Stosur piega Schmiedlova e vola in finale

di - 25 Luglio 2015

Stosur Bad Gastein

Di Giulio Gasparin (@giuliogasparin)

Un cielo plumbeo e carico di pioggia ha fatto da cornice al primo incontro odierno valido per le semifinali del WTA austriaco di Bad Gastein. Per il primo biglietto valido per la finale, in attesa del derby azzurro che ne seguirà, si sono affrontate la seconda testa di serie, l’australiana Sam Stosur, e la vincente settimana scorsa del torneo di Bucarest, Anna Karolina Schmiedlova. Le due si sono affrontate già una volta in passato, sull’erba di Wimbledon, dove ad imporsi fu la più veterana delle due, ma nel mentre la slovacca è maturata e sulla terra ha già dimostrato un valore maggiore dell’attuale classifica.

Scese in campo, le due sono state immediatamente sorprese da un primo lungo scroscio di pioggia che ha ritardato il programma di circa due ore, ma una volta iniziato il match è stata l’australiana ad adattarsi meglio alle condizioni lente e scivoloso di un campo molto pesante. La vincitrice di Bucarest sembrava al contrario molto infastidita, soprattutto quando costretta a giocare il rovescio in allungo, uno dei suoi colpi migliori solitamente, ma che faceva fatica a sentire oggi, a causa di un piede d’appoggio che continuava a scivolarle sulla terra zuppa di pioggia. Dopo due game tenuti al servizio da parte di entrambe, la seconda testa di serie ha mostrato i muscoli soprattutto con il dritto e neutralizzazione le risposte di rovescio della Schmiedlova, che tanto hanno fatto penare Sara Errani a Bucarest, grazie al suo famoso kick, accentuato dalle condizioni di altura della località termale austriaca. Esemplare il sesto gioco, quando la slovacca si è trovata a servire sotto 4-1, ma complici tre errori della Stosur si era trovata 40-0, salvo poi subire il break dopo cinque scambi tutti dominati dalla sua avversaria.

Chiuse le pratiche del primo set 6-1, la Stosur ha iniziato il secondo parziale con innumerevoli chance di strappare nuovamente il servizio alla slovacca, ma mentre in cielo si faceva nuovamente scuro e una nuova minaccia di pioggia si paventava all’orizzonte, la Schmiedlova ha conquistato il game di apertura. Accusando il contraccolpo dello casino mancata, l’australiana è velocemente scivolata sotto di un break, ritrovando la via per un game solo sul 3-0 per la sua avversaria. Anche sul 4-2 la seconda favorita del tabellone ha avuto la possibilità di recuperare il servizio perduto in apertura, ma la slovacca ha salvato altre palle break, sei nel parziale fino a quel momento, e aiutata anche da due ace si è assicurata la possibilità di servire per trascinare il match al terzo. La chance è arrivata dopo pochi istanti, a seguito d’un rapidissimo gioco al servizio per l’australiana, che poi ha sfruttato un po’ di tensione da parte della giovane slovacca per strapparle il servizio e servire nuovamente per rimanere nel set, questa volta però sul 5-4.

IMG_8698

Ancora una volta la Stosur ha servito in maniera eccezionale, mentre scure incombevano sempre più cupe grosse nubi cariche di pioggia. Con il punteggio nuovamente in parità, la Schmiedlova ha pagato mentalme

Con esperienza, l’australiana ha continuato a servire alla grande e al termine di un bellissimo scambio sulla diagonale di rovescio, ha aspettato l’errore della ventenne di Kosice per conquistare la seconda finale dell’anno dopo quella vittoriosa, sempre sulla terra, a Strasburgo.nte il rientro della sua avversaria e con un brutto dropshot che non ha passato il nastro ed uno sconsiderato doppio fallo ha regalato all’australiana la possibilità di servire per l’incontro.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *