L’Uragano Romina fa 20!

di - 26 Ottobre 2011

di Giacomo Bertolini

Dietro le quinte del tennis: il mondo ITF e Futures

“L’URAGANO ROMINA” FA 20! FINALE AFRICANA PER LA GIOVANE MECCHI.

Rock Hill (25.000$ cem.) Non si ferma neanche questa settimana la furia vincente dell’ “uragano Romina” nella trasferta sul cemento ITF americano. Per la Oprandi, reduce dai successi di Los Angeles e Troy e dalla finale in Kansas, arriva adesso il titolo numero 20 in carriera, terzo del 2011, grazie al 25.00 di Rock Hill, in South Carolina.
Si allunga quindi la striscia positiva della regina incontrastata del circuito ITF che porta a 23 il conto dei match vinti su 25 disputati.
E a far aumentare i meriti alla nostra azzurra contribuisce la modalità con cui ha gestito ogni singola sfida, dominando ogni avversaria dal primo turno alla finale.
Un successo insomma mai messo in discussione neppure nell’ultimo atto che ha visto l’italo-svizzera imporsi 75 61 (ed è stato il suo incontro più lottato!) sulla giovanissima promessa locale Grace Min, “killer” anche questa settimana dell’altalenante Camila Giorgi(4) piegata in semi con un eloquente 61 63.
Precedentemente nella marcia-allenamento di Romina erano andate al tappeto Slater (GBR) e Elie (USA) nei primi due round, Alya Tomijlianovic(5) ai quarti di finale 63 62 e Danielle Rose Collins 61 61 in semifinale.

Annaba (10.000$ terra): Si infrange solo in finale il sogno della giovane azzurra Costanza Mecchi, classe 1992, nell’ITF africano di Annaba.
Nel modesto torneo algerino la ventunenne tedesca Alina Wessel, tds. numero 1 ma appena numero 847 wta, porta a termine la sua cavalcata trionfale, superando senza problemi l’italiana 63 61.
Per la Wessel un dominio assoluto: appena 21 giochi concessi in totale dal 2° turno in poi.
Resta in ogni caso positiva la settimana disputata sulla terra algerina dalla Mecchi(4) che è riuscita a sfruttare un tabellone molto aperto per incamerare punti preziosi in vista della classifica (attualmente è fuori dalle prime 1000).
Costanza, dopo il Bye all’esordio, si era imposta con autorità sulla svizzera Boinay, sulla tunisina Daggou al 3°e su Yassamine Boudjadi(Alg), asfaltata 60 62. Da segnalare anche i quarti di Linda Mair(5), classe 1985, sfortunata nell’incontrare proprio al terzo turno la futura campionessa Wessel.

Altri tornei della settimana:

Limoges (50.000$, cem.): Bella e convincente vittoria per la rumena Sorana Cirstea nel torneo ITF più importante della settimana, quello sul cemento francese di Limoges.
Finale senza storia con la ventunenne di Bucharest che ribalta i pronostici e supera con un duplice 62 la svedese Sofia Arvidsson(1), risalita sul gradino 66 del ranking. “Solo” semifinale invece per Riske e Amanmuradova che sette giorni fa si erano giocate il titolo di Joue-Les-Tours.
Sul fronte italiano buona la prova di Nastassja Burnett, una delle giovani azzurre più brillanti in questo fine 2011, che cede al 2°turno dalla Krajchek, lottando 76 62. Stop agli ottavi anche per Maria Elena Camerin.

Lagos (25.000$): Prosegue la scia delle baby vincitrici nei tornei classe ITF. Per tutti gli appassionati dei “futuri talenti” il nome da segnare ed evidenziare quest’oggi è quello della tennista ucraina Elina Svitolina, classe ’94 da Odessa, che si porta a casa la coppa del 25.000$ di Lagos, sul cemento della capitale della Nigeria.
Partita da tds. numero 7 la Svitolina fa suo il torneo, ma gli applausi vengono egualmente spartiti con la vera rivelazione della settimana ovvero la finalista croata Donna Vekic (altra giocatrice di cui si sentirà parlare molto bene), classe 1996 (!!!) e già 640esima al mondo, battuta 64 63.
Zoomando sulle italiane occasione persa per Anna Floris, seconda testa di serie. La sarda non riesce neanche in questo torneo decisamente alla sua portata a raddrizzare una stagione nera e cade in semi 64 16 63 con la Svitolina. Lara Rafful, altra nostra rappresentanza ai nastri di partenza, si ritira al secondo turno.

Siviglia (25.000$ terra): Bis sulla terra iberica per l’ungherese Jani dopo il trionfo a St.Cugat. Davanti al suo pubblico Estrella Cabeza Candela(3) è costretta a subire la rimonta in finale e ad andare ko 26 63 63. Passa un turno Annalisa Bona, delude la Gatto Monticone mai in partita nel suo match d’esordio contro la Dinu (Rou), 64 60.

In terra asiatica, infine, nei due tornei da 25.00 dollari di Seoul (Sud Corea) e Makinohara (Giappone), che non vedevano azzurre iscritte, vittorie rispettivamente per Su-Wei-Hsieh e Karolina Pliskova, una delle pochissime tenniste non nipponiche presenti nella competizione.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *