Pistolesi su Master e Derby

di - 10 Novembre 2012

di Alessandro Nizegorodcew

Direttamente da Londra abbiamo intervistato il coach Atp Claudio Pistolesi, presente alla O2 Arena dove sta seguendo il Master.

Claudio, chi ti ha maggiormente impressionato in questi giorni al Master?
“Mi sembra che i soliti tre (Federer, Djokovic e Murray; ndr), ovvero i Fab Four senza Nadal, siano sempre un po’ sopra agli altri a livello di consistenza. Non a caso il match più bello sino ad ora è stato Murray-Djokovic.”

Che atmosfera si respira a Londra?
“L’Atp è ormai la Vera Istituzione Mondiale del tennis e qui a Londra c’è praticamente la proclamazione di questo dato di fatto. Un entusiasmo solenne, una passione tangibile da parte di centinaia di migliaia di persone per il Nostro Sport. Si respira aria tennistica pura.”

Ad inizio 2013 ti vedremo al seguito di qualche giocatore Atp? Darai ancora una mano a Danai Udomchoke?
“E’ molto probabile che nel 2013 farò del coaching perché ho offerte continuamente e questo ovviamente mi fa piacere. Ma al momento fare formazione con GPTCA e UISP mi piace di più. Si, per quanto riguarda Danai, sicuramente lo aiuterò ancora. E’ un fratello per me…”

Passiamo al calcio. Siamo in clima derby (Lazio-Roma, domenica ore 15.00). Sei scaramantico? E ti stai organizzando per seguire la partita in televisione seppur da Londra?
“Sono molto scaramantico si. Per quanto riguarda il vedere la partita certamente di organizzeremo.”

Come vedi questa partita? Un tuo pensiero su Roma e Lazio…
“Se la Roma è attenta in difesa non c’è partita. Davanti li trebbiamo come ce pare!”

Sei uno zemaniano?
“Zeman lo amo, anche per la testa sempre alta tenuta in trenta anni di carriera da allenatore. Ma anche De Rossi è un grande esempio di atleta romano che inorgoglisce. Lo capisco che “je rode” se nel ruolo che Daniele ritiene suo gioca Tachtsidis, che a me comunque non dispiace. In nazionale lo accetta perché lì gioca Pirlo. Ma se il problema è quello perché non lo sposta in mezzo spostando Tacthsidis a sinistra con Florenzi a destra? Boh… Ma che ce vole tanto? Forse perché a sinistra ci vuole uno che copra Totti nella fase difensiva? C’è anche Marquinho o Bradley. Aggiungo che se Totti non dovesse giocare vorrei vedere al suo posto Pjanic.”

© riproduzione riservata

6 commenti

  1. giovi

    De Rossi è un grande esempio di atleta romano che inorgoglisce, di tennis il coach romano è bravissimo, ma di calcio meglio lasciare perdere.

  2. Gio

    MEGA-OT
    però penso che a più di uno possa interessare, segnalo che dal 23/11 a Genova si svolgerà un torneo OPEN (2.1) con formula Week End sul VELOCE (e campi coperti) !
    Per formula week end si intende (in questo caso) semplicemente che il torneo si gioca dalle 18 del venerdi a tutta la domenica per 3 week end consecutivi. Punteggio “normale” su 3 set e quindi conseguente punteggio “pieno” ai fini della classifica FIT. Essendo sia maschile che femminile potrebbe interessare anche a qualche figlio/a del blog (eh Max che ne pensi ?!). Anzi sarebbe particolarmente interessante potessero partecipare un po’ di under che avrebbero modo di confrontarsi in questo periodo un po’ “morto”. Per info autorizzo Alessandro a dare la mia email (ma anche quella di Zorromancino).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *