Quirino Cipolla: “Grande traguardo ma agrodolce”

di - 22 Luglio 2009

Flavio Cipolla
(Flavio Cipolla – Foto Nizegorodcew)

Flavio Cipolla è finalmente entrato nei top-100, raggiungendo questo lunedì la posizione numero 99 del ranking Atp. Spazio Tennis ha raggiunto telefonicamente Quirino Cipolla, padre ed allenatore di Flavio, artefice insieme al tennista romano dell’approdo nel gotha del tennis.

E’ un grande risultato” – ha confermato papà Cipolla – “ma è un traguardo agrodolce. Flavio in questo momento non riesce a giocare a tennis a causa di una fortissima infiammazione al polso. Mi raccontava che durante il match con Stadler, quando l’avversario si presentava a rete, non riusciva nemmeno a tirare il passante. Il dolore in certi momenti è molto forte e, anche quando è leggermente meno insistente, Flavio gioca comunque molto condizionato. Io avrei voluto farlo smettere già prima di Reggio Emilia. Invece è partito per gli Stati Uniti. L’unica partita che è riuscito a giocare bene è stata quella con Fabrice Santoro a Newport. Al termine del match il francese ha detto a Flavio: “Hai proprio una buona mano..” non male detto da uno come Santoro. Negli spogliatoi poi Cipolla è andato a congratularsi con Fabrice, dicendo una cosa del tipo: “Mi sono divertito molto a giocare contro di te..” La risposta di Santoro: “Io no.. In effetti Flavio spesso e volentieri ha scherzato il francese, non abituato a trattamenti del genere nel circuito... Sono le piccole soddisfazioni, fondamentali però per uno sportivo come Flavio.

Questo per far capire che a livello di mano, di tocco, Flavio non è inferiore a nessuno.

Ora speriamo di far passare questa infiammazione a Roma” – ha proseguito Quirino – “adesso uscirà dai 100, anche se, dovesse smettere di giocare domani, potrà comunque dire di essere stato tra i top-100. Ora i punti in scadenza sono tanti, speriamo comunque possa rimettersi fisicamente e giocarsela quindi alla pari con tutti.

Leggi qui cosa scriveva Roberto Commentucci di Flavio, poco meno di un anno fa..

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *