Nadia Podoroska: “Ho iniziato perchè amavo questo sport”

di - 19 Maggio 2015

Nadia Podoroska

da Caserta, Daniele Sforza con la collaborazione di Paolo Silvestri

Abbiamo intervistato dopo la vittoria nel match di doppio in coppia con la messicana Zarazua nel torneo Itf 25k di Caserta l’argentina Nadia Podoroska, classe ’97, e sicuramente la migliore tra le giovani tenniste del suo paese. Ci racconta gli inizi e qualche curiosità sul suo gioco e sulla sua persona.

Hai appena terminato il tuo match di doppio con Renata Zarazua, è la prima volta che giochi con lei?

Beh, è la seconda volta che gioco con Renata ed è sempre difficile avere una nuova compagna perché non ti conosci ancora a sufficienza, ma è stata una grande partita, siamo state complementari, e abbiamo saputo dare il meglio nei momenti importanti. Sono molto contenta per questo match.

Come hai iniziato a giocare a tennis?

Ho cominciato perché mi piaceva molto questo sport e lo vedevo in TV , ma nessuno mi ha spinto a praticarlo, è stata una decisione mia.

Quando hai capito che il tennis poteva diventare un lavoro per te?

Verso i 12 anni. Ho cominciato a giocare a 5 anni e fino ai 12 per me era un hobby. Mi allenavo tutti i giorni, ma non lo facevo agonisticamente. Poi ho conosciuto il mio attuale allenatore che mi ha proposto di dedicarmici più seriamente, e a 15 anni ho cominciato a fare le scuole via Internet per dedicare più ore agli allenamenti e ai viaggi.

Come ti trovi in Italia?

I tornei sono molto ben organizzati, la gente è molto cordiale, sono veramente molto contenta di essere qua in Italia, è la seconda volta che ci vengo.

Da junior hai ottenuto buoni risultati, cosa ricordi di più?

Come Junior ho avuto la possibilità di giocare l’anno scorso agli US Open, che è stato il miglior torneo al quale ho partecipato.

Come descriveresti il tuo modo di giocare?

Sono una giocatrice aggressiva e mi piace dominare il punto. Cerco sempre di fare correre la mia avversaria e di dominare dal centro dl campo.

E se invece dovessi descriverti come persona fuori dal campo?

Beh, sono…. difficile domanda, ahaha! Bisognerebbe chiederlo al mio allenatore! Sono una persona allegra, mi piace molto quello che faccio e credo che si noti fuori dal campo.

Grazie per la disponibilità!

Grazie a te!

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *