Lemon Bowl 2015: Il Video delle Finali

di - 8 Gennaio 2015

Paolo Verna con Brenda e Linda Fruhvirtova
(Il direttore del Lemon Bowl Paolo Verna con le sorella Linda e Brenda Fruhvirtova)

dal Lemon Bowl (Roma), Alessandro Nizegorodcew e Luca Fiorino

Video e interviste dalle finali del Bowl 2015

© riproduzione riservata

5 commenti

  1. nunzio vobis

    Complimenti al padre patologico ceco per la bella vittoria, ma deve imparare un pò di inglese e insegnarlo anche alle figlie, ecco su questo noi siamo più avanti, mia figlia potrebbe sostenere già un intervista sia in inglese che spagnolo, perchè patologico si, ma scemo no, piano B sempre deve seguire il piano A, altrimenti ci ritroviamo figli analfabeti con la racchetta in mano.

  2. bogar67

    Osservando i video, direi che in Italia, fino a 12/13 anni vince chi riesce a fare molto bene il cosiddetto caricone, toppone etc Più la palla anche lenta rimbalza alta vicino la riga di fondo più possibilità hai che avversaria poi te la rimandi corta e poi puoi fare il vincente.
    Ricordo una partita del genere tra la piccoletta toscana Alessandra Simonelli e la bombardiera ligure Costanza Pera durante i campionati Italiani under 13, direi che la ragione sta a metà visto i risultati attuali delle due nostre 98!!

  3. Alessandro Nizegorodcew
    Autore

    @bogar67
    Se è un tuo pensiero generale ok, rispetto la tua opinione, ma giudicare da tre colpi in croce che ci sono nel video mi pare assurdo, non credi?

  4. bogar67

    Alessandro Nizegorodcew
    pensiero generale, è l’impostazione italiota del maestro italiano certificato che fa contento i genitori che quando vanno a fare tornei spendono soldi e vogliono vedere i loro bambini e le loro bambine vincere non importa come.
    Da qui la tanto evocata scuola Italiana, la scuola dei topponi, che in campo femminile, visto anche l’altezza media delle speranze azzurre, (vedi altezza delle migliori ragazze wta) diventata la scuola del tapponi, 🙂 nel senso di ragazze che possono fare solo questo tipo di gioco per poter emergere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *