ITF Under 18: Corentin Denolly profeta in patria

di - 28 Aprile 2015

Charlotte Robillard-Millette

di Lorenzo Cialdani

Prosegue la stagione francese del circuito dedicato agli atleti Under 18, e con essa anche la rincorsa alle alte posizioni del ranking da parte degli atleti azzurri impegnati: alla 20esima edizione del “Open International Junior de Beaulieu-sur-Mer” prendono parte ben 14 dei nostri tennisti tra tabellone maschile e femminile, con due giocatori “seeded” per parte, Federico Bonacia e Andrea Pellegrino rispettivamente N.10 e N.14, e Bianca Turati e Beatrice Torelli a loro volta N.4 e N.12 nel draw femminile.

Nonostante la massiva presenza di atleti italiani, è il mancino francese classe ’97 Corentin Denolly ad issarsi sul gradino più alto del podio al termine di una settimana dai match quasi sempre molto combattuti; proprio Denolly ha dovuto lottare al terzo turno per avere la meglio in 3 set del coetaneo Andrea Pellegrino, prima di superare il lusitano Nuno Borges, lo svizzero molto in forma in settimana Raphael Baltensperger e, nell’ultimo atto del torneo, il forte polacco Hubert Hurkacz prima di poter sollevare il trofeo. Il miglior risultato della settimana per i ragazzi nostrani è il terzo turno, raggiunto da Gian Marco Moroni, Giovanni Fonio, Marco Mosciatti e, come detto, Andrea Pellegrino.

Anche tra le “ladies” per le italiane il risultato migliore è costituito dal terzo turno raggiunto da Beatrice Torelli, anche se va fatto notare che la 17enne ha dovuto cedere solo alla canadese testa di serie N.5 Charlotte Robillard-Millette, poi vincitrice del torneo e assoluta mattatrice della settimana.

Se la vittoria finale è andata alla Robillard-Millette, classe ’99, è senz’altro da menzionare la ottima finale raggiunta ad una delle migliori speranze per il futuro in campo femminile, la ancora 14enne di Toronto Bianca Vanessa Andreescu, la quale sta facendo registrare nell’ultimo periodo dei risultati davvero notevoli compresa l’eliminazione in semifinale di un altro ottimo prospetto del tennis mondiale, la 16enne francese Tessah Andrianjafitrimo, con il punteggio di 6-4 6-7(4) 6-4.

Seconda settimana a Nottingham per il “G4 Nike Junior International”, con i colori italiani che riescono a spingersi sino in semifinale grazie alla superlativa prova del classe ’98 Alessandro Coppini, capace di eliminare il britannico N.5 del tabellone Matthew Story prima di dover cedere, appunto, in semifinale dalla prima testa di serie Finn Bass in due set. A vincere sarà un altro britannico, il 17enne mancino N.2 del seeding Luke Oakley, al termine di un incontro senza storia con lo stesso Bass.

Tra le ragazze a compiere il vero e proprio miracolo ci pensa la polacca Iga Swiatek, 13enne di Wavszowe, che riesce a mettere in fila giocatrici di 2, 3 ed anche 4 anni più grandi di lei vincendo incredibilmente il titolo, dopo aver battuto in finale proprio una classe ’97 come la britannica Emily Smith con il punteggio di 6-4 3-6 6-3.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *