ITF: Vola la giovanissima Ostapenko

di - 9 Novembre 2012


(Jelena Ostapenko – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

BECK SUL VELLUTO, CONVINCONO OUDIN E E NICULESCU

Barnstaple (75.000$ Gran Bretagna): Sesto titolo dell’anno e best ranking alla piazza 78 per quella che è ormai senza alcun dubbio l’atleta simbolo del circuito Itf per la stagione 2012, la giovanissima tedesca Annika Beck.
Ennesimo colpo di rilievo che non fa più notizia per la brillante promessa di Giessen classe 1994, per nulla sazia dopo aver già sbancato il 75k di Ismaning sette giorni fa.
Bis meritato e piuttosto atteso, visto il cammino in scioltezza, per la quinta testa di serie tedesca, scatenata anche sul cemento dell’appuntamento inglese dove, nel match chiave della finale, ha avuto la meglio anche della veterana greca Eleni Daniilidou(6), costretta ad arrendersi per 67 62 62.
Per la Beck, che ad inizio anno navigava fuori dalle prime 200, si tratta del settimo centro in totale.
Azzurre assenti in Gran Bretagna.

New Braunfels (50.000$ U.S.A.): Melanie Oudin “old style” in quel di New Braunfels, Texas, appuntamento statunitense su cemento dominato a mani basse dall’ex baby promessa americana, in lenta ma costante ripresa dopo alcune stagioni complesse.
Settimana perfetta impreziosita da un ottimo percorso netto concluso in finale, dove a subire la ritrovata determinazione della 21enne di Marietta, è stata la colombiana Mariana Duque-Marino, asfaltata 61 61 al termine di un incontro decisamente a senso unico.
Vittoria che fa morale per la Oudin(3) che, rientrata prepotentemente tra le prime 100, può godersi così il quinto centro della carriera, il secondo stagionale.
Tra le azzurre rammarico per Camila Giorgi, unica iscritta in Usa. Per la testa di serie numero uno del tabellone cadetto sconfitta inattesa ai quarti di finale.

Nantes (50.000$ Francia): Torna al successo dopo cinque anni di digiuno Itf una ritrovata Monica Niculescu che, particolarmente ispirata in questo finale di stagione, si concede una parentesi vincente anche nel circuito Itf aggiudicandosi il ricco torneo francese di Nantes, cemento.
Vittoria mai messa in discussione per la seconda favorita del seeding che, dopo il prematuro ko della Cetkovska(1), non ha di fatto incontrato più nessun ostacolo di rilievo ed ha potuto così procedere spedita verso il primo acuto stagionale.
Per la tennista di Slatina classe 1987, al 16esimo centro in carriera, finale dominata contro l’ottima kazaka Yulia Putintseva (classe 1995), ko 62 63.
Le italiane: malissimo Nastassja Burnett, sorpresa dalla 32enne qualificata Jugic-Sakic all’esordio.

Toronto (50.000$ Canada): Giovane capolavoro nel 50k canadese di Toronto con il successo della 18enne scommessa di casa Eugenie Bouchard, al quarto colpo stagionale in questo fantastico 2012.
Percorso impeccabile per la speranza di Montreal classe 1994, bravissima a concedere le briciole nei turni d’esordio e a sorprendere in semi la favortia Sanchez(1), prima di completare l’impresa in finale con la connazionale Sharon Fichman(5), superata facilmente 61 62.
Nuovo incoraggiante colpaccio per la Bouchard che, grazie al suo sesto trionfo Itf in carriera, vola sino alla posizione numero 144 al mondo, facendo siglare così il nuovo best ranking.
Azzurre non presenti sul duro di Toronto.

Istanbul (25.000$ Turchia): Arriva dal 25k di Istanbul, cemento, la sesta gioia in carriera per la 20enne olandese Richel Hogenkamp, dominatrice del torneo turco da quinta testa di serie.
Cavalcanta priva di esitazioni per la giocatrice di Deltinchem che, senza lasciare per strada neppure un set, si porta a casa la coppa dell’Itf turco grazie al 64 63 rifilato in finale alla tennista di casa Cagla Buyukakcay(2).
Per l’olandese, pronta al rientro nelle 200, secondo acuto dell’anno.
Le azzurre: Ozgen(Tur) lascia solo due giochi alla Grymalska al primo turno.

Coimbra (10.000$ Portogallo): In Portogallo adesso dove si registra la prima sorpresa settimanale con l’inatteso colpo della tennista del Liechtenstein Kathinka Von Deichmann, classe 1994 e appena numero 929 Wta.
Trionfo dir poco clamoroso per la Von Deichmann che, una volta beffata in semifinale la favorita d’obbligo Cavalle Reimers(1), non ha dovuto far altro che confermarsi nell’atto conclusivo dove, con molto meno sforzo, è riuscita a regolare in due set la stupefacente moldava Aliona Bolsova (classe 1997!), ko 61 63.
Primo centro in assoluto per la Von Deichamann, tra le azzurre invece ottimo sussulto per Chiara Mendo fuori solo ai quarti di finale e con l’onore delle armi.

Antalya (10.000$ Turchia): Di nuovo in Turchia e di nuovo per celebrare una giovane vittoria con il ruggito della 19enne serba Jovana Jaksic, regina del 10k su terra di Antalya.
Successo numero quattro in stagione per la belgradese che, dopo un inizio in scioltezza, finisce per complicarsi la vita in semi con la Krejsova salvo poi rimediare in finale con l’ucraina Ganna Poznikhirenko(6), frenata senza grossi problemi 62 76.
Per la Jaksic(2), attuale numero 420 del ranking, sesto centro della carriera.
Capitolo Italia: molto bene la sorpresina azzurra classe ’95 Giovanna Fioretti(q), eliminata agli ottavi. Subito fuori S.Sussarello.

Heraklion (10.000$ Grecia): Titolo di stampo francese in Grecia con il successo, sancito sia in singoloche in doppio, della transalpina Manon Arcangioli, tennista classe 1994 in ascesa alla piazza 576 del mondo.
Tutto perfetto per la francese che, da terza testa di serie del main draw, non stecca nessun incontro arrivando così ad acciuffare il primo sigillo Itf della carriera.
Per la Arcangioli facilissima pratica in finale con la bulgara Borislava Botusharova, travolta 61 62.
Dal sintetico di Heraklion i migliori riscontri italiani con la bella semifinale di Angelica Moratelli(1) e i quarti di Rosatello(q) e Savoretti, bene anche la Albano(q) sconfitta al secondo turno. Bocciata invece all’esordio la qualificata Nanti.

Monastir (10.000$ Tunisia): Va alla slovacca Nikola Vajdova, 23enne di Bratislava numero 788 Wta, la coppa del torneo 10k di Monastir, Itf disputato in Tunisia su cemento.
Autentica boccata d’ossigeno per la Vajdova(6) che, a secco da Garching 2007, torna a sorridere nel torneo tunisino portando così a quota due il conto dei titoli conquistati in carriera.
Per la slovacca tiratissimo match di finale con la tedesca Vivian Heisen, risolto solo al terzo set 63 16 63.
Nella pattuglia azzurra al via promosse Sella e Camplone(wc) uscite di scena agli ottavi di finale, ko immediato per la Caciotti.

Altri tornei della settimana: Ostapenko straripante, nuovo miracolo classe 1997!

Stoccolma (10.000$ Svezia): Si era già superata a Torrent e Pomezia spingendosi sino in semifinale, ma già si intravvedevano ottime chance di colpaccio prontamente confermate in chiusura di stagione.
Non si è fatta per nulla attendere la prima, concreta impresa Itf per la talentuosissima freccia lettone Jelena Ostapenko, 15enne speranza di Riga al primo centro della carriera nel 10k di Stoccolma, cemento.
Nuovo miracolo classe 1997 dunque dopo gli exploit di Bencic e Jorovic nel circuito Itf grazie alla bellissima cavalcata della promettente Ostapenko, straordinaria regina di Stoccolma senza aver ceduta per strada neppure un solo parziale!.
Per Jelena, già numero 892 della classifica, finale proforma con la tennista di casa Ellen Allgurin, demolita davanti al suo pubblico 61 63.
Italiane assenti in Svezia.

© riproduzione riservata

8 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *