Lemon Bowl 2015: Le parole di Max Dell’Acqua

di - 28 Dicembre 2014

Massimo Dell'Acqua
(Massimo Dell’Acqua, Arezzo Tennis Academy)

di Alessandro Nizegorodcew

LEMON BOWL 2015: PROSEGUONO LE QUALIFICAZIONI

MAX DELL’ACQUA: “CHE BELLO ALLENARE I RAGAZZI”

Roma, 28 dicembre 2014 – Il Lemon Bowl 2015 prosegue la propria strada nonostante il maltempo e le temperature “romane” vicine allo zero. I tabelloni cadetti delle categorie under 10, 12 e 14 andranno avanti sino al primo giorno del 2015, mentre gli attesissimi main draw si svolgeranno dal 2 al 6 gennaio.

Il nuovo Max Dell’Acqua. Il tecnico nazionale Massimo Dell’Acqua, Top-150 Atp nel 2003, è presente in questi giorni sui campi del Lemon Bowl per seguire i suoi allievi della Arezzo Tennis Academy. “Per me è una esperienza nuova ma davvero molto piacevole e bella – ha raccontato Dell’Acqua -. Insieme ai miei soci Nicola Valenti e Lorenzo Salvini stiamo portando avanti un progetto ambizioso, con l’idea di far crescere principalmente i giovani del nostro vivaio. Lavorare con i ragazzi è molto stimolante seppur faticoso. Credo che in queste situazioni il ruolo del maestro debba essere tecnico ma anche e soprattutto educativo”. Dell’Acqua sta cercando di portare la propria esperienza di ex giocatore Atp ai suoi giovani allievi. “Gli errori che ho commesso in passato sono sempre presenti nella mia mente – ha spiegato ancora Dell’Acqua, che a Roma ha portato 4 allievi – così come le pressioni eccessive che a volte ricevevo da alcuni allenatori. Sono molto attento alla crescita dei miei ragazzi e studiare le mancaze del passato è molto importante. Cosa guardo nei tennisti under per capirne le potenzialità? Sicuramente la fluidità dei colpi, la destrezza e la capacità coordinativa”.

Tommaso Mannarini e Gabriele LeccisiDa Lecce con furore. Come ogni anno il Ct Mario Stasi Lecce, guidato dal tecnico nazionale Andrea Trono, si presenta ai nastri di partenza del Lemon Bowl. “Quest’anno abbiamo accompagnato sei ragazzi – ha raccontato Tommaso Mannarini, istruttore di II grado – tutti impegnati nel torneo di qualificazione. Perché venire al Lemon Bowl? I motivi sono due: l’organizzazione è impeccabile, probabilmente la migliore a livello di tornei giovanili; in seconda istanza il periodo delle feste è perfetto per i ragazzi, poiché possono viaggiare senza problemi così come per i maestri, a causa delle scuole tennis chiuse”. (Nella foto Tommaso Mannarini e il classe 2005 Gabriele Leccisi)

La grande attesa. Tantissimi i protagonisti di interesse nazionale che prenderanno parte alla fase finale del torneo, molti dei quali cercheranno di ripetere la vittoria dell’edizione 2014. Oltre a Matilde Paoletti, miss Lemon Bowl con ben 4 vittorie ottenute tra 2010 e 2013, è già presente a Roma il cagliaritano Alberto Sanna, trionfatore lo scorso anno nell’under 10.

In campo alle 9. Nella giornata di domani si ritorna in campo alle ore 9 nei circoli New Penta 2000 (sede centrale), Eschilo 2 e Polisportiva Palocco con 219 match di qualificazione dedicati alle categorie under 10, 12 e 14.

Tutte le informazioni, le foto e i commenti delle passate edizioni del torneo sono disponibili sul sito web ufficiale www.lemonbowl.it e sulla pagina Twitter @LemonBowl2015

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *