La pioggia non ferma il Lemon Bowl Higher 2016

di - 2 Gennaio 2016

Silvio Mencaglia
(Silvio Mencaglia, protagonista del tabellone under 12 maschile – Foto Biagio Milano)

LA PIOGGIA NON FERMA IL LEMON BOWL HIGHER 2016

BURYACHOK: “CERCARE EQUILIBRIO COACH-GENITORE”

Roma, 2 gennaio 2016 – Il Lemon Bowl Higher 2016, nonostante il maltempo, prosegue il proprio cammino. Grazie agli 8 campi coperti messi a disposizione dall’organizzazione è stato possibile portare a termine molti incontri in programma. La giornata dedicata al primo turno del tabellone principale ha visto in campo molti talenti in erba, bravi a gestire vento, pioggia e frequenti interruzioni.

Under 14, la sorpresa è servita. Il tabellone maschile under 14 ha già visto cadere due dei favoriti della vigilia. La sorpresa di giornata è arrivata da Andrea Paolini (CT Chieti) che, dopo una battaglia di tre set, ha estromesso dal torneo il numero 1 del seeding Mattia Stefanini con il punteggio di 6-1 5-7 6-4. Eliminato anche Angelo Rossi, testa di serie numero 4, che è surclassato (6-1 6-3) dal tennis champagne del qualificato romano Tommaso Pace. Nel femminile avanza Carlotta Mencaglia, finalista lo scorso anno nel torneo under 12, abile a superare la pur brava Syria La Cerra con lo score di 6-1 7-5.

Under 12, avanti i favoriti. Enrico Baldisserri (CT Bologna), primo favorito del tabellone under 12 maschile, ha iniziato nel migliore dei modi l’avventura al Lemon Bowl Higher. L’emiliano ha superato Matteo Giordano 6-3 6-2 grazie a un match solido. Avanzano a braccetto i due talenti dello Sporting Club Eur Silvio Mencaglia e Daniele Minighini, bravi a eliminare rispettivamente il britannico Jake Evans e il serbo Romeo Hadzimehmedovic. Nel femminile vittorie per Angelica Giovagnoli, Benedetta Sensi e Maria Pia Vivenzio.

Irina Buryachok e Martina CudazzoLa regola di Irina. Il torneo under 10 ha visto in campo match dal tasso tecnico elevato, che hanno incollato il pubblico sulle tribunette di New Penta 2000, Eschilo 2 e Polisportiva Palocco. Tra i ragazzi superano il primo turno Jacopo Vasamì, Andrea De Marchi e Giorgio Gatto. Nel femminile ottimo esordio per la cipriota Anna Demirtzi, Giulia Santopadre e Martina Cudazzo. Quest’ultima, allieva dell’ex Top-200 Wta Irina Buryachok alla Salento Tennis Academy, si è espressa sul delicato rapporto tra maestro e genitore. “Bisogna trovare il giusto equilibrio – racconta l’ex pro’ ucraina – perché il genitore da solo non può gestire tutto. Allo stesso tempo padri e madri devono rappresentare sempre un punto di riferimento per i ragazzi, lasciando ai maestro la parte prettamente tennistica. Questo equilibrio è fondamentale per la crescita di un giocatore junior. Martina Cudazzo? Ha sicuramente ottime potenzialità. Stiamo lavorando tanto sulla strategia di gioco, perché è importante iniziare a vincere i punti con la testa, elemento fondamentale per questo sport”. Prosegue il torneo under 8, che appassiona ogni anno addetti ai lavori e curiosi.Il gioco riprenderà domani mattina alle ore 9, previsti alcuni doppi turni per i ragazzi che, causa pioggia, non hanno disputato il match odierno.

Tutte le informazioni, le foto e i commenti delle passate edizioni del torneo sono disponibili sul sito web ufficiale: www.lemonbowl.it

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *