Itf: a Pontedera finale fra Enrico Dalla Valle e Giulio Zeppieri

di - 27 Luglio 2019
Giulio Zeppieri - Foto Marta Magni
Giulio Zeppieri - Foto Marta Magni

Un sabato decisamente ricco di presenze azzurre a livello ITF. Nell’importante 25.000+H di Pontedera ci sarà una finale tutta italiana.Vince ancora, per la diciannovesimma volta di fila in tornei ITF, il classe ’98 Enrico Dalla Valle. Il ventunenne ravennate, testa di serie numero 5 del torneo, nel penultimo atto del torneo ha sconfitto l’argentino Gonzalo Villanueva col punteggio di 7-6(2) 6-1. L’azzurro, nella sua quarta finale di fila a livello ITF dopo le tre vinte a Tabarka, si troverà di fronte il giovanissimo Giulio Zeppieri, testa di serie numero 2 del torneo, che ha sconfitto un altro azzurro, ossia la quarta testa di serie Andrea Basso, col punteggio di 7-6(1) 7-5.

Non ci sarà, invece, nemmeno un’azzurra nell’ultimo atto del 15.000 di Schio. Sono state battute in semifinale Camilla Scala e Bianca Turati. La prima, testa di serie numero 3 del torneo, è stata infatti eliminata per 6-4 7-6(3) dalla slovacca Manca Pislak, quinta testa di serie. La Turati è stata invece estromessa con un netto 6-3 6-1 dalla colombiana Yuliana Lizarazo.

Oltre agli italiani impegnati nelle due tappe italiche, da registrare la presenza di altri tre azzurri negli ITF esteri. Nel 15.000 di Tabarka approda in finale l’altoatesino Alexander Weis. Il numero 4 del torneo tunisino ha battuto con un doppio 6-4 il belga Benjamin Dhoe. Ora, nella sua seconda finale in un mese nella località tunisina, sfiderà nuovamente l’argentino Sebastian Baez, prima testa di serie del torneo. Nel precedente match l’argentino vinse piuttosto nettamente e, quindi, la finale di domani rappresenta una grande possibilità di rivincita per l’altoatesino, che proverà a conquistare anche il suo primo titolo ITF. Nel 15.000 tunisino era impegnata, nel suo match di semifinale, anche Nuria Brancaccio. L’azzurra, a differenza di Weis però, non è riuscita ad approdare all’ultimo atto del torneo. L’ottava testa di serie è stata infatti sconfitta dall’olandese Eva Vedder, testa di serie numero 5.

Niente da fare anche per Fabrizio Ornago, impegnato nella semifinale del 25.000 di Troyes. Il classe ’92 lombardo, testa di serie numero 2 del torneo francese, è stato infatti sconfitto dal francese Jules Okala col punteggio di 6-2 3-6 7-5, dopo due ore e mezza di gioco.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *