ITF: Vincono Oprandi e Zucchini

di - 18 Ottobre 2011

di Giacomo Bertolini

Dietro le quinte del tennis: il mondo ITF e Futures

OPRANDI INARRESTABILE ANCHE A TROY, EXPLOIT ZUCCHINI.

Troy (50.000$): Continua ad abbattersi senza sosta “l’uragano Romina” sugli ITF americani. Dopo la vittoria a Los Angeles e la finale a Kansas City Romina Oprandi non si ferma e sigla il suo diciannovesimo successo ITF in carriera sul cemento di Troy (Alabama).
Dopo aver regolato senza problemi Vaisemberg, Capede Royg, Rogers e Olga Puchkova in semifinale, la furia della nuova numero 85 del ranking si è scatenata contro Varvara Lepchenko, che aveva avuto la meglio su Romina una settimana fa, demolita in finale con un eloquente 61 62.
Netta la superiorità dell’italo-svizzera e più che buono il suo stato di forma. Nelle ultime settimane ha registrato infatti un parziale di 18 partite vinte su 20 giocate e un incremento di oltre 20 posizioni nella classifica wta.
Unica nota storta in questo torneo il pessimo ko all’esordio del nostro astro nascente Camila Giorgi(4), piegata dalla baby tennista di Atlanta Min, classe 1994.

Antalya (10.000$): Si conferma terra portafortuna per le nostre azzurre quella turca di Antalya.
Dopo le belle prestazioni delle Mayr la passata settimana, arriva adesso a sorpresa il terzo titolo ITF per Agnese Zucchini, ventinove anni tra qualche giorno, che in una “pseudo finale” ha avuto la meglio sulla rumena Ana Bogdan, 60 ritiro.
Torneo convincente per la futura 430 del mondo (best ranking personale) che ha lasciato per strada solo un set alla Andrei(Rou).
Nel complesso meno convincenti le sorelle Mayr: Evelyn si ritira in semi, solo i quarti per Julia(2). Altra buona semifinale invece per Alice Balducci.

Altri tornei della settimana:

Joue-Les-Tours (50.000$). Non si arrende e alla fine ha la meglio la giovane speranza degli States Alison Riske nella finale sul cemento francese di Joue-Les-Tours. Sua la coppa dell’ITF transalpino al termine di una gran bella e combattuta partita contro la più esperta Akgul Amanmuradova(Uzb), rimontata 26 62 75. Bocciata la Camerin subito fuori, riesce a passare le quali Anna Giulia Remondina che però viene estromessa agli ottavi.

Cagliari (10.000): E’ nata una stella sulla terra sarda di Cagliari, dove tutti gli ochhi erano puntati sulla folta pattuglia di azzurre al via.
Nonostante le aspettative è Aliaksandra Savnovich, bielorussa di Minsk, classe ’94, a compiere l’impresa di giornata, o meglio della settimana e a portarsi a casa titolo e speranze. K.o. in finale la strafavorita tedesca Anna Schaefer(1) 64 63, che manca clamorosamente il bis in terra italica dopo il trionfo a Settimo San Pietro. Tra le italiane buone prove per Giovine(4) e Caregaro(5) che si spingono fino alle semifinali, e per la qualificata Sara Savarise (quarti).
Al contrario non brillano Vaideanu(2) e Zanchetta(3) che a dispetto delle loro teste di serie ricevono il disco rosso ai quarti di finale.
Settimana di colpi di scena anche in Armenia, a Yerevan (10.000$ terra) con un’altra giovane scommessa che si mette in luce trionfando inaspettatamente.Trattasi della diciassettenne slovacca Anna Karolina Schimedlova che nel match di finale elimina la Mikadze e fa suo il titolo.
Ghiotta chance buttata alle ortiche per Anastasya Grymalska, che va out ai quarti da prima testa di serie del seeding.

Pronostico ribaltato in concusione anche nell’ITF spagnolo di St.Cugat (25.000 di montepremi, terra) con la ventenne ungherese Reka Luka Jani(5) che beffa la favorita della vigilia, Margarita Chacknashvili(Geo,1), 64 62. Giunge sino ai quarti Annalisa Bona che perde solo al terzo proprio contro la Chacknashvili.

© riproduzione riservata

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *