Buona la prima di Kozlov, poker per gli azzurri

di - 26 Ottobre 2015
Stefan Kozlov
Di Giacomo Bertolini
Settimana di prime volte e grandi ritorni nel circuito Itf che, nel fittissimo calendario di questa settimana di fine ottobre, ha visto l’Italia fare la parte della protagonista con un bottino conclusivo di ben quattro titoli.
Partendo dalle fila maschili non si può non iniziare con il battesimo Future della stellina americana Stefan Kozlov (classe 1998) che sul cemento del 15k di Minsk decide di rompere gli indugi andandosi a prendere, contro il padrone di casa Dzmitry Zhyrmont, il primo titolo della carriera, gestendo bene la pressione della finale dominata per 61 76. Ottimo sussulto del promettente Kozlov ma occhi puntati anche sugli italiani, promossi a pieni voti a cominciare da Lorenzo Giustino, tornato a colpire nel 15k di Rodez (ko Barrere 63 67 61), passando anche per il convincente bis del classe ’95 Lorenzo Sonego, bravissimo a monopolizzare sia in singolo che in doppio con Pietro Licciardi, il torneo su terra di Santa Margherita di Pula. A completare l’ottima ondata di risultati Future ci pensa poi il 26enne Roberto Marcora che, da prima favorito sul duro di Ramat Hasharon, riesce a venire a capo sul filo di lana di una finale complicatissima, vinta solo per 75 36 76 contro il numero 2 Julien Dubail. Decisamente meno intricato l’epilogo a in quel di El Kantaoui (10k, cemento) con il brillante spagnolo David Perez Sanz (classe 1994) abile a spazzare via 64 64 il francese Kanar (poker stagionale per l’iberico), molto bene anche il 22enne bulgaro Dimitar Kuzmanov, arrivato a cinque titoli in stagione dopo l’ennesimo colpaccio nel 10k turco di Antalya.
Archiviando il resoconto maschile e passando direttamente a quello femminile la precedenza è “azzurra” grazie al nuovo sigillo messo a segno da una scatenata Jessica Pieri (18 anni), alla terza tacca del 2015 dopo la maratona vinta a Santa Margherita di Pula per 64 16 75 contro la svizzera Nina Stadler. Sempre in tema di maratone vincenti segnaliamo con piacere la “resurrezione” della speranza Usa Grace Min nel 25.000 dollari di Florence (ko la Goncalves 62 46 76), torna a dare segnali incoraggianti anche la 22enne di Belgrado Jovana Jaksic, al primo trofeo dell’anno nel ricco 50k di Saguenay, cemento. Sempre restando nella fascia dei tornei di punta evidenziamo il colpo casalingo della cinese Kai-Lin Zhang nel 50k di Suzhou, l’ucraina Olga Fridman (classe 1998) mette a referto l’impresa della settimana andando a sbancare il 50.000 dollari su cemento di Joue-Les-Tours (battuta Kristyna Pliskova in tre set). E l’annata 1998 si conferma protagonista anche in Australia dove, nel 25k di Brisbane, si distingue la baby speranza aussie Priscilla Hon, grandissima prova anche per la cilena Daniel Seguel che, dopo essersi imposta nell’Itf 25k+H di Bucaramanga, porta a 5 il conto dei titoli conquistati in stagione. 
TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: STEFAN KOZLOV (USA)
MIGLIOR AZZURRO: LORENZO SONEGO
TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: OLGA FRIDMAN (UKR)
MIGLIOR AZZURRA: JESSICA PIERI
© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *