Marcora saluta Andria: troppo forte Berankis

di - 17 Novembre 2014

Roberto Marcora

Soffia il vento dell’Est sugli internazionali di tennis “Castel del Monte”, torneo inserito nel circuito challenger (montepremi di 35000 euro, ingresso gratuito) che si gioca sul play-it del Palasport di Andria e del Polivalente di via delle Querce. Merito del russo Konsantin Kravchuk e del lituano Ricardas Berankis, i primi due tennisti a qualificarsi per il secondo turno del torneo internazionale andriese. Kravchuk elimina (76, 63) contro ogni pronostico il turco Marsel Ilhan, testa di serie numero 5 del seeding. Vittoria al tie-break nel primo set per il russo, che poi strappa il servizio all’avversario per la prima volta nel secondo parziale e non si fa più rimontare.

Successo in due set (75, 63) anche per il lituano Ricardas Berankis, che elimina il primo tennista italiano a scendere in campo, il lombardo Roberto Marcora. La testa di serie numero 3 soffre nella prima partita e riesce a chiudere solo al dodicesimo gioco, poi vince in scioltezza il secondo parziale.

Subito una sorpresa nel tabellone di doppio: i tedeschi Moser e Satschko, teste di serie numero 1, sono stati eliminati in tre set (46 75 11-9) dall’italiano Borgo e dallo spagnolo Lopez-Perez. Vittoria anche per la coppia tutta azzurra Trusendi-Volante (60 64) contro il croato Mektic ed il britannico Walsh.

La prima giornata del challenger “Castel del Monte” di Andria si chiude con una doppia sorpresa. Il torneo Atp, infatti, perde due teste di serie: l’olandese Sijsling e l’israeliano Sela. Il numero uno del tabellone principale si arrende in due set (6/4, 6/4) al bielorusso Ignatik, protagonista di una gara ricca di determinazione, potenza e qualità. Ignatik lavora ai fianchi uno spento Sijsling, che nel secondo set ha anche la possibilità di andare avanti di un break, prima di capitolare nel decimo game con un doppio fallo.

La cattiva sorte colpisce Sela che si infortuna nel pomeriggio, durante un allenamento. Per l’israeliano l’esperienza di Andria si conclude sul nascere. Al suo posto, nel main draw entra con una lucky loser il tedesco Maden. Esordio vincente nel tabellone di doppio per la coppia azzurra composta da Stefano Travaglia e Filippo Baldi, che ha sconfitto in due set (7/6, 7/6) il georgiano Basilashvili ed il ceco Jan Mertl.

Per la seconda giornata, infine, è prevista la presenza ad Andria di Sergio Palmieri, il direttore degli Internazionali d’Italia, il prestigioso “Master 1000” che si gioca sulla terra rossa romana del “Foro Italico”.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *