Volandri a Spazio Tennis: E’ tornata la luce

di - 14 Novembre 2011


(Filippo Volandri – Foto Nizegorodcew)

“Dopo un anno e mezzo di incubi, sono tornato a vedere la luce.” Ha esordito così Filippo Volandri, numero 69 delle ultime classifiche Atp, intervistato durante la trasmissione Spazio Tennis di Radio Manà Manà Sport. “Dopo tanti anni passati tra i primi 30-40 giocatori del mondo sono dovuto ripartire, per una serie di motivi, praticamente da zero. Ho ricominciato dai tornei challenger, un mondo molto difficile perché è lì che i futuri campioni si affacciano nei primi anni di carriera; sono stati tanti i giovani, tutti con il coltello tra i denti, che ho dovuto affrontare durante questi lunghi mesi.”

Volandri, già vincitore di due tornei Atp in carriera (St.Poelten nel 2004 e Palermo nel 2006), è rientrato da non molto tra i primi 100 giocatori del mondo, tornando quindi nel gotha del tennis. “Ho potuto assaporare finalmente, di nuovo, i grandi tornei, anche se non sono stato molto fortunato: a Wimbledon ho incontrato Berdych e a New York mi sono trovato di fronte a Del Potro. Ma non posso lamentarmi, è un periodo molto positivo.”

Il giocatore livornese, in passato numero 25 Atp (nel luglio del 2007), si è soffermato anche sulle emozioni che il pubblico romano continua a regalargli, dopo la splendida semifinale del 2007 (dopo aver sconfitto Federe negli ottavi di finale) e tanti altri bei risultati: “Il Foro Italico rimane sempre uno dei miei grandi obiettivi stagionali, perché si gioca sulla mia superficie preferita, in un palcoscenico straordinario e soprattutto davanti ad un pubblico che mi ha dato tantissimo e al quale credo di aver dato tutto me stesso. Il pubblico di Roma è sempre stato e sarà sempre un valore aggiunto del torneo.”

Filippo Volandri, anche è intervenuto sulla Serie A in corso in queste settimane (10-11 dicembre le finali a Rovereto) e sulla sua squadra del Tennis Club Parioli: “Le cose stanno andando molto bene e speriamo di arrivare in fondo a questa bella manifestazione. Per un tennista professionista è molto bello poter affrontare una competizione a squadra come la Serie A, soprattutto dopo una stagione intera in cui si gioca solamente per sé stessi e per la classifica mondiale. L’ambiente al Parioli è ottimo e mi trovo molto bene. Lo spirito e l’unione di questa squadra sono fantastici.”

Chiosa finale sulla programmazione di inizio 2012: “Ho cominciato la preparazione invernale da un paio di settimane. Il primo torneo sarà a Doha, la prima settimana di gennaio; poi disputerò gli Australian Open, prima di partire per il Sud America per la lunga trasferta sulla terra battuta.”

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *