ITF Brescia: titolo a Colmegna e Chiesa, le loro parole

di - 5 Giugno 2016

Chiesa-Colmegna

Di Michele Galoppini

Successo azzurro nel torneo di doppio dell’ITF di Brescia, con montepremi da $50.000. Sul Grandstand del circolo ‘Forza e Costanza’ Deborah Chiesa e Martina Colmegna hanno sconfitto le teste di serie numero 1 del torneo di doppio Cindy Burger e Stephanie Vogt, con il punteggio di 6-3 1-6 12-10. Partita molto divertente e ricca di capovolgimenti di fronte, terminata in un supertiebreak thriller: le azzurre si sono infatti portate sul 9-4, dove hanno quindi avuto 5 match point consecutivi. Burger/Vogt hanno reagito e messo a segno 6 punti consecutivi e giocato quindi un match point a loro volta, quando poi le azzurre hanno chiuso con 3 punti consecutivi.

Ecco le parole di Chiesa e Colmegna dopo la cerimonia di premiazione.

Partita durissima oggi. Siete arrivate poi al 9-4 del supertiebreak… e poi cosa è successo?

Chiesa: “Arrivi al 9-4 e la prima cosa che pensi è che un punto lo riuscirai pure a fare [risata]. Le altre invece sono rimaste lì, non hanno mollato niente e noi ci siamo fatte prendere da un po’ di agitazione, che può essere anche normale in un tiebreak. Poi sul 9-9 siamo andate addirittura sotto ed abbiamo dovuto affrontare un match point. Lì abbiamo proprio pensato che non avremmo potuto perdere una finale in quel modo ed abbiamo reagito bene giocando tre bellissimi punti per vincere 12-10.”

È solo la seconda volta che giocate assieme, ma immagino che a questo punto questa sarà una coppia che si ripeterà anche in futuro.

Colmegna: “Sicuramente, ci troviamo molto bene assieme.”

Cosa vi piace l’una dell’altra sul campo da tennis?

Colmegna: “Beh, Deborah è solidissima in doppio, a rete interviene molto spesso e si muove bene. Essendo così solida dà modo a me di entrare, che è la cosa che mi piace di più. Poi serve bene, quindi direi perfetta! [risata]”
Chiesa: “Stesso discorso per Martina, perché da fondo lei gioca sempre molto carico e le avversarie vanno spesso in difficoltà, indietreggiano, ed io riesco così ad entrare. Poi anche lei è molto solida, in più siamo molto affiatate, ci crediamo. Quindi il nostro team funziona bene [sorriso].”

Apriamo anche una parentesi sul singolare. Tu Deborah venivi dall’ottimo torneo in Polonia e quindi non hai potuto partecipare, mentre tu Martina sei rimasta abbastanza delusa dal match di qualificazione, eppure vi siete rifatte alla grande in doppio.

Colmegna: “Il mio match non è stato deludente, nel senso che io purtroppo non ho giocato bene, ma la mia avversaria [Beatriz Haddad Maia] al contrario è stata molto brava e molto solida, ed il suo gioco mi dava molto fastidio. Però dai, non è andata così male [risata].”
Chiesa: “Io invece sì, arrivo dall’ottima finale nel $10.000 di Varsavia, le sensazioni sono molto buone e si è visto in doppio questa settimana. Domenica scorsa dopo Varsavia sono corsa a giocare la Serie A qui a Lumezzane, ma ho finito i doppi di spareggio alle 19:30, quindi non c’è stato modo di venire qui purtroppo. Però l’anno prossimo ci sarò anche in singolare.”

Ultima domanda: prossimi impegni ed obiettivi di breve termine?

Colmegna: “Ora io andrò a Padova nel $25.000, poi Roma, sia nel $25.000 che nel $50.000. Obiettivo al momento è quello di prendere più punti possibili per farmi una classifica, almeno da top600. A Chiasso ti avevo detto top700, ora aumentiamo [sorriso].”
Chiesa: “Io la settimana prossima avrei dovuto andare in Slovenia, ma siccome ieri ed oggi l’addominale si è fatto un po’ sentire preferisco prendermi una settimana di riposo e di allenamento. Poi anche io andrò al $25.000 di Roma, dove faremo ancora il doppio [risata]. Obiettivi: l’anno scorso a marzo ero 690, poi ho avuto dei problemi che mi hanno tenuta ferma; quindi obiettivo principale è tornare al best ranking e da lì salire sempre di più.”

© riproduzione riservata

Un commento

  1. Pingback: Diario di bordo da Brescia: en-plein italiano, alla Knapp e Chiesa/Colmegna i titoli | SPAZIO TENNISSPAZIO TENNIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *