ITF: Bentornata Michaella! Gli azzurri calano il tris

di - 28 Settembre 2015
Jessica Pieri
Di Giacomo Bertolini
Puntuale come ogni settimana il resoconto dei più importanti tornei Itf appena trascorsi che, in questo rush finale di settembre, ci hanno regalato il gradito ritorno dell’ex top 30 Michaella Krajicek, uscita vincitrice da una finale tiratissima contro Naomi Broady (fintia 67 76 75) nel ricco 75k su cemento di Albuquerque. E se l’olandese coglie al volo la possibilità di far suo il primo titolo del 2015, lo stesso dicasi per la promessa belga Ysaline Bonaventure che mette a segno la settimana perfetta portandosi a casa il titolo di singolo e doppio nel 50.000 dollari di Monterrey. L’Italia gongola (e fa bene!) con il nuovo colpaccio messo a segno dalla classe 1997 Jessica Pieri a Santa Margherita di Pula (10k terra), dove si distingue anche un’ottima Bianca Turati finalista in singolare e vincitrice in doppio con Ludmila Samsonova, molto bene nel 25k ucraino di Bucha anche la slovacca Kristina Kucova, superiore in finale alla rumena Cadantu per 46 76 60. A Bangkok, appuntamento su cemento con montepremi pari a 15.000 dollari, trofeo alla 24enne giapponese Hiroko Kuwata, splendido acuto a Sharm El Sheikh (10k, duro) per la classe ’98 Viktoria Kuzmova, top 500 slovacca arrivata già al quarto sigillo in carriera. In conclusione spazio adesso alla tennista rivelazione della settimana che questa volta porta il nome della britannica Katie Swan, 16enne di Bristol numero 612 Wta protagonista indiscussa nel torneo spagnolo di Madrid (ko la Sanchez-Quintanar 67 62 63).
Passando al riassunto dei risultati di punta in ambito Futures partiamo subito dalle noti dolci in casa Italia con il ritorno al successo del nostro Stefano Travaglia, tornato a colpire a Santa Margherita di Pula, dove era il primo favorito, ai danni di Filippo Leonardi (doppio a Fago/Mazzella), colpisce anche Edoardo Eremin che, vincendo il 10k di Antalya contro il tedesco Heller (score: 62 76), si garantisce il quarto sigillo in carriera e l’entrata tra i primi 400 del ranking Atp. Tra le Nazioni più convincenti di questa settimana si evidenzia il Belgio, che porta a casa due titoli grazie a Arthur De Greef (15k di Sevilla) e Maxime Authom (15k di Plaisir), promosso a pieni voti anche il team indiano che con Sanam Singh a Markham (15k su cemento in Canada) e soprattutto con il classe 1997 Sumit Nagal, vincitore in casa a Madurai, si conferma come una delle squadre più sorprendenti della stagione. E a proposito di sorprese chiudiamo l’analisi Itf con il primo, inatteso trionfo in carriera per l’americano classe ’94 Ryan Shane (numero 1398 Atp!), uscito vittorioso nel derby contro Escobedo per 64 63 sui campi del 10k californiano sul cemento di Costa Mesa.
TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: MICHAELLA KRAJICEK (NED)
MIGLIOR AZZURRA: JESSICA PIERI
TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: SUMIT NAGAL (IND)
MIGLIOR AZZURRO: EDOARDO EREMIN
© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *