mitu, malissimo le azzurre con la Savoretti che prova a salvare la pattuglia al via arrivando almeno ai quarti di finale.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: GRACE MIN (USA)
MIGLIOR AZZURRA: VALERIA PROSPERI

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *