Winter Cup, è trionfo azzurro a Maniago

di - 8 Febbraio 2015

tatiana pieri

(Tatiana Pieri, protagonista con Federica Bilardo in Winter Cup al Tc Maniago)

di Alessandro Mastroluca

Si chiude in trionfo la prima fase di Winter Cup per l’Italia. A Maniago, le azzurre non lasciano nemmeno un set in finale alla Norvegia e si qualificano da teste di serie per la fase finale di Veska, in Repubblica Ceca, cui accedono le finaliste dei quattro raggruppamenti.

Come da pronostico, la semifinale contro la Polonia si è rivelata la vera finale anticipata del torneo per l’Italia di capitan Silvia Farina. La Norvegia, avversario comunque sulla carta decisamente alla portata delle azzurre, ha dovuto anche rinunciare alla numero 1, Malene Helgo, e reso l’ultimo atto del torneo ancora più scontato.

Federica Bilardo ha messo il confronto subito in discesa, con un 61 62 netto tanto nel punteggio quanto nel gioco su Lillian Gabrielsen. Nessuna sorpresa anche nel secondo singolare, con Tatiana Pieri, figlia e allieva del maestro Ivano, che cede appena un game in più contro Astrid Wanja Brune Olsen. Il 63 61 finale tiene in alto il nome delle sorelle Pieri, con Jessica, classe ’95, già capace di centrare una semifinale ITF in Tunisia a metà gennaio, battendo la numero 577 del mondo Caroline Romeo prima di cedere in tre set dalla testa di serie numero 1.

Il doppio, largo, successo rende il doppio conclusivo praticamente un pro forma. Ma le azzurre non concedono nulla. Bilardo e Visentin, l’under 16 trentina più in forma del momento, che si allena a Rovereto con Luca e Andrea Stoppini oltre al preparatore Matteo Lazzizzera, fanno calare il sipario su una finale dominata dal primo all’ultimo punto con un successo per 63 62 su Brune Olsen e Gabrielsen.

Saranno teste di serie nella fase finale anche la Francia, che ha fatto valere il fattore campo e vinto il girone di Brest in finale sulla Croazia; la Gran Bretagna, che ha piegato in rimonta l’Olanda padrona di casa a Zutphen con due punti di Georgina Axon, grande fan di Stan Wawrinka; e la Russia di Evgenija Levashova e Olesya Pervushina che ha dominato in finale la Turchia.

Il girone di Maniago si è chiuso con il successo della Spagna, che si aggiudica la finale per il terzo posto al doppio di spareggio contro la Polonia. A Bilardo e Pieri non resta che sperare di seguire lo stesso percorso delle stelle che da Maniago sono partite verso grandi destinazioni, come Agnieszka Radwanska, presente nel 2005, Belinda Bencic, che ha giocato due anni fa, o Caroline Garcia, protagonista a Genova in Fed Cup della rimonta francese sull’Italia di Barazzutti.

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *