Cresce la Puig, bene la Barbieri

di - 24 Febbraio 2011


(Monica Puig – Foto Borgatti)

di Remo Borgatti

Sette appuntamenti del circuito ITF Futures per la settimana che si è conclusa il 20 febbraio scorso.

25.000 $ – La vera sorpresa arriva da… Surprise, in Arizona, dove la giovane Monica Puig (classe 1993) sbaraglia il campo e soffre solo al primo turno contro la nostra Camila Giorgi (6-4/2-6/7-5 lo score). Nel torneo statunitense c’erano anche le gemelle Pliskova ma sono state eliminate nei primi turni. In finale è invece arrivata la slovacca Lenka Wienerowa, che però ha rimediato appena quattro giochi: 6-4, 6-0 il punteggio e prima vittoria in carriera per la portoricana, recente finalista nel torneo juniores degli Australian Open.

L’altro torneo con montepremi superiore si è disputato a Maiorca e ha visto il successo della bielorussa Iryna Kuryanovich, che ha sconfitto in finale l’ucraina Sofiya Kovalets per 6-2/6-3. Più che positiva la prestazione di Anna Floris, giunta in semifinale a spese di Pipiya, Jani e Kostova e battuta 6-3/2-6/7-5 dalla Kovalets, anche se l’italiana era testa di serie numero uno e non ha del tutto rispettato il ruolo di prima favorita. Ha superato un turno la Gatto-Monticone mentre Giovine, Cigui e Caregaro hanno perso all’esordio.

10.000 $ – Sono andate a cercare punti e gloria in India, precisamente a Aurangabad, Nicole Clerico, Indra Bigi e Martina Caciotti. La prima ha ottenuto tre vittorie e in semifinale ha perso 6-4/6-7/6-0 dalla thailandese Wongtheanchai, a sua volta sconfitta in finale dall’uzbeka Vlada Ekshibarova con il punteggio di 6-1/6-4. La Caciotti invece ha perso al primo turno con la futura vincitrice mentre Indra ha superato un turno.

In Turchia, ad Antalya, successo della giovanissima tedesca Christina Shakovets, classe 1994, che ha battuto in finale la prima testa di serie Teodora Mircic per 6-4/6-1. Per l’Italia c’erano Sulpizio e Pillot e si sono affrontate al secondo turno con la netta vittoria di Carolina per 6-0/6-1. Poi la Pillot ha perso nei quarti dalla serba Mircic.
Condizioni meteorologiche pessime ad Albufeira, nell’Algarve portoghese, tanto da impedire agli organizzatori di far disputare il doppio. In singolare ha vinto l’olandese Lesley Kerkhove, che ha avuto la meglio in semifinale della nostra Alice Balducci e in finale della svizzera Amra Sadikovic per 3-6/7-5/6-2.

A Buenos Aires sfida tra sudamericane e vittoria della paraguayana Veronica Cepede Royg, che in finale ha beneficiato del ritiro della brasiliana Rossi dopo appena cinque giochi del primo set.

Infine, last but not least, a Leimen (Germania) vittoria azzurra con il ritorno al successo di Gioia Barbieri, che ha sconfitto in finale la tedesca Korina Perkovic per 6-4/6-2. Si tratta del secondo titolo in carriera per la romagnola di Forlimpopoli (il primo risale a Imola 2010) che per conquistarlo ha dovuto sudare e recuperare un set di svantaggio sia alla Marcinkevica nei quarti che alla Khabibulina in semifinale. Meno bene le altre tre italiane in tabellone: subito eliminate Nastassja Burnett e Alice Moroni, un turno superato invece per Giulia Gabba.

© riproduzione riservata

2 commenti

  1. cataflic

    La vittoria della Puig mi ricorda i risultati che alla sua stessa età faceva una certa Camila Giorgi, che invece anche quest’anno mi pare avviata verso una attività “frenetica” e degna di un over 65….

  2. bogar67

    Ahi ahi Caregaro, (1992) io la seguo come esempio da seguire per mia figlia però alla sua età perCaroline Wozniacki (Odense, 11 luglio 1990) cioè nel 2008 fu l’anno della consacrazione. Caroline Wozniacki, infatti, riescì a vincere i primi tornei WTA (Stoccolma, New Haven, Tokyo) e partecipò alle Olimpiadi di Pechino venendo eliminata al terzo turno dalla russa Elena Dementieva. Al termine della stagione Caroline è al 13.mo posto del ranking WTA.

    Pensate che a fine 2011 Martina non dico 13.mo ma sotto i 100 riesce ad andare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *