Federica Quercia: “Devo migliorare il mio gioco d’attacco”

di - 9 Dicembre 2009

Federica Quercia
(Federica Quercia – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew

Non sarà una delle tenniste più spettacolari del circuito Itf, ma se chiedete alle altre ragazze quale giocatrice eviterebbero volentieri ai primi turni di un 10.000$, Federica Quercia sarà certamente tra le primissime scelte. Federica ha 24 anni e da parecchi anni ormai è frequentatrice assidua del circuito Itf, alternando tornei da 10.000$ e 25.0000$. Il suo best ranking è di numero 381 Wta, ottenuto nel 2007, mentre oggi si attesta alla posizione 456.

Federcia Quercia è una giocatrice molto solida, dotato di un bellissimo rovescio bimane e di un diritto invece piuttosto debole, con il quale difende in maniera impeccabile, ma non riesce ad offendere. In più, caratteristica non da poco, ha piedi molto veloci, che le consentono di arrivare quasi sempre sulla palla nella corretta posizione. Come detto, nessuna giocatrice ha piacere nell’affrontare la Quercia nei primi turni, perché già si è consapevoli di dover faticare molto per conquistare ogni 15. Per provare a salire di livello, la costruzione di un servizio migliore e di un diritto molto più incisivo, sono d’obbligo per Federica.

La continuità è la caratteristica che ha contraddistinto la stagione 2009 della Quercia, che ha raggiunto ben 9 volte i quarti di finale (8 in tornei da 10.000$ e 1 nel 25.000£ del Tevere Remo). Un curioso record, che divide insieme alla polacca Radwanksa (ovviamente nel circuito Wta) e con l’altra azzurra Valentina Sulpizio. Il problema di fare quarti di finale nei 10.000$ è che i punti e i soldi portati a casa sono davvero pochi ed il salto di qualità deve essere il primo obiettivo. Abbiamo intervistato Federica, parlando del 2009, in vista del nuovo anno.

Innanzitutto, raccontaci come è stato il tuo 2009..
Diciamo che la stagione 2009 si puo’ dividere in 2 parti. La prima non molto buona, caratterizzata da alcuni primi turni consecutivi, dovuti anche a qualche sorteggio sfortunato; e la seconda, nella quale sono andata migliorando, vincendo più partite e di conseguenza entrando più in fiducia.

Quali sono stati i tuoi momenti migliori?
Sicuramente il torneo romano del Tevere Remo (25.000$) nel quale ho raggiunto i quarti di finale, giocando un buonissimo match in particolare con la francese Laisne. Ho disputato un buon torneo anche a Ciampino (10.000$), nel quale ho raggiunto la finale. Citerei anche gli ottavi raggiunti nel 25.000$ di El Cairo, durante il quale ho vinto una partita lottatissima contro la romena Buzarnescu, contro la quale avevo sempre perso.

Federica Quercia
(Federica Quercia – Foto Nizegorodcew)

Sono ormai parecchi anni che veleggi tra 300 e 500 Wta. Cosa ti manca per fare il salto di qualità?
Per salire di livello dovrei riuscire a migliorare il mio gioco in attacco, giocando un dritto un po’ più incisivo; inoltre cercare di giocare meno in difesa e di subire meno il gioco della mia avversaria. Mi sento migliorata sotto questo aspetto, ma la strada è ancora lunga; infatti cercherò di lavorarci durante la preparazione invernale, che inizierò a metà dicembre, al mio ritorno in Italia.. Ora sono in vacanza! (meritata.. ndr)

Quali sono i tuoi obiettivi per la stagione 2010?
L’obiettivo principale sarà quello di migliorare la mia classifica, raggiungendo un ranking che mi possa permettere di entrare almeno nei 25.000$ direttamente in tabellone. Giocando solo 10.000$ i punti sono talmente pochi che non si riesce a scalare la classifica. In più, il livello di questi tornei è cresciuto e le partite non sono affatto facili. Trovarsi a lottare per conquistare pochissimi punti non è il massimo. Per quanto riguarda la programmazione, non inizierò con i tornei prima di fine febbraio, probabilmente con due 10.000$ in Portogallo, altrimenti partirò direttamente dal torneo di Pomezia.

© riproduzione riservata

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *