Itf Roma-Real, brilla la stella di Astrid Besser

di - 16 Marzo 2008

Astrid Besser 

Astrid Besser ha conquistato il titolo del torneo Itf Roma-Real superando in finale la polacca Anna Korzeniak, n.180 Wta e tds n.1 del torneo laziale. Il punteggio non da adito ad alcuna discussione: un 62 63 perentorio quello che ha permesso alla giovane tennista toscana di conquistare il primo titolo stagionale, secondo della carriera. Primo set in equilibrio fino al 2-1 in favore della polacca, momento in cui Astrid mette il piede sull’acceleratore, inanellando 5 giochi consecutivi, conditi da numerose accelerazioni di rovescio. Il secondo set parte con la riscossa della Korzeniak che si porta 2-0 grazie ad un parziale di 8 punti ad 1. Ma mentalmente Astrid è molto presente e non si lascia scappare l’avversaria: controbreak a zero e partita che torna nelle sue mani. Ancora una volta la diciottenne pratese mette il turbo a metà del parziale, portandosi 5-3 dopo alcuni giochi piuttosto lottati, ma nei quali l’impressione è che la polacca faccia molta fatica per portare a casa ogni 15. Nel gioco finale dell’incontro Astrid si procura due match point consecutivi, portandosi 15-40 su servizio Korzeniak; qui il braccio trema un po’ e arrivano due banali errori di rovescio. La settimana perfetta della Besser si chiude comunque con una bellissima vittoria, grazie ad un doppio fallo della Korzeniak, dopo che Astrid si era procurata unterzo match point con un grande rovescio lungolinea in avanzamento.

Astrid Besser ha dimostrato in questo torneo di essere tornata quantomento a livelli che le competono, dando grande dimostrazione di forza e tenuta mentale. Il rovescio è il suo colpo naturale, che lungolinea diventa devastante, in particolar modo quando viene giocato dal centro; il diritto tende a perderlo un po’, soprattutto su palle morbide, ma è comunque un colpo importante quando lo scambio assume una buona velocità. Gli spostamenti sono da migliorare, non tanto lateralmente quanto in avanti, ma non sono assolutamente insufficienti. Il servizio a questo livello fa certamente la differenza, anche se, da quell’altezza, potrebbe e dovrebbe riuscire a raggiungere velocità più elevate. Dal punto di vista mentale non ha mollato un 15, recuperando spesso alcuni giochi da situazioni negative. Speriamo possa dunque essere questo il momento del definitivo ingresso nel gotha del tennis per la bravissima Astrid Besser, ragazza che merita ben altri palcoscenici che quelli di un 10.000$. Vedremo nelle prossime settimane, a Latina e poi probabilmente a Civitavecchia, se riuscirà a ripetersi. Un grande in bocca al lupo

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *