ITF: Tsitsipas e Zhang sugli scudi, trist per gli azzurri

di - 24 Novembre 2015

Stefano Travaglia

Di Giacomo Bertolini

Si apre con il quadro dei risultati maschili il riassunto della penultima settimana di novembre del circuito Itf che, arrivato ormai agli sgoccioli, accoglie le ultime giovani sorprese e si prepara a fare un bilancio dei migliori tennisti della stagione. Dando la precedenza ai nostri portacolori segnaliamo il bis marocchino di un ritrovato Stefano Travaglia, che a Casablanca (10k, terra) dimostra di dare continuità alla sua ripresa regolando in finale il portoghese Gaspar Muta 64 63, per un meritato secondo successo consecutivo. Rimanendo in campo azzurro settimana da incorniciare anche per il 24enne Alessandro Bega che sul cemento kuwaitiano di Meshref fa suo il sesto titolo della carriera (terzo stagionale) dopo aver gestito benissimo il torneo da prima testa di serie, tripletta stagionale anche per lo spagnolo Javier Martì, vincitore nel 10k su terra di Antalya. E a proposito di giovani promesse internazionali più di un colpaccio nella settimana appena trascorsa: il greco Stefanos Tsitsipas (classe 1998!) stupisce tutti sul duro di Nicosia andandosi a prendere il primo titolo in assoluto contro il belga Folie (score: 26 64 62), il 18enne statunitense Henrik Wiersholm (senza ranking Atp!) si sblocca sulla terra americana di Pensacola dopo un cammino perfetto partito dai turni di qualificazione. Per la promessa serba Nikola Milojevic (classe ’95) tutto facile nel 10.000$ di El Kantaoui contro il francese Alexandre Muller sconfitto 62 63, splendidi acuti anche per il barbadiano Darian King, al sesto sigillo del 2015 a La Libertad (El Salvador), e per il sudafricano Llyod Harris (classe 1997), bravissimo a mettere a segno un invidiabile percorso netto nel 10k su cemento di Stellenbosh (doppio agli azzurri Pancaldi/Mercuri).

Settimana interessante anche tra le fila femminili dove, dopo due anni di digiuno e un crollo pesante in classifica, è tornata a colpire l’ex top 30 cinese Shaui Zhang, regina del ricchissimo 100.00 dollari di Tokyo (Hibino ko 64 61), si rivede anche la speranza francese Oceane Dodin, al primo centro in stagione nel 25k sul cemento indoro di Shewsbury (doppio a Knoll/Matteucci). L’Italia sorride anche in questa tornata di appuntamenti Itf grazie al trionfo nel 10k di Casablanca della 26enne Corinna Dentoni, pronta al rientro tra le prime 400 Wta dopo il secondo titolo conquistato a distanza di meno di un mese, in un torneo che ha visto anche Camilla Rosatello imporsi nel doppio in coppia con la spagnola Parres Azcoitia. Chiudendo il resoconto dei risultati chiave in campo femminile spazio alle grandi rivelazioni settimanali con il settimo trofeo in carriera per la serba numero 298 Wta Ivana Jorovic (18 anni), concreta nello spazzare via 62 62 nella finale del 25k di Zawada la rumena Buzarnescu, boom britannico invece con il battesimo Itf della stellina Gabriella Taylor (classe 1998), al primo colpo in assoluto sui campi in cemento di Stellenbosh (Totka piegata 46 62 61).

TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: STEFANOS TSITSIPAS (GRE)

MIGLIOR AZZURRO: STEFANO TRAVAGLIA

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: SHUAI ZHANG (CHN)

MIGLIOR AZZURRA: CORINA DENTONI

© riproduzione riservata

Un commento

  1. Nikolik

    Com’è bello leggere: miglior azzurra, Corinna Dentoni.
    Era ora che ve ne accorgeste, vien da dire.
    Io sono anni che ve lo dico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *