Diario di Bordo de La Grande Sfida

di - 2 Dicembre 2012


(Marta Polidori con Sara Errani)

da Milano, Marta Polidori

Ed è finalmente arrivata per me l’opportunità di raccontarvi, per la seconda volta, de “La Grande Sfida” che si è svolta ieri al Milano Forum di Assago!
Ho deciso di impostarla come diario di bordo, che riesce sempre ad accorciare le distanze tra me e voi lettori.
La mia giornata è cominciata alle otto e mezza, quando dalla mia nuova casa in quel di Novara mi vesto e mi reco in stazione, destination Milano Centrale.
Lì una persona molto simpatica (non faccio nomi) ha avuto la gentilezza di venirmi a prendere in macchina, facendomi risparmiare tempo, denaro e fatica (e la ringrazio infinitamente!).
Arrivati al Forum cerchiamo subito la nostra postazione da addetti stampa; quest’anno la tribuna è decisamente più comoda rispetto all’anno scorso: era talmente vicina al campo che ogni volta che le Williams servivano mi vedevo passare tutti i momenti più belli della mia vita in un flash; scrivere era quasi impossibile, con un attimo di distrazione potevi non rivedere più i tuoi cari ed essere sepolto con il segno di una pallina in piena faccia.

La tribuna stampa questa volta sono dei semplici quanto efficienti posti a sedere, mentre la sala per i computer e con la connessione a internet si trova da un’altra parte, ma nulla di inarrivabile…
Dopo aver visto Maria Sharapova riscaldarsi con Alessandro Bega, cerco di ottenere una foto con lei, che mi viene freddamente negata.

L’episodio non mi ferma. Alla fine del riscaldamento tra Sara Errani e Roberta Vinci tento un approccio e loro, molto gentilmente, mi concedono di farsi fotografare. Splendido ricordo da incorniciare in camera!
Roberta Vinci è estremamente simpatica, sempre sorridente, allegra e disponibile, Sara Errani sembra un po’ più introversa, ma molto gentile anche lei.
Ci rechiamo alle 14.30 alla conferenza stampa “Un nuovo modo di investire nello sport”, che con la partecipazione di Amaurys Pérez (pallanuotista cubano naturalizzato italiano), Francesca Dallapé, Tania Cagnotto, Valerio Aspromonte e Marco Orsi (nuotatore italiano, specializzato nelle distanze brevi, 50 e 100 metri, dello stile libero), ci espongono le loro idee e come abbiano allargato la sponsorizzazione ad atleti di sport non professionistici.

Finita la conferenza un buffet, e lì, avendo io saltato il pranzo per problemi di tempo, comincio giustamente ad “abbuffarmi”(decisamente poco professionale penserete, ma in realtà ho mangiato 3 pizzette e tre pasticcini, e bevuto un caffè…).
L’evento vero e proprio comincia alle 16.00; in quel lasso di tempo che va dalle 15.30 alle 16.00 riesco a farmi una foto con niente meno che Ljubicic!
Scorgiamo in lontananza Giorgio Armani, ed è subito scatto per andare a fotografarlo e cercare di rubargli qualche parola.
L’evento finalmente comincia.

La prima ad entrare in campo è Roberta, con il chiasso del pubblico, applausi ed i fischi delle grandi occasioni. Ana è come sempre bellissima (e lasciatemelo dire, dal vivo è ancora meglio nonostante sia dimagrita notevolmente), e viene preceduta dalla bandiera della Serbia. Sara Errani fa il suo ingresso trionfale, applausi alla stregua di quelli per Roberta Vinci, successivamente entra Masha, e lì probabilmente abbiamo rischiato che cedesse il Forum tanto è stato il fragore. Ora è la volta degli inni.
(Non riesco a guardare oggettivamente Masha, accecata dallo spirito di vendetta per quella foto che non mi è stata concessa).
Dal vivo Ana e Masha sono veramente due giganti: la Sharapova è 1.88, mentre la Ivanovic 1.84. Conoscere dal vivo la Ivanovic è uno stupirsi in positivo; è una ragazza dolce, talmente carina e solare che non puoi non tifare per lei!
I match volano via anche abbastanza velocemente. Roberta gioca la prima partita della giornata contro Ana, un set che termina al tie-break per la serba. Sara si scontra con Masha, e ne esce con un 6-2 per l’altissima russa, sicuramente non avvantaggiata dalla superficie troppo veloce.

Il doppio è la riscossa delle azzurre! Si impongono con un 6-4, ottenuto grazie ad un break sul 4-4!
L’evento termina quasi qui, abbiamo solo più la premiazione a cui assistere, e lentamente il Forum inizia a svuotarsi.
Quanta gente ci sarà stata? Pochissimi i biglietti invenduti, saranno state presenti presumo 11.000 persone almeno…
La giornata è finita, però c’è una morale: anche se la tribuna stampa è leggermente distanziata dal campo, mai sedersi in prima fila, o salti ad ogni servizio o smash!
Questa festa dello sport è stata una grande opportunità per i bambini di giocare e conoscere le campionesse. Sono rimasti tutti molto contenti, pronti ad avere un autografo dai loro idoli femminili!

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *