Richel Hogenkamp, un inizio col botto!

di - 23 Ottobre 2009

Richel Hogenkamp

di Alessandro Nizegorodcew

Vincere 22 partite consecutive non è impresa facile per nessuno, a qualsiasi livello, in particolare per una ragazza di 17 anni. Stiamo parlando di Richel Hogenkamp, promessa del tennis olandese, top-15 a livello junior e numero 558 Wta. Avere una classifica appena dentro la seicentesima posizione, per una diciassettenne, è un discreto risultato ma nulla di più; la cosa interessante però è che Richel ha raggiunto il numero 558 del mondo giocando solamente 6 tornei e vincendone 3! La Hogenkamp ha iniziato a disputare tornei professionistici nel giugno di questa stagione nel 10.000$ di casa di Apeldoorn, raggiungendo i quarti di finale; successivamente sono arrivate le 22 vittorie consecutive: vittoria nel 10.000$ di Alkmaar, vittoria partendo dalle quali del 10.000$ belga di Rebecq, ancora vittoria in un 10.000$ ad Enschede, 3 partite vinte nelle quali del 25.000$ di Madrid più una vittoria in tabellone.

Richel ha vinto delle ottime partite anche a livello junior. Durante questa stagione ha superato ragazze che già hanno fatto parlare molto di sè, come Mladenovic, Bogdan, Robson e anche l’attuale numero 1 Noppawan Lertcheewakarn. Richel ci ha concesso gentilmente un’intervista, nella quale ci ha raccontato sogni ed obiettivi..

Allora Richel raccontaci di te. Come ti sei avvicinata a questo sport?
Sono nata a Doetinchem, un comune della provincia del Gelderland, che si trova nella parte centro-orientale dell’Olanda. In realtà il mio primo sport è stato il calcio, mentre il tennis ha iniziato a far parte della mia vita abbastanza tardi per la media; ho preso la prima racchetta in mano a 8 anni, in un circolo dietro casa mia, grazie al maestro Michel Lentjes. Da lì è cominciata la mia avventura..

Con chi ti alleni ora? La federazione olandese ti segue con particolare attenzione?
Il mio attuale allenatore è un coach privato: si chiama Kees Oostrom. Ma la federazione olandese è davvero molto importante per me e mi aiuta in tutte le situazioni in cui ne ho bisogno. La federazione è davvero molto importante per me e gli altri giovani ragazzi olandesi.

Tu hai vinto da junior il torneo di Salsomaggiore, ma credo che in Italia ti abbiano visto giocare in pochi. Raccontaci il tuo stile di gioco..
Per prima cosa posso dirvi che la mia superficie preferita è la terra battuta. Il mio colpo migliore è senza alcun dubbio il rovescio lungolinea. Devo migliorare certamente servizio e diritto. Dal punto di vista fisico ho dei piedi molto rapidi e riesco ad essere molto efficace in difesa. Sto lavorando sull’essere sempre più aggressiva in campo e i risultati si vedono giorno dopo giorno.

C’è una giocatrice alla quale ti ispiri nel circuito maggiore?
Io adoro il tennis di Kim Clijsters. Sono molto contenta che abbia ripreso a giocare.. tornando subito a vincere!

In questa stagione, a livello pro, hai vinto il 50% dei tornei disputati e hai ottenuto 22 vittorie consecutive. Ti aspettavi un impatto del genere col tennis “dei grandi”?
Sono davvero molto felice per come è andata questa mia prima stagione Pro. Ho avuto davvero una grande partenza nel circuito Wta e spero e credo di poter scalare velocemente la classifica nei prossimi mesi. Sono molto fiduciosa.

Anche a livello junior sei andata piuttosto bene. Attualmente sei tra le top-15. Come giudichi la tua stagione junior 2009?
E’ stata una bella stagione anche a livello giovanile e sono riuscita a vincere alcuni tornei importanti, come Salsomaggiore (G2) o l’Astrid Bowl (G1). Durante l’anno sono stata anche top-10, ma non mi interessa particolarmente. Il tennis che conta è quello Wta e la mia mente è proiettata solo verso il circuito maggiore.

Quali sono a questo punto i tuoi obiettivi per la prossima stagione e per la tua carriera?
Il mio primo obiettivo deve essere quello di raggiungere le top-100 il prima possibile. Subito dopo tenterò di arrivare tra le top-10, un traguardo che sento alla mia portata.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *