Riccardo Bellotti: E’ Cinquina!

di - 3 Ottobre 2012


(Riccardo Bellotti – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

CINQUINA PER BELLOTTI, POKER PER KOVALIK

Pozzuoli (10.000$ Italia): Ancora Bellotti… e sono cinque!
Continua la striscia vincente nel circuito Futures per la promessa azzurra Riccardo Bellotti, giunto al quinto titolo stagionale dopo le belle performance di Litija, Poertschach, St.Poelten e Siena.
Ancora un sigillo sulla terra italiana per il 21enne numero 371 al mondo che, da quarto favorito del seeding, salva le sorti della spedizione azzurra al via, decimata dopo un incoraggiante avvio.
In finale, per il tennista di origini austriache, vittoria sofferta e più difficile del previsto contro la rivelazione del torneo Cristian Rodriguez (Col), superato in rimonta 67 61 75.
In totale per Riccardo si tratta dell’ottavo centro in carriera.
Gli altri italiani in gara nel torneo di Pozzuoli: si fermano ai quarti di finale Napolitano, Bortolotti, Micolani e Grassi(1), mentre per Iannuzzi, Di Ienno, Civarolo, Oradini(8), Perinti, Giacalone e Della Tommasina lo stop arriva al secondo turno.
Subito ko invece Papasidero, Merone, Marcora(5), Trusendi(3), Esposito, Torresi, Caruso(6), Pancaldi, Borgo, Capone, Fioravante, Prezioso, Vilardo, Di Ianni, Basso.
Doppio a Volante/Fioravante.

Sokobanja (10.000$ Serbia): E dalla cinquina di Bellotti al poker di un altro grande protagonista del 2012 di marca Futures, lo slovacco Jozef Kovalik.
Continua infatti nel migliore dei modi la stagione della giovane scommessa di Bratislava classe 1992, esplosa a pieno dopo il successo estivo sulla terra azzurra di Viterbo e vincitrice questa settimana anche del torneo serbo di Sokobanja.
Inizio in discesa e prosecuzione estremamente complicata per Kovalik che, da quarta testa di serie, è stato più volte ad un passo dall’eliminazione salvo poi riprendersi appena in tempo per superare in rimonta l’avversario di turno.
Per lo slovacco successo sudato anche in finale con il francese Lucas Pouille(7) ko solo 63 57 64.
Jozef Kovalik, salito sino alla 374esima posizione, si accaparra così il suo sesto titolo in carriera.
Azzurri assenti sulla terra di Sokobanja.

Sevilla (15.000$ Spagna): Prosegue con il 15k su terra di Sevilla l’analisi dei tornei Futures per la settimana 24-30 settembre.
Si conferma profeta in patria tra le mura amiche dell’appuntamento iberico lo spagnolo Gerard Granollers-Pujol(3), “fratello d’arte” classe 1989 sceso questa stagione fuori dai primi 300 tennisti al mondo.
Ottima reazione per Granollers che fa suo sia il titolo di singolo che quello di doppio al termine di una settimana nella quale lo spagnolo ha concesso ben poche chances hai suoi avversari.
Particolrmente importante per Granollers il match di finale dove contro pronostico ha fatto suo il trofeo a spese del lanciatissimo Jason Kubler(2), regolato 60 46 61.
Sesto colpo complessivo per il giocatore di Barcellona, primo del 2012.
Gli azzurri al via, i risultati: miglior italiano Andrea Arnaboldi ko in semifinale, quarti per Leonardi.
Eliminazione al secondo turno per Torroni e Marrai(8) mentre continua la crisi di Burzi(6) subito fuori.

Hambach (10.000$ Germania): Dalla terra di Sevilla al sintetico di Hambach, Germania, appuntamento 10k vinto dalla sorpresina inglese Neil Pauffley, 22enne di Slough al primo titolo Future.
Successo inatteso per il britannico numero 701 Atp, bravo a superare contro ogni previsione tennisti ben più quotati di lui nei turni di apertura, prima di compiere poi l’impresa della settimana nell’atto conclusivo, dove il tennista inglese ha lasciato a bocca asciutto il favorito di casa Stefan Seifert(1), out 64 64.
Tra gli azzurri da evidenziare la bellissima semi di Erick Crepaldi(7), unico iscritto, fuori con il vincitore Pauffley.

Porto (15.000$ Portogallo): Ancora la Spagna sugli scudi e ancora Marc Giner a sorridere.
Si regala infatti un bellissimo bis dopo il titolo di Biella il 21enne spagnolo numero 358 del ranking, scatenato protagonista anche del torneo portoghese di Porto, terra.
Poco da dire sul cammino dell’ispirato tennista iberico che, partito come sesto favorito del seeding, ha gestito con autorità ogni singolo incontro prima di completare l’opera in finale con lo svizzero Henri Laaksonen (già finalista a Espinho), nuovamente fermato ad un passo dal titolo per 76 62.
Quarto titolo comlessivo per Giner, il terzo dell’anno.
Nessun azzurro al via nel torneo lusitano.

Antalya Kaya Belek (10.000$ Turchia): Gongola la Repubblica Ceca del talento Adam Pavlasek nel torneo turco di Kaya Belek, appuntamento 10k su cemento vinto dal talentuoso astro nascente di Bilovec.
Già autore di uno straordinario torneo a Liberec, Pavlasek raccolgie adesso un nuovo successo lontano dai tornei casalinghi, centrando così il secondo centro della sua breve, ma già promettente carriera.
Successo che non lascia spazio a repliche per Pavlasek che, da sesto favorito, ha sbaragliato la concorrenza di tutti gli avversari e, senza concedere neppure un set, ha fatto suo il trofeo del consueto future di Antalya.
Per Pavlasek, classe ’94, finale dominata col mancino moldavo Andrei Ciumac, demolito 61 63.
I dati azzurri in Turchia: si spinge fino ai quarti un ottimo Edoardo Eremin(8), fuori agli ottavi invece Donati, Picco e Fortuna.
Disco rosso al primo round per Sinicropi e Petrone.

Falun (10.000$ Svezia): In Svezia adesso con lo “Sweden Future” di Falun, cemento, torneo che ha siglato la netta superiorità dei tennisti inglesi, autori di una settimana pressochè perfetta.
Va infatti al 21enne Daniel Smethurst(4), al terzo centro del 2012, la coppa del torneo scandinavo, conquistata al termine di un derby durato tre set con Joshua Molton(5), rimontato dopo un inizio lento 46 60 61.
Sesto titolo della carriera, il secondo conquistato in Svezia, per il tennista britannico numero 365 delle classifiche Atp.
Eliminato ancora all’esordio l’unico azzurro ai nastri di partenza Giorgio Portaluri.

Meshref (10.000$ Kuwait): Finisce con l’ennesimo successo casalingo il digiuno del rappresentante del Kuwait Mohammad Ghareeb, a secco da tre anni nel circuito cadetto.
Torna dunque a colpire il 32enne tennista locale, sprofondato fuori dai primi 800 dopo essere stato 336 al mondo nel 2006.
Successo meritato per Ghareeb che, dopo un avvio stentato, non ha più concesso errori andandosi a prendere la coppa al termine di una finale thrilling con il tennista di Taipei Ti Chen(1), eliminato al fotofinish 57 76 62.
Quarto titolo per Ghareeb in carriera.
Sul cemento di Meshref Bega(5) passa un turno prima di cedere a Ghareeb, fuori all’esordio Rovetta e Marfia(q).

Altri tornei della settimana: Daniel, what a shot!

Irvine (10.000$ U.S.A.): Si chiude con l’immancabile sorpresa settimanale la rassegna dei tornei per l’ultima tranche di setttembre.
Arriva dritto dagli Stati Uniti il colpaccio che non t’aspetti grazie alla straordinaria prestazione casalinga del tennista yankee Daniel Nguyen, 21enne semi sconosciuto appena numero 1003 del mondo!.
Vittoria dal sapore d’impresa per Nguyen che, sebbene decisamente arretrato nel ranking, è riuscito ugualmente ad assestare i suoi numerosi colpi vincenti arivando così inaspettatamente in finale.
Settimana d’oro impreziosita dalla consacrazione della finale dove il giovane Daniel ha messo al tappeto persino il favorito d’obbligo Alex Bogdanovic(1), clamorosamente ko per 75 62.
Per Nguyen, già entrato di gran carriera nei primi 1000, si tratta della prima gioia in carriera.
Italiani assenti sul cemento di Irvine.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *