ITF: Strepitosa Belinda Bencic

di - 2 Ottobre 2012


(Belinda Bencic)

di Giacomo Bertolini

STREPITOSO BIS PER BENCIC, COLPACCI DI SVITOLINA E DAVIS

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): Non avrà un prize money esagerato e un’entry list da urlo ma senza ombra di dubbio il piccolo torneo egiziano di Sharm El Sheikh ha il grande merito di aver consacrato in queste due splendide settimane il nuovo talento del tennis mondiale, la 15enne svizzera Belinda Bencic.
Solo sette giorni fa avevamo chiuso la rassegna dell’ultima serie di settembre con il colpo dell’anno nel circuito Itf messa a segno dalla giovanissima elvetica, adesso a una settimana di distanza ecco arrivare prepotentemente le prime conferme di grido.
Si regala infatti uno strepitoso bis la nuova stellina di Flawil classe 1997, nuovamente regina sul cemento egiziano sebbene lontana dal partire favorita nel momento dei sorteggi.
La Bencic, salita vorticosamente sino alla piazza 722, torna a colpire in Egitto al termine di un torneo praticamente perfetto che, eccezione fatta per l’esordio altalenante, l’ha vista demolire tutte le sue avversarie in un netti parziali compresa la giovanissima promessa austriaca Barbara Haas(8), ko in finale 64 60.
Secondo colpo della carriera per la Bencic, malissimo le azzurre Coppola(wc), Marchetti(q) e L.Mair subito fuori.

Telavi (50.000$ Georgia): Continua la razzia delle baby campionesse nel mondo Itf con il torneo georgiano di Telavi, terra, dove a colpire nel segno è stata la nuova speranza del tennis ucraino, la 18enne Elina Svitolina.
Classe 1994 e già vincitrice quest’anno a La Marsa, Elina non ha di fatto incontrato nessun ostacolo per la conquista del titolo, arrivando agevolmente in finale da seconda favorita del seeding.
Pochissimo equilibro anche nell’atto conclusivo con una spietata Svitolina capace di lasciare solo tre giochi alla prima testa di serie Lesia Tsurenko, travolta nel derby 61 62.
Per la Svitolina, ormai prossima all’entrata nelle 100 (è numero 144), si tratta del quarto sigillo in carriera.
In ombra anche a Telavi la spedizione azzurra: Dentoni esce di scena agli ottavi, eliminazione al primo turno per Floris e Grymalska (ritiro).

Las Vegas (50.000$ U.S.A.): Gli Stati Uniti festeggiano l’ingresso di una nuova giovane promessa nelle prime 100 del ranking grazie al nuovo colpaccio firmato Lauren Davis, dominatrice del torneo di casa di Las Vegas, cemento.
Partita a inizio anno da numero 321 e attualmente a best ranking alla posizione numero 91, la Davis, stella di Cleveland classe 1993, non ha tremato sul duro di Las Vegas e da seconda testa di serie ha festeggiato il secondo titolo stagionale dopo Plantation.
In finale inizio in salita per Lauren che cede di misura il primo set prima di rimontare la sorpresa del torneo Shelby Rogers (Usa, classe ’92) eliminata 67 62 62.
Per la Davis, che sette giorni fa è arrivata in finale anche ad Albuquerque, si tratta del sesto colpo complessivo.
Azzurre assenti.

Clermond-Ferrand (25.000$ Francia): Svizzera in grande spolvero anche in Francia, nell’appuntamento 25k di Clermond, dove a farla da padrona è stata la 22enne di Leuggern Stefanie Voegele, in lenta ripresa dopo una stagione difficile.
Vittoria di carattere sul cemento transalpino per la tennista elvetica che, dopo diverse sfide tirate e risolte solo al terzo set, ha saputo trovare le forze per regolare nel match più importante la tedesca Tatjana Malek(3), finita al tappeto in finale con il netto score di 64 61.
Ottimo successo dunque per l’ex 63 Wta, che da quarta favorita del tabellone, riesce a sbloccarsi in questo 2012 che, finora, non l’aveva mai vista imporsi in un torneo del circuito cadetto.
Quinto acuto della carriera per l’attuale numero 129 al mondo.
Le italiane in Francia: miglior azzurra Anna Giulia Remondina out ai quarti, Burnett(6) sorpresa agli ottavi, J.Mayr(q) al primo round.

Praga (10.000$ Rep. Ceca): Non manca l’appuntamento col successo da prima testa di serie la tennista polacca Magda Linette, 20enne di Poznan, vincitrice del torneo 10k su terra rossa di Praga, Repubblica Ceca.
Vittoria senza storie quella della Linette che, senza lasciare per strada neppure un set, ha meritatamente trionfato nella manifestazione ceca che le ha così consegnato il primo trofeo stagionale.
Per la Linette, numero 297 Wta, finale ben gestita con la slovacca Zuzana Luknarova(2), regolata 62 76.
La polacca sale così a cinque nel conto degli Itf vinti in carriera.
Capitolo Italia: Ottimo torneo per l’unica azzurra al via Angelica Moratelli(5), fuori solo in semifinale con la vincitrice Linette.

Madrid (10.000$ Spagna): E da una capitale a un’altra per celebrare con il torneo su terra di Madrid il bottino pieno di singolo e doppio della bulgara Aleksandrina Naydenova, scatenata 20enne numero 287 delle classifiche.
Cavalcata impeccabile per la Naydenova che, come da copione, non sbaglia nulla da prima favorita andandosi a prendere in finale con la rivelazione francese Jade Suvrijn (classe 1995) il primo titolo dell’anno. Punteggio 60 64.
In totale per la bulgara si tratta del sesto sigillo.
In Spagna bene Agnese Zucchini(5) ko in semi, tra le altre azzurre quarti per Pillot(4), Bona(3) e Sanesi(q), ottavi per Mendo, Caregaro e Vaideanu.
Subito bocciata invece la Sussarello.

Amelia Island (10.000$ U.S.A.): Si torna in America e si torna a parlare di clamorosi boom con la seconda impresa stagionale della 17enne tennista a stelle e strisce Jamie Loeb, splendida regina sulla terra di Amelia Island.
Già vincitrice contro ogni pronostico a Buffalo, Jamie Loeb è tornata a stupire tutti nel torneo di Amelia Island dove, da numero 925 del ranking, ha trionfato in uno scontro tra Futuri Talenti contro la wild card nipponica Naomi Osaka (classe 1996 e senza classifica), fermata in finale 63 75.
Per la Loeb si tratta del secondo titolo della carriera.
Quarti di finale azzurri negli Stati Uniti: Federica Grazioso, unica iscritta, cede al terzo incontro alla Osaka.

Antalya (10.000$ Turchia): Si conferma torneo portafortuna per le giovani scommesse l’immancabile 10k turco di Antalya, appuntamento su terra che questa settimana ha tenuto a battesimo un nuovo interessante nome nel panorama delle “Saranno Famose”.
Vince la serba Jovana Jaksic, promessa di Belgrado classe 1993 e 444 Wta, al secondo titolo stagionale dopo il successo a Mimbai.
Poco da dire sul brillante percorso della serba che dopo aver ceduto un set all’esordio non si è più concessa distrazioni fino alla finale, dove in due combattuti set ha avuto la meglio della ceca Zuzana Zalabska, stesa con un duplice 75.
Per la Jaksic, che qui partiva con il vantaggio di essere seconda testa di serie, si tratta del quarto centro in totale.
Si rivede Martina Di Giuseppe, fuori ai quarti dopo due ottimi match d’esordio. Secondo turno per Alice Balducci(6), disco rosso immediato per Rubini e Camplone(q).

Altri tornei della settimana: La Bulgaria esulta, arriva Viktoriya Tomova

Varna (10.000$ Bulgaria): Ha scelto la vetrina migliore per mettersi in luce con il primo centro stagionale la nuova speranza bulgara Viktoriya Tomova, vincitrice davanti al pubblico amico di Varna del titolo numero due in carriera.
Classe 1995 da Sofia, la Tomova entra di diritto tra le grandi sorprese della settimana centrando da quarta favorita del main draw un successo insperato tanto quanto meritato, viste le numerose testa di serie da lei estromesse nel corso della sua settimana vincente.
Ultima a pagare dazio alla furia Tomova (numero 599 al mondo) la favorita ucraina Anastasiya Vasylyeva(1) che in una finale senza storia ha dovuto cedere il fianco per 61 64.
Nessuna azzurra ai nastri di partenza sulla terra della “Varna Cup 2012”.

© riproduzione riservata

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *