Roberta Vinci: “Il 2016 sarà la mia ultima stagione”

di - 7 Novembre 2015

vinci

di Michele Galoppini (@MikGaloppini)

È giust’appena finita la stagione 2015 di Roberta Vinci, quella del miracolo di Flushing Meadows, della distruzione di una campionessa come Serena, di una inaspettata quanto meravigliosa finale Slam, e già non si può che parlare della stagione che verrà, poiché la tarantina, nella conferenza stampa post match contro Venus Williams, perso 2-6 2-6, ha dato una notizia molto importante sul suo futuro.

Il 2016 sarà la mia ultima stagione,” ha detto ai giornalisti presenti. Un 2016 che diventa quindi l’ultima occasione per puntare, con certa confidenza, ad almeno due dei tre grandi obiettivi che Roberta può ancora raggiungere.

Il primo obiettivo e sicuramente il più difficile, se non quasi impossibile, da raggiungere è la vittoria di uno Slam. I recenti Us Open sono probabilmente stati l’occasione di una vita, anche perché solo in quattro vincono uno Slam in un anno e con Serena, Sharapova e compagnia nei paraggi la questione è quasi chiusa. Ma Slam a parte, top10 ed una medaglia olimpica sono a dir poco alla portata.

Il cemento outdoor, se non eccessivamente lento, è la superficie preferita da Roberta Vinci e, se non necessariamente in singolare, in doppio la tarantina è una delle più forti al mondo senza dubbio. Se inoltre le voci di una possibile apertura alla reunion delle Chiquis si riveleranno veritiere, le Olimpiadi di Rio de Janeiro potranno vedere una medaglia azzurra per mano e racchetta di Roberta, che oltre ad essere tra le favoritissime in doppio è anche una tra le più pericolose in singolare per una sorpresa.

L’obiettivo poi certamente alla portata di mano è la storica top10. Roberta è l’unica delle quattro grandi alfieri del tennis italiano a non essere ancora riuscita a sfondare quel fatidico muro, poiché ancora ferma “solo” alla 11esima posizione. Finirà questa stagione alla 15esima posizione del ranking, ma le prospettive di salita sono molto grandi, quantomeno prima degli Us Open 2016.

Dalle magiche settimane di New York, Roberta ha guadagnato già 1800 punti circa in Race, ed in prospettiva è a 1700-1800 punti da quella che l’attuale decima posizione del ranking (peraltro poco distante dalla settima!). Di conseguenza, una “normale” stagione, aiutata da spesso una buona testa di serie, che le faccia guadagnare 2000 punti circa da gennaio a settembre le assicurerebbe il traguardo.

Inoltre, va considerato quali giocatrici si trovano davanti a lei in classifica. Infatti, Venus, Suarez Navarro, Pliskova e Bacsinszky, appena davanti a lei, difendono nella prima parte dell’anno una quantità molto grande di punti, mentre Roberta non ha sostanzialmente nulla da difendere nei primi mesi.

Una indicazione chiara di quanto la Vinci sia vicina alla top10 è la “Race Olimpica”, cioè la Race che porterà alla qualificazione ai giochi olimpici brasiliani. L’azzurra è per ora ottava, con ben 500 punti di vantaggio sull’undicesima.

Ma alla fine, ciò che più conta è che ci sono rimasti solo pochi mesi per poterci godere ancora appieno il tennis della Vinci, un tennis unico e di immenso talento, che non potrà altro che mancarci tanto quanto già ci manca Flavia Pennetta.

© riproduzione riservata

15 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *