Dustin Brown: “Non mi taglierei i capelli per nessun titolo”

di - 8 Maggio 2015

Dustin Brown

da Roma (TC Garden)Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

“S” di Superman Dustin Brown. Arriva il primo successo in questo 2015 per il giamaicano naturalizzato tedesco in coppia con l’esperto doppista ceco Frantisek Cermak. Un tennista imprevedibile dentro e fuori dal campo, non a caso oggi per poco non viene alle mani con Andres Molteni, avversario odierno nella finale di doppio, per via di un doppio rimbalzo dubbio. Il risentimento passa dopo pochi minuti, giusto il tempo di stappare una birra e concedersi ai “microfoni” di Spazio Tennis per una breve intervista.

Congratulazioni Dustin per questo titolo. Come è stata questa settimana?

E’ stata una buona settimana. Sfortunatamente non ho giocato come avrei dovuto in singolare nel match di quarti di finale ma è stata comunque una ottima settimana in doppio con Frantisek. Era la prima volta che giocavamo assieme, sono davvero contento di aver ottenuto questo titolo.

Nel match di oggi c’è stato un piccolo litigio con Andres Molteni. Ci puoi spiegare cosa è successo?

Niente da dire. Sono liti che accadono in campo, sarebbe meglio che non accadessero ma a volte sono inevitabili.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

Devo provare a rientrare fra i primi 100 al mondo per poi entrare fra i primi 50. Sto giocando bene, devo accumulare più match possibili, acquisire maggiore fiducia in attesa della stagione sull’erba.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Dipende, mi piace trascorrere molto tempo libero con i miei amici, anche in camera a giocare alla playstation, al computer o sentire per fatti miei un po’ di musica.

Per quale torneo saresti disposto a tagliarti i capelli?

Probabilmente nessuno (ride, ndr).

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *