Wta Indian Wells: Preview

di - 6 Marzo 2012

di Sergio Pastena

Parte il primo dei due Masters Series americani di marzo, quello di Indian Wells: cinque italiane ai
nastri di partenza, oltre al gotha del tennis mondiale: tra le prime 16 mancano solo Serena Williams e Andrea Petkovic. Andiamo a vedere il tabellone femminile basandoci, come al solito, sugli ottavi “teorici”.

Azarenka (1) – Goerges (14): non si può dire certo che sia il lato più insidioso. Pochi i pericoli concreti per Vika fino agli ottavi di finale: al terzo turno le toccherebbe una Kuznetsova tutt’altro che in forma, mentre la Goerges avrebbe la Medina Garrigues. Per il resto, tra Mirza, Barthel e Baltacha, non ci sono avversarie quotatissime in circolazione.

A.Radwanska (6) – Jankovic (12): Jelena ultimamente è in ripresa e spera di andare lontano. Per farcela dovrà superare la Wickmayer e, prima ancora, potrebbe trovare la slovena Hercog, mentre la Radwanska al terzo turno avrà la nostra Pennetta e già dovrà affrontare un esordio abbastanza impegnativo contro una tra Cirstea e Benesova.

Kvitova (3) – Pavlyuchenkova (13): altra slot che ci interessa, perché è quella di Sarita Errani, che al primo turno avrà la King. La Pavlyuchenkova non è in un gran momento, un eventuale terzo turno sarebbe contro la Kerber. Insomma, la strada verso la Kvitova (che dal suo lato non ha grandissimi ostacoli) sembra essere decisamente percorribile.

Zvonareva (9) – Li (8): la Zvonareva nel 2012 ha un bilancio tutt’altro che esaltante di 4-4, la Li non si vede in campo da un mese (brutta sconfitta a Parigi contro la Pironkova). Tra Hantuchova, Zheng e outsider come Zakopalova e Date-Krumm, sembra essere uno dei lati più incerti del tabellone femminile. Per la gioia di Petra Kvitova.

Bartoli (7) – Schiavone(10): possiamo dirlo tranquillamente: per una Schiavone che deve difendere gli ottavi dell’anno scorso, un incrocio contro la Bartoli non è certo da buttar via. Attenzione, però: prima Francesca dovrebbe incrociare Shahar Peer e fu proprio l’israeliana ad eliminarla nel 2011. La Bartoli, invece, dovrà stare attenta alla Kanepi.

Ivanovic (15) – Wozniacki(4): per la danese è il momento della verità. Si trova a difendere mille punti che, se persi, la scaraventerebbero al sesto posto, distantissima dalla quinta. Il sorteggio certo non l’ha penalizzata, ma anche un’uscita in semifinale sarebbe una brutta botta. E intanto Peng e Ivanovic non staranno a guardare…

Stosur (5) – Lisicki (11): un altro lato bello carico. Oltre alle due favorite ci sono la Kirilenko, la Petrova e, soprattutto, due outsider in ottima forma come Martic e Begu e la Martinez Sanchez che, se in giornata, anche sul duro può dire la sua. Per la vincente in premio (si fa per dire) un eventuale quarto di finale contro Maria Sharapova.

Sharapova (2) – Cibulkova (16): Masha avrà subito una tra Dulko e Dokic, entrambe fuori fase in questo periodo, per poi trovare Cetkovska o Halep. A quel punto, nel caso vincesse, speriamo che si ritrovi a sfidare Robertina Vinci, che però dovrà prima piegare la Cibulkova. In questa slot anche la Brianti, che esordisce contro la Soler Espinosa.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *