Camilla Rosatello: “Felicissima per le partite disputate qui a Caserta”

di - 20 Maggio 2016

Camilla Rosatello

Di Daniele Sforza

È una Camilla Rosatello contentissima e forse quest’aggettivo non riesce a descrivere pienamente le sensazioni e emozioni della giovane ragazza italiana. Dopo uno stop di 6 mesi la troviamo a Caserta, per giocare il primo torneo stagionale e possiamo definirla la sorpresa del torneo, visti i quarti raggiunti. L’abbiamo sentita dopo la vittoria contro la tennista cilena Daniela Seguel.

Una grande vittoria oggi con una top 300 e un’altra gran partita ieri con una giocatrice in crescita come la Pieri, come ti senti?

Mi sento benissimo anche perché è il mio primo torneo della stagione dopo 5 mesi molto difficili. Trovare queste emozioni in campo è semplicemente bellissimo. Mi sento migliorata sotto tutti i punti di vista e sto giocando molto bene, per questo sono felicissima.

Quest’oggi dopo il primo set vinto eri sotto 3-1, come sei riuscita a cambiare il senso della partita che magari poteva sfuggirti di mano?

Dopo il primo set ero molto contenta e mi sono rilassata un pochino, ho avuto chance per andare sopra 2-1 ma non ho gestito bene la situazione e ho giocato il game successivo molto male però non ho mollato, sono rimasta li, come successo ieri, e sono andata sopra la palla, cercando di spingere e mettere ancora più pressione e riottenendo il break mi sono sentita più in fiducia, poi sul 4-4 ho piazzato la zampata vincente.

Miglior vittoria della tua carriera, possiamo definirla così?

Si, assolutamente. Soprattutto considerando il periodo da cui vengo, credo sia una delle vittorie più belle, insieme a quella di ieri.

Parliamo del match di ieri, eri avanti 5-2 30-0 e hai finito per perdere il set 7-5. Poi sei riuscita a rimanere attaccata al match e a portarlo a casa, come hai fatto?

Diciamo che mi ha sorpreso molto perdere quel set 7-5, è stato merito della mia avversaria che ha cambiato il suo gioco e mi ha sorpreso. Poi anche sotto 3-1 nel secondo ho provato a rimanere attaccata ad ogni punto, anche non giocando bene ma lottando su ogni palla. Poi il mio tennis è cresciuto mentre lei è calata e sono riuscita a portarla a casa. Per certo questo match è stato più duro rispetto a quello di oggi.

Hai parlato di uno stop di 5 mesi, cosa è successo?

Sto giocando con un epitroglite cronica e ho ancora problemi nelle partite (questa settimana meno) però riesco a giocare. Tuttavia sono stati 5 mesi durissimi perché io non ero mai stata tanto ferma per infortunio però ammetto che mi è servito molto, per crescere, per migliorare sotto molti punti di vista anche nella gestione di questi momenti perché nell’arco di una carriera succedono a tutti. Riuscire a uscire da questo periodo giocando un primo torneo di questo tipo mi rende molto felice.

Un grosso balzo in avanti anche nel ranking…

Si, ora non ho molto sott’occhio i punti ma penso e credo di si.

Prossimi impegni?

Giocherò Grado e Brescia, poi avrò due settimane di stop e poi tornerò a Roma e Torino.

Come ti trovi qui a Caserta, è la prima volta che vieni?

Si, è la prima volta. Mi trovo benissimo, il circolo è molto ospitale, si mangia benissimo e devo dire che ti fanno sentire un po’ come a casa e l’organizzazione secondo me è perfetta,uno dei migliori tornei Itf che ci sono in Italia. Nonostante abbia piovuto tanto sono riusciti a giocare e concludere il programma. Mi piace un sacco e i campi sono in ottime condizioni.

Obiettivi per la stagione?

Giocare più tornei possibili senza dolore e più che sul ranking voglio concentrarmi a migliorare il gioco, la testa, il fisico per avvicinarmi al livello delle top e poi sicuramente la classifica verrà da se.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *