ITF under-18: buona la seconda per Nolan

di - 29 Settembre 2014

daniel nolan

(Daniel Nolan)

di Lorenzo Cialdani

Ultima tornata per gli Under18 nel mese di Settembre, con i tornei principali della settimana di scena in Uruguay ed in Cina, entrambi Grade 2.

L’Uruguay Bowl, su terra rossa, vede una nutrita schiera di sudamericani alla rincorsa del titolo, con qualche outsider proveniente dagli USA e dal Canada a cercare di impensierire gli specialisti del settore. Sono proprio due statunitensi a centrare la semifinale: Jack Barber, classe ’97 e testa di serie N.7, e Ulises Blanch, testa di serie N.2 di un anno più giovane del suo connazionale. I due, che fino a quel momento avevano vinto i loro match senza grandi problemi devono arrendersi, Barber a causa di un infortunio, a quelli che saranno poi i finalisti, ovvero Franco Capalbo e Gabriel Roveri Sidney, argentino e brasiliano entrambi diciassettenni. A spuntarla è Capalbo che in finale annichilisce il suo avversario lasciando per strada solamente un game nel primo parziale. Nel tabellone femminile sono ancora i nati nel 1997 a fare da padroni: il successo finale va ad un’altra giovane argentina, la promettente Julieta Lara Estable, che riesce ad avere la meglio della statunitense Madison Bourguignon per 6-2 7-6(2) nonostante un pronostico tutto dalla parte della giocatrice sconfitta.

Al “China Junior 16” di Pechino, su cemento outdoor, si prende la sua rivincita ad una settimana di distanza l’australiano Daniel Nolan, ennesimo classe ’97 protagonista in settimana, che in semifinale riesce a sconfiggere il coetaneo Soon Woo Kwon, coreano che appena 7 giorni fa lo aveva battuto in finale al “China Junior 15” a Guangzhou, per poi prendersi la vittoria finale sconfiggendo il bravissimo qualificato atleta di casa Huixin Wang, già diciottenne, con il punteggio di 6-4 6-3.

Ottima serie positiva anche per la cinese Yue Yuan, classe ’98, che nell’ultimo mese, in quattro tornei ITF in terra cinese, ha raggiunto la finale a Xiamen e a Nanjing, la semifinale a Guangzhou, persa poi dalla vincitrice finale Olesya Pervushina, e la splendida vittoria di sabato proprio a Pechino, con il successo in finale proprio con la Pervushina con il convincente punteggio di 6-2 6-0.

Italiani di scena solo nel “Losinj Junior Cup”, su terra croata: non sono riusciti a superare le qualificazioni Maurizio Speziali, eliminato dopo aver usufruito di un “bye” al primo turno, e i due ’98 Mattia Ros e Giuseppe Tresca, entrambi sconfitti nel terzo decisivo turno di qualificazione. Nel main draw sono altri due ’97 a tenere banco, con Gianluca Grison che raggiunge il terzo turno e l’ottimo Luca Giacomini che raggiunge i quarti di finale prima di essere sconfitto dall’ungherese David Szintai.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *