Gianluca Naso: “Aver cambiato team è stato un bello slancio”

di - 30 Settembre 2015

Gianluca Naso

da Roma (Bfd Energy Challenger), Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

Siamo qui con Gianluca Naso. Al primo turno subito una vittoria in un derby e nel secondo turno ti aspetta un bel match contro Cecchinato, altro derby.

Sì, stiamo facendo un triangolare (ride). Primo turno è andato abbastanza bene anche se c’era un po’ di tensione. Domenica sono arrivato tardi, c’era un po’ di preoccupazione. Ma sono riuscito a giocare molto bene, a giocare solido ed anche bene tatticamente. Ovviamente Salvatore (Caruso) ha un ottimo livello di tennis ma non ha giocato benissimo, per questo la partita è finita abbastanza nettamente. Domani sarà una bella partita, giocherò contro il giocatore più in forma sicuramente in questo periodo e forse anche durante l’anno. Sarà una bella partita, questa è la terza volta che ci incontriamo. Una volta vinsi io, una volta vinse lui, ma ogni partita ha una storia a sé. Ovviamente dovrò giocare molto molto molto bene per poterlo battere.

Ne parlavamo prima: lo scorso ottobre eri numero 480 in classifica, ora sei salito alla 185. Qual è stata la chiave di questa grandissima annata? Peraltro, congratulazioni, che a breve sarai papà.

Ti ringrazio. Sicuramente il fatto di aver cambiato team e di aver preso decisioni importanti è stato un bello slancio. Ho il preparatore atletico nuovo che mi ha fatto tornare fisicamente ad ottimi livelli. Ho cambiato anche allenatore, ora mi alleno con mio cugino, che mi conosce da tantissimo tempo ed è quindi riuscito a dialogare meglio con me, ad avere un ottimo rapporto in campo, ad avere un rapporto di collaborazione e non di maestro-giocatore. Queste due cose sono sicuramente importanti, poi la fiducia che si è accumulata da inizio anno. Ho giocato molto bene i Futures che ci sono in Italia ed all’estero, ne ho vinti 6, ho accumulato tanti punti e l’anno non dico che inizia in discesa ma quasi. Vincere aiuta a vincere e la fiducia è la cosa più importante che ti aiuta a vincere una partita. Il discorso di diventare papà è stata una notizia stupenda, un po’ la ciliegina sulla torta per quanto riguarda questo 2015.

Numero 185 oggi, best ranking alla 175esima posizione. Immagino che il tuo prossimo obiettivo sia quello di migliorare questa classifica.

Sicuramente. Credo di poter giocare ad un livello ancora un pizzichino più alto, ma devo lavorare molto per arrivare a giocare ad un livello più alto e migliorare ancora fisicamente. Con il preparatore atletico stiamo già cercando di migliorare rispetto agli spostamente all’interno del campo. E sì, l’obiettivo è quello di migliorare il best ranking; sono lì vicino e spero di migliorarlo il prima possibile.

Un grosso in bocca al lupo ed ancora congratulazioni.

Grazie mille, un abbraccio.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *