Challenger Francavilla 2019, Ocleppo si arrende all’ostacolo Molleker

di - 23 Aprile 2019
Julian Ocleppo
Julian Ocleppo - foto Challenger Barletta 2019

Niente da fare per Julian Ocleppo nel secondo turno degli Internazionali di Tennis d’Abruzzo | Gold Bet Tennis Cup 2019. Il tennista azzurro è stato sconfitto dal tedesco Rudolf Molleker con il punteggio di 6-4 3-6 6-4 in un’ora e quarantuno minuti di gioco.

Che Julian Ocleppo fosse pronto al salto di categoria era ormai chiaro da alcune settimana ed il match odierno, nonostante la sconfitta, ne è stata l’ennesima dimostrazione. Nel primo set il giovane tedesco fa valere tutte le sue doti di contrattaccante, dimostrandosi solido al servizio (zero le palle break concesse) e lucido nello sfruttare l’unica occasione concessa dall’azzurro.
Nel secondo gioco del secondo parziale un ritrovato Ocleppo mette subito in difficoltà l’avversario. Molleker annulla due palle break consecutive sfruttando a dovere la battuta ma non può nulla poco più tardi, quando troppo lento in uscita dal servizio subisce il primo ed unico break del set, quello decisivo. Nel momento della verità il classe 1997 non trema: prima mette a segno una fantastica palla corta, poi chiude il parziale con un dritto vincente dopo un’ottima seconda che lascia di sasso il numero 168 del ranking Atp.

Nel terzo e decisivo set il pubblico di Francavilla spinge a gran voce il figlio d’arte, impeccabile fino al 5-4. La prima palla break del set coincide con un match point, annullato con una rischiosa discesa a rete che trova il tedesco impreparato. Due colpi dopo, però, il tedesco chiude i conti sfruttando un dritto a rete di un Ocleppo sfiancato dalla dura battaglia.

Tornerà domani in campo invece Riccardo Bonadio per il rush finale contro Kimmer Coppejans: il match è stato sospeso per oscurità sul 4-4 al terzo dopo che il giocatore di San Vito al Tagliamento aveva mancato due match point (uno nel decimo gioco e uno nel dodicesimo, entrambi in risposta) prima di cedere la seconda frazione al tie-break.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *