Itf Padova, concluso il secondo turno di qualificazioni

di - 4 Giugno 2017

Alla seconda edizione degli Internazionali Città di Padova sarà un lunedì di fuoco. Perché finiscono le qualificazioni, con gli otto incontri decisivi, e perché scatta un main draw mai così attento al suo prologo, visto che proprio dal tabellone cadetto potrebbero uscire tre dei favoriti per il successo finale. Da quell’Edoardo Eremin costretto alle qualificazioni solo perché non iscritto in tempo, all’ex top-100 Flavio Cipolla, 33enne che dopo un lungo stop per infortunio vuole provare a tornare nel tennis che conta, e che al Tc Padova si è presentato con un doppio 6-1 in 58 minuti nel derby con Davide Della Tommasina. In mezzo l’australiano Jason Kubler, uno dei mister sfortuna del circuito Challenger. Un problema ereditario ai menischi l’ha obbligato ad andare sotto i ferri una manciata di volte e a limitare la sua attività alla sola terra battuta, meno logorante per le sue ginocchia. Non è bastato, visto che è tornato solo a marzo dopo un anno ai box, ma in Veneto si gioca sulla terra battuta e di conseguenza può stare tranquillo: nel 6-1 6-4 rifilato allo svizzero Bertola si sono visti sprazzi di quel tennis che – seppur limitato a un sola superficie – l’ha portato comunque a ridosso dei primi 100 del ranking mondiale. Saranno tutti in gara nel turno decisivo, insieme ad altri giocatori italiani: Andrea Guerrieri, Corrado Summaria, Marco Miceli, Filippo Leonardi, Manfred Fellin e il vincitore del derby Di Maro-Prevosto, ultima sfida in una giornata lunghissima, con ben quattro incontri capaci di superare le due ore e mezza di gioco.

La certezza è che uno dei qualificati andrà subito a saggiare il tennis generoso e arrotato di Ruben Ramirez-Hidalgo, numero 168 Atp e prima testa di serie del Futures da 15 mila dollari di montepremi. Dall’altra parte del tabellone, invece, c’è l’austriaco Michael Linzer, vincitore in carriera di venti titoli Futures e atteso dall’abruzzese Gianluca Di Nicola, mentre l’unica bandiera italiana fra le teste di serie l’ha portata il mestrino Matteo Viola, finalista nel 2016. Il 29enne tesserato proprio per il Tc Padova ha già colto due titoli Itf dall’inizio dell’anno e sogna di prendersi il terzo in casa, partendo da un duello molto interessante (lunedì, non prima delle 16) contro Julian Ocleppo, figlio dell’ex davisman Gianni e protagonista di recente al Challenger di Mestre. Derby al primo turno anche fra Jacopo Stefanini e Francesco Vilardo, e fra Andrea Vavassori e Giacomo Giunta, atleta dell’accademia del Tc Padova in gara – anche lui già domani – grazie a una wild card. Promette scintille il primo turno fra l’argentino Collarini e il croato (ma milanese d’adozione) Galovic: sarebbero due dei favoriti, ma uno andrà a casa all’esordio, dato che la dice lunga sul livello del torneo. Lunedì si parte alle 9.30 con le qualificazioni, nel pomeriggio i tabelloni principali. Sempre con ingresso gratuito.

RISULTATI – Qualificazioni. Secondo turno: E. Eremin (Ita) b. M. Marfia (Ita) 6-0 6-1, F. Leonardi (Ita) b. T. Schonenberg (Ger) 6-7 7-5 7-5, M. Miceli (Ita) b. D. Nolan (Aus) 4-6 6-0 6-1, A. Guerrieri (Ita) b. T. Roggero (Ita) 6-1 6-1, W. Leite (Bra) b. M. Siimar (Est) 6-4 6-0, N. Veldheer (Ned) b. L. Sardella (Ita) 7-5 6-1, A. Obert (Ger) b. M. D’Amico (Ita) 6-0 6-0, F. Cipolla (Ita) b. D. Della Tommasina (Ita) 6-1 6-1, J. Kubler (Aus) b. R. Bertola (Sui) 6-1 6-4, M. Dellavedova (Aus) b. M. Rosenkrants (Ger) 4-6 7-5 6-4, C. Summaria (Ita) b. M. Longo (Ita) 6-1 6-3, M. Fellin (Ita) b. C. De La Bassetiere (Fra) 4-6 6-4 6-1, G. Fonio (Ita) b. F. Yamacita (Bra) 6-3 6-1, E. Dalla Valle (Ita) b. F. Capalbo (Arg) 6-2 6-2, P. Heller (Ger) b. R. Balzerani (Ita) 6-3 6-3, L. Prevosto (Ita) b. M. Di Maro (Ita) 6-2 6-4.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *