Us Open: La prima settimana

di - 2 Settembre 2008

di Fabio Danzetta

Il nostro Flavio Cipolla merita di diritto la copertina per la prima parte dello slam americano.
Il tennista romano, con la grinta di chi ama veramente questo sport e gioca con il cuore, è entrato nel main draw
come lucky-loser e ha subito cominciato a macinare un gran bel gioco fatto di colpi magici e dal sapore antico; insomma cose da veri intenditori alla faccia di quei giocatori tutto muscoli e dal braccio di legno capaci solo di sparare bordate e che giocano di volo con la sensibilità di un elefante.
Flavio che si è veramente fatto da solo, senza particolari aiuti da strutture, al primo turno supera il ceco Henrych in 5 set dopo una battaglia tremenda.
Al secondo turno si sbarazza del cinese Lu in 4 set e al terzo turno sfiora l’impresa epica andando in vantaggio di due set con il numero 10 ATP lo svizzero Wawrinka prima di farsi rimontare e quindi sconfiggere al 5 set.
Flavio nei primi due set gioca benissimo e tiene testa allo svizzero disorientato dai colpi che escono dalla racchetta magica del tennista romano.
Purtroppo un calo fisico con conseguenti problemi motori pregiudica il match di Cipolla provato anche dalle fatiche dei precedenti match.
Flavio nonostante il dolore tiene duro e si gioca tutto nel 5 e decisivo set ma cede per 6-4 dimostrando però di essere un vero combattente che dovrebbe essere di esempio per tutti i suoi “colleghi” .
Un torneo eccezionale da 10 e lode che il tennista romano si ricorderà e porterà sempre nel cuore conscio di averci fatto emozionare non solo per il suo gioco ma sopratutto per il suo approccio al tennis schietto e cristallino come il suo talento.
Per quanto riguarda gl altri italiani Seppi è stato superato da Roddick al terzo turno, Bolelli al primo da Wawrinka Starace al primo da Stepanek e Fognini al primo da Odesnik.
Il tabellone si sta allineando ai quarti di finale due dei quali sono stati già definiti: Nadal-Fish e Del Potro-Murray.
Per quanto riguarda la rivalità tra Nadal,nuovo numero uno, e Federer lo spagnolo sembra inarrestabile anche su questa superficie ma lo svizzero sta giocando veramente bene come dimostra l’ottimo show contro Stepanek.
Probabilmente ci attende in finale l’ennesimo scontro diretto.
Da segnalare l’eccezionale periodo di forma dell’argentino Del Potro oramai diventato una realtà del cirucito maggiore.

A risentirci per la seconda parte dello slam.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *