Mutti e Bartolucci: Riparte la scuola con 350 allievi

di - 18 Settembre 2014

Mutti e Bartolucci Tennis Clinic
(La squadra di D3 promossa in D2. Da sinistra, Patrizio Bartolucci, Riccardo Facciotti, Mirko Mutti, Alessio Barosi e Lorenzo Bresciani)

Castiglione delle Stiviere, 18 settembre – Tra la soddisfazione per una stagione da ricordare e gli occhi proiettati al futuro, con 350 allievi pronti a scendere in campo. La stella della Mutti e Bartolucci Tennis Clinic non è mai stata così brillante come nell’ultimo weekend. Partiamo dalla serie D4, che vedeva in scena i ragazzi nati nel 2000 e nel 2001: ebbene, nella fase a gironi i giocatori di Castiglione hanno pareggiato due volte di fronte alle formazioni più forti, mentre hanno vinto le altre partite. “E già essere in tabellone – sottolinea Mirko Mutti – mi pareva un successo”. Invece i suoi non si sono fermati: nei quarti contro la Canottieri Mincio, in trasferta, si sono imposti per 3-2 al doppio di spareggio, ripetendosi poi contro Castel Goffredo nella semifinale che valeva la promozione in D3. Sotto per 2-1, hanno chiuso ancora al doppio decisivo. È mancata l’ultima gioia, perché nella finale contro i favoriti di Quistello è giunta una sconfitta per 3-1. Ma il risultato va comunque oltre ogni aspettativa. Stesso discorso nella D3. “Che – spiega ancora Mutti – partiva invece con il chiaro obiettivo di andare in D2”. E così è stato, grazie a un’altra squadra molto giovane, qualificata dopo aver terminato in vetta il proprio raggruppamento. Il match che è valso la promozione è stato vinto contro il Jolly di Novate Milanese, in una bella domenica di sport, con partite tirate ma con molto fair play.  La terza promozione era arrivata in precedenza con il team femminile, passato dalla Serie D1 alla Serie C. Il prossimo anno, dunque, l’Accademia di Castiglione si ritroverà con due squadre in C, maschile e femminile, due D2 maschili e una D3 maschile.

I giovani della Mutti e Bartolucci si sono messi in evidenza anche nei Provinciali individuali under alla San Lazzaro, dove la sorpresa è stata la finale raggiunta da Cesare Turrini nell’under 10 maschile. Nell’under 14 erano addirittura in tre in semifinale: Riccardo Facciotti, Lorenzo Bresciani e Leonardo Bulgarini, con i primi due all’ultimo atto e la vittoria di Bresciani per 6-3 al terzo. Ai Campionati italiani, erano sempre in tre nelle qualificazioni alla Meridiana di Modena, tutti nell’under 14: Riccardo Facciotti è stato il migliore, battendo il numero 2 del tabellone cadetto e cedendo a un passo dal main draw. Marco Magro e Lorenzo Bresciani gli altri al via. Come detto, ora riflettori sulla scuola, al via lunedì 22 settembre. Confermati i numeri dello scorso anno (350 allievi) ma con il coinvolgimento anche di 2007 e 2006. “In anticipo di un anno – dice Mutti – perché con i nostri protocolli possiamo cominciare a farlo, proponendo il classico percorso Sat o quello del settore agonistico”. A differenza degli altri anni, inoltre, nell’estate appena trascorsa le famiglie dei ragazzi che venivano da fuori hanno chiesto di tenerli a dormire. “Sta nascendo questa esigenza – chiude Mutti – che era l’obiettivo a cui volevamo arrivare per diventare una vera accademia a 360 gradi, come già può fare il nostro amico Fabio Maggi in Spagna”.

MUTTI E BARTOLUCCI, IL FUTURO È GIÀ QUI

La Mutti e Bartolucci Tennis Clinic opera sul territorio di Castiglione delle Stiviere e Solferino (Mantova), da fine 2005. Offre una grande varietà di corsi, allenamenti, stage, scuola Sat e centri estivi, avvalendosi di maestri, istruttori, preparatori fisici di comprovata competenza e professionalità. L’associazione può contare su una struttura a Solferino, che comprende 3 campi coperti, e una a Castiglione delle Stiviere, con 2 campi scoperti in erba sintetica. Realizzati inoltre, in quest’ultima struttura, 2 nuovi campi coperti in terra, una palestra e una club house. Lo staff comprende, oltre a Mirko Mutti e Federico Bartolucci (entrambi maestri nazionali), anche Matteo Milazzotto (collaboratore Sat), Elisa Scarpetta Rongoni (minitennis), Giovanni Milozzi (collaboratore minitennis), Cristian Dal Lago (responsabile preparazione fisica), Mario Gatelli (responsabile Wheelchair), Paola Goldoni (responsabile preparazione fisica in acqua), Enrico Benedetti (collaboratore per la preparazione fisica), Barbara Abate (fisioterapista) e Gianmarco Righi (responsabile attrezzatura tecnica).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *