ITF Tarvisio: rientro positivo per la Bondarenko, avanzano le giovani azzurre

di - 2 Agosto 2016

Rosanna Maffei

dall’inviato a Tarvisio, Michele Galoppini
foto di Giulio Gasparin

Dopo la problematica giornata di ieri, martoriata dall’insistente pioggia che ha obbligato a giocare tutti oggi i primi turni del torneo, ha preso finalmente il via sotto un piacevole sole la 2a edizione della Città di Tarvisio Tennis Cup, sui campi in terra rossa del Tennis Club Tarvisio. Superano il primo ostacolo ben 10 azzurre, più Alona Bondarenko, rientrante nel circuito dopo ben 5 anni di assenza, anche per maternità.

Il primo match terminato sui campi tarvisiani è quello tra la qualificata Rosanna Maffei (in foto in alto) e la russa Aponasenko, top800 del ranking. A sorpresa è stata l’azzurra classe 1999 a qualificarsi al secondo turno del torneo. Dopo le ottime qualificazioni superate senza problemi, la Maffei si è liberata anche della russa in due set. La maggiore intelligenza tattica, nonché un totale controllo degli scambi soprattutto dal lato del dritto, molto ben giocato dall’azzurra, sono state le principali chiavi di questa vittoria, condita anche da numerosi pregevoli colpi a rete della Maffei, a suo agio nel chiamare l’avversaria alla rete ed a chiudere i punti al volo. Con il punto guadagnato oggi, la 17enne azzurra è ad un passo dalla sua prima classifica WTA.

Le sue parole dopo il match: “Questo è stato il mio terzo match qui a Tarvisio. Ogni partita che gioco mi sento sempre meglio e le sensazioni in campo migliorano sempre più. Oggi non sono partita benissimo, ero un po’ tesa, ma poi sono riuscita ad alzare il mio livello. Lei non si muoveva troppo bene in campo e l’ho sfruttato al meglio costruendo bene il mio gioco. Io sono tornata a giocare da poco dopo un infortunio e l’obiettivo primario al momento è migliorarmi sotto tutti i punti di vista; ovviamente il fare punti è qualcosa di positivo e se arrivasse anche l’entrata in classifica WTA sarei contenta, è qualcosa che aiuta di sicuro nei tornei. Giocare nei tornei pro non è come negli junior, magari pur essendo più forti si rischia di perdere perché la mentalità delle tue avversarie cambia e la loro esperienza si può far sentire. Sono qui accompagnata da Antonella Serra Zanetti, è con lei che mi alleno da un annetto ed è lei a seguirmi anche a Tirrenia; siamo un bel gruppo e mi trovo molto bene. Il prossimo turno ora sarà con la Vankova: non la conosco ma ovviamente l’obiettivo è dare il massimo. Dopo Tarvisio andrò ad Aprilia e poi farò ancora qualche torneo under 18.

Federica BilardoChi ha mostrato un gran tennis ed un’ottima capacità di gestione degli scambi è stata anche la coetanea della Maffei, Federica Bilardo. Sotto gli occhi della guida Maria Elena Camerin, la 17enne azzurra ha superato in due set la qualificata neozelandese Lewis con il risultato di 6-2 6-3, soffrendo solo negli ultimi due game, molto combattuti e ricchi di soluzioni vincenti da entrambi i lati del campo. Un match condito anche da tanti colpi anomali, tantissime palle corte e notevoli soluzioni vincenti molto complicate. La giovane azzurra è stata intervistata ai nostri microfoni e potrete vedere la video-intervista molto presto su SpazioTennis.com.

Negli stessi momenti, sul campo adiacente andava in scena la maratona tra Verena Meliss e Camilla Scala, chiusa a favore della Meliss solo per 2-6 6-3 7-6(3). Match tra due picchiatrici, che non si sono mai tirate indietro nemmeno nella lotta psicologica: spesso hanno bisticciato, tra di loro e con il giudice di linea, per chiamate dubbie e più di una volta si sono fatte sentire con urli e lamentele a piena voce. È stata la maggiore solidità della Meliss sul finire del terzo set (aperto con 10 break consecutivi) a fare la piccola differenza finale.

Bella vittoria in due parziali anche per Deborah Chiesa. La testa di serie numero 7 e corregionale della Meliss ha battuto per 6-2 6-2 la tedesca Julia Thiem. Nonostante qualche difficoltà con il fondamentale del dritto, poco incisivo durante buona parte del match, i colpi piatti ed efficaci di rovescio ed il suo gioco all-round hanno facilmente scavallato l’ostacolo tedesco. Per una delle favorite al titolo finale, appena arrivata al suo best ranking in top600, ora ci sarà Alessia Dario.

Queste le sue parole post match: “L’esordio in un torneo non è mai semplice e sapevo che la mia avversaria sarebbe stata ostica: a livello di ranking può non sembrare, ma era importante entrare in campo decisi per non lasciarla giocare e così ho fatto. Le condizioni ambientali qui a Tarvisio mi piacciono, la altura mi dà una mano poiché la palla viaggia più velocemente. Purtroppo i campi sono molto pesanti, ovviamente perché ha piovuto molto nei giorni scorsi, ma il sole previsto in questi giorni sarà utile. Io sono in un periodo molto positivo, ho appena raggiunto il mio best ranking e spero di far bene anche qui. Ora al secondo turno trovo la mia compagna di allenamenti… un altro ostacolo non così semplice.

Mentre la Fossa Huergo, a suon di pallate alternate a tocchi di fino tutt’altro che scontati, ribaltava il match contro la Bronzetti grazie al 7-6 del secondo parziale, confermato poi con un netto 6-2 nel set decisivo, saltavano le prime due teste di serie del torneo. Manca Pislak ha sconfitto con il punteggio di 7-5 6-4 una poco ispirata Julia Stamatova, bulgara, seconda testa di serie, mentre ahinoi Natalie Proese, tedesca, ha sorpreso una erratica e poco incisiva Angelica Moratelli, prima forza del tabellone tarvisiano. L’azzurra, nonostante una ottima reazione nel parziale mediano, è stata superata 6-1 2-6 6-1.

Decima ed ultima italiana ad accedere agli ottavi di finale è stata Ludmilla Samsonova. La 18enne wild card ha sofferto solo i primi game del secondo parziale ed ha sconfitto la qualificata Rittberger per 6-3 7-6(3), mostrando i suoi proverbiali potentissimi colpi abbinati ad una preparazione fisica invidiabile. Ora per l’italiana ci sarà la Grimm. Infine, quasi nel buio del tramonto inoltrato, il nome più rinomato del tabellone ha superato il suo esordio, nel primo match ufficiale degli ultimi 5 anni: Alona Bondarenko ha faticato tantissimo per liberarsi dell’ostica olandese Vogelsang, in una partita ribaltata solo grazie al tiebreak vinto nel secondo set, dopo essere riuscita a brekkare la sua avversaria olandese per la prima volta mentre questa serviva sul 6-3 6-5 per il match. Vittoria, con famiglia al completo a tifare sugli spalti, per 2-6 7-6(4) 6-0.

Seguono tutti i risultati di giornata.

Risultati del primo turno:

Vankova (4) d. Zarytska 6-4 7-5
Hofer d. Lioi (Q) 6-2 6-4
Maffei (Q) d. Aponasenko 6-4 6-3
Appleton d. Balducci (5) 6-4 6-2
Meliss (WC) d. Scala (4) 2-6 6-3 7-6(3)
Bilardo (WC) d. Lewis (Q) 6-2 6-3
Remondina (6) d. Touly 6-1 6-2
Sella (Q) d. Rebersak 7-6(4) 6-0
Dario (Q) d. Visentin (Q) 6-3 6-3
Chiesa (7) d. Thiem 6-2 6-2
Proese d. Moratelli (1) 6-1 2-6 6-2
Fossa Huergo (Q) d. Bronzetti 2-6 7-6(4) 6-2
Pislak d. Stamatova (2) 7-5 6-4
Samsonova (WC) d. Rittberger (Q) 6-3 7-6(3)
Grimm (8) d. Klasen 6-2 6-2
Bondarenko (WC) d. Vogelsang 2-6 7-6(4) 6-0

Secondo turno:

Proese vs Bondarenko (WC)
Bilardo (WC) vs Remondina (6)
Vankova (4) vs Maffei (Q)
Samsonova (WC) vs Grimm(8)

Chiesa (7) vs Dario (Q)
Sella (Q) vs Meliss (WC)
Appleton vs Hofer
Fossa Huergo (Q) vs Pislak

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *