Quinzi in Semi al Bonfiglio, domani diretta TV

di - 25 Maggio 2012


(Gianluigi Quinzi – Foto Francesco Panunzio)

Milano, 25 maggio 2012 – Quinzi ha qualcosa di diverso: per prima cosa la capacità di non considerare se stesso e la partita finiti prima di stringere la mano all’avversario. Dote non troppo diffusa tra i talenti italici degli ultimi anni. Gianluigi ha così superato i quarti di finale del 53° Trofeo Bonfiglio dopo essere stato vicino a lasciare il Tc Milano Alberto Bonacossa. 6-3 2-0 lo svantaggio del marchigiano nei confronti dell’americano Mitchell Krueger, testa di serie n.7 e unico 18enne rimasto tra gli ultimi 8. Seguito sul Campo Centrale da coach Edoardo Medica e da diverse centinaia di appassionati arrivati in Via Arimondi, il mancino nato a Cittadella (Padova) ha portato a casa un match altalenante: prima tutto a vantaggio dello yankee che è riuscito a imporre il proprio gioco fatto di accelerazioni e buoni tocchi. Il secondo parziale è cominciato come il primo, in salita. Ma poi, di testa e di cuore, Gian – come lo incitano dagli spalti – ha cambiato marcia. Nel parziale decisivo ha messo il naso avanti fin da subito (3-1), ma poi si è fatto riacciuffare e ha dovuto salvare due match point sul 5-4. L’occasione buona poi è arrivata sul 6-5, dopo un altro break conquistato. Urlacci d’incitamento e grande “garra”, la grinta tipica dei sudamericani, lo hanno portato fino alla semifinale dove incontrerà il croato Borna Coric, domani dalle 11.45 in diretta Tv su SuperTennis, canale 64 del digitale terrestre, 224 della piattaforma Sky e visibile in streaming su www.supertennis.tv. Il croato ha superato nel suo quarto di finale il sudafricano Wayne Montgomery (7-5 7-5). La semifinale della parte bassa del tabellone vedrà di fronte invece l’uzbeko Temur Ismailov (che ha superato per 6-2 6-4 il serbo Laslo Djere e giustiziere ieri dell’azzurro Napolitano) e il talentino francese Quentin Halys. Già dalle qualificazioni, da dove proviene, ha fatto vedere le sue enormi doti tennistiche. Uno di quelli che ha impressionato di più, soprattutto in considerazione del fatto che è dello stesso anno di Quinzi, il 1996 (come anche Coric, Ismailov è del ’95).

 

RAGAZZE IN SEMI – Sono partite dalle qualificazioni e ora non si fermano più, sono Adrijana Lekaj e Antonia Lottner. In un torneo nel quale classifiche e teste di serie hanno contato poco o nulla, due piccole grandi sorprese si sono fatte strada fino in fondo. Entrambe oggi hanno avuto vita facile. La tedesca Lottner ha aperto il programma sul Centrale opposta a Oleksandra Korashvili; il match è durato appena sette game, perché l’ucraina, complice il gran caldo, si è ritirata indietro 5-2 nel punteggio a causa di giramenti di testa. Alta, bionda e dal fisico statuario, Antonia sfrutta le sue armi per produrre un tennis offensivo, che la vede buttarsi spesso a rete. E, vista la stazza, passarla è una vera impresa. 16 anni da compiere ad agosto, la tedesca è nata a Düsseldorf ma si allena a Colonia, e quando le si chiede qual è il suo sogno, non ha dubbi: diventare numero 1 del mondo. Domani se la vedrà con l’unica testa di serie rimasta in gara, Elizaveta Kulichkova, n.2 del seeding. La russa, fisico slanciato e occhi verdi, ha avuto la meglio sulla americana di colore Sachia Vickery, testa di serie n.12. Partita dura ed equilibrata che la Kulichkova si è portata a casa col punteggio di 6-4 3-6 6-2: “Ho giocato bene nel primo set, poi ho commesso troppi errori e lei ne ha approfittato – ha detto la siberiana – poi nel terzo ho recuperato la concentrazione e sono riuscita a vincere”. Gioco veloce e aggressivo, l’anno scorso arrivò nei quarti di finale, fermata dalla serba Natalija Kostic. Nonostante le origini, il suo idolo non è Maria Sharapova, ma Kim Clijsters. Nel derby fra qualificate, Adrijana Lekaj ha superato con un doppio 6-2 la lituana Akvile Parazinskaite. La croata dal tennis poco spettacolare ma redditizio, centra così la sesta vittoria consecutiva in via Arimondi, confermando un buon feeling con l’Italia, visto che il miglior risultato quest’anno era stato un quarto di finale al torneo “Città di Firenze”, poche settimane fa. La sua avversaria sarà la ceca Katerina Siniakova, che oggi ha battuto la quasi omonima Daria Salnikova. Ha vinto la prima, nonostante abbia perso il primo set al tie-break (6-7 6-0 7-5).

 

 

QUI DI SEGUITO TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA

Risultati quarti di finale, donne

Katerina Siniakova (CZE) b. Daria Salnikova 6-7(5) 6-0 7-5, Adrijana Lekaj (CRO) [Q] b. Akvile Parazinskaite (LTU) 6-2 6-2, Antonia Lottner (GER) [Q] b. Oleksandra Korashvili (UKR) 5-2 rit., Elizaveta Kulichkova (RUS) [2] b. Sachia Vickery (USA) [7] 6-4 3-6 6-2.

Semifinali femminili

Katerina Siniakova (CZE) vs Adrijana Lekaj (CRO) [Q]

Antonia Lottner (GER) [Q] vs Elizaveta Kulichkova (RUS) [2]

Risultati quarti di finale, uomini

Borna Coric (CRO) b. Wayne Montgomery (RSA) 7-5 7-5, Gianluigi Quinzi (ITA) [3] b. Mitchell Krueger (USA) [7] 3-6 6-3 7-5, Temur Ismailov (UZB) b. Laslo Djere (SRB) 6-0 6-4, Quentin Halys (FRA) [Q] b. Elias Ymer (SWE) 7-5 6-2.

Semifinali maschili

Borna Coric (CRO) vs Gianluigi Quinzi (ITA) [3]

Temur Ismailov (UZB) vs Quentin Halys (FRA) [Q]

 

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *