Itf: Trusendi batte Basso a Pula. Avanti anche la Pieri e la Chiesa

di - 3 Aprile 2019

Giornata intensa e ricca di impegni, nel mondo ITF, per il tennis italiano. Come settimana scorsa, sono tantissimi, oggi ben dieci, gli azzurri impegnati nel 25.000 di Santa Margherita di Pula. Nella giornata odierna si sono disputati i match di primo turno e tre sono stati i derby a tinta azzurra.  Il primo “derby”,  in ordine di tempo,  si è disputato fra Giovanni Rizzuti e Fabrizio Ornago, testa di serie numero 5 del torneo sardo. Rizzuti, seppur sfavorito alla vigilia, ha vinto il primo parziale col punteggio di 6-3 e si è ritrovato avanti 3-0 nel secondo set. In quel momento Ornago, semifinalista la scorsa settimana a Pula, sembrava ormai prossimo ad uscire dal torneo ma con un parziale di 12 giochi a 1 ha ribaltato completamente la partita ed approda al secondo turno, dove lo attende il bosniaco Nerman Fatic. Il secondo derby, sui tre in programma oggi, ha visto impegnati Andrea Basso, testa di serie numero 3 del torneo, e Walter Trusendi. Come il derby precedente, anche quello fra il tennista ligure e il tennista toscano è stato un derby piuttosto strano. Basso, infatti, dopo aver dominato il primo set, chiuso col punteggio di 6-2, sembrava poter controllare abbastanza agevolmente la partita invece Trusendi ha vinto il secondo set addirittura col punteggio di 6-0 e poi è stato molto bravo a portare a casa la partita, vincendo il terzo parziale col punteggio di 7-5. L’ex top 300, nato a Forte dei Marmi, sfiderà, al secondo turno, l’ungherese Peter Nagy, bravo ad estromettere dal torneo il qualificato azzurro Simone Roncalli in tre set (6-3 3-6 6-1).  L’ultimo derby, in programma nella giornata odierna, è stato vinto da Alexander Weis che, poco fa, ha sconfitto con lo score di 6-3 4-6 6-4, il connazionale Davide Galoppini. Il classe ’97 altoatesino sfiderà, al secondo turno,  il bulgaro Alexandar Lazarov, settima testa di serie del torneo, che ha eliminato dal torneo il qualificato azzurro Manfred Fellin in tre set (6-4 3-6 6-4)

Eliminati anche gli altri due azzurri impegnati a Pula, ossia Gianluca Di Nicola e Omar Giacalone. Il primo, in ordine di tempo, ad essere estromesso dal torneo è stato il qualificato Di Nicola, sconfitto 6-2 6-4 dal rumeno Bogdan Ionut Apostol. Successivamente  fuori anche Giacalone, anch’egli passato attraverso le qualificazioni. Il tennista di Mazzara del Vallo è stato costretto al ritiro nel primo set, sul punteggio di 1-5 in favore del suo avversario, il qualificato rumeno Mircea-Alexandru Jecan

Primo successo della stagione, invece, nell’ITF di Antalya per Luca Prevosto. Il ventenne azzurro, proveniente da tre sconfitte consecutive in Turchia, ha sconfitto, nel suo match di primo turno, la wild card turca Kaya Arinc con lo score di 6-1 6-0. Il giovane sanremese si troverà di fonte, al secondo turno, la testa di serie numero 7 del torneo, il russo Denis Klok.

Buone notizie anche dall’ITF di Tabarka in cui era impegnato Luigi Sorrentino. Il classe ’98 genovese, dopo aver passato le qualificazioni, ha sconfitto, al primo turno, il qualificato svedese Simon Freund con il seguente punteggio: 5-7 6-4 6-3. Al secondo turno si alza notevolmente l’asticella per Sorrentino che si troverà di fronte la seconda testa di serie del torneo, il francese Corentin Denolly.

Una vittoria e una sconfitta: è questo l’esito giornaliero nel 15.000 di Sharm El Sheikh. La vittoria arriva da Erik Crepaldi che ha sconfitto, al primo turno, il qualificato polacco Yann Wojcik con uno score netto (6-2 6-2). Il ventottenne di Vercelli, ex top 300, sfiderà al secondo turno il tedesco Christian Seraphim, quarta testa di serie del torneo,  in tabellone grazie ad una wild card. Sconfitta, invece, per Giorgio Ricca impegnato, nel suo match di primo turno, con l’indiano Adil Kalyanpur.  Il ventiuqattrenne abruzzese nulla ha potuto con il giovanissimo indiano che lo ha sconfitto con lo score di 6-2 6-3.

Bella vittoria anche per l’italoargentino Tomas Gerini nell’ITF di Pinamar. Il classe ’95, in tabellone grazie ad una wild card, ha battuto, al primo turno, il qualificato argentino Felipe Derdoy col punteggio di 6-4 6-1. Gerini affronterà, nel secondo atto del torneo, la prima testa di serie, ossia il brasiliano Pedro Sakamoto. Un match, quello con il brasiliano, in cui il tennista italoargentino non partirà certamente favorito.

Tantissime anche le azzurre impegnate oggi nei vari tornei ITF. Come al maschile, anche al femminile, decisamente massiccia la presenza di italiane nel 25.000 di Santa Margherita di Pula. Oggi sono scese in campo ben sette azzurre  ma solo due sono le vittorie da registrare. Niente da, fare, infatti, per Claudia Giovine sconfitta, in un match quasi proibitivo, dalla prima testa di serie del torneo, l’ olandese Arantxa Rus, col seguente score: 6-2 6-2. Stessa sorte per Lucia Bronzetti che non è riuscita a sfruttare la wild card ed è stata sconfitta dalla qualificata tedesca Lisa Matviyenko, con lo score seguente: 2-6 6-2 6-4. Sconfitte anche per Federica Bilardo, Elisabetta Cocciaretto e Giorgia Marchetti. La Bilardo, entrata in tabellone come LL, è stata sconfitta, 7-6(2)- 6-2, da Liudmila Samsonova, testa di serie numero 2. La qualificata Cocciaretto ha giocato una buona partita ma ha perso, in tre set (4-6 6-1 6-4), dalla tennista del Liechtenstein Kathinka Von Deichmann, quarta testa di serie. La Marchetti, invece, accreditata di una WC, ha perso, 6-3 6-4, dalla rumena Alexandra Cadantu, testa di serie numero 7. Vittoria netta, invece, per Jessica Pieri, che ha inflitto un pesantissimo 6-1 6-0 alla giapponese Naoko Eto, in tabellone grazie ad una wild card. La tennista lucchese, semifinalista la scorsa settimana nel 25.000 di Campinas, sfiderà, al secondo turno, la svizzera Jil Teichmann, testa di serie numero 6. Un match, quello fra la Pieri e la svizzera, che si preannuncia assolutamente interessante. Ha dovuto soffrire, forse anche più di quanto ci si potesse aspettare, ma alla fine Deborah Chiesa raggiunge il secondo turno a Pula. La ventitrenne di Trento vien fuori da una durissima battaglia con la qualificata svizzera Lisa Sabino. L’azzurra, infatti, ha perso il primo set con un nettissimo 6-1 e, dopo la buona reazione nel secondo parziale, vinto 6-3, ha dovuto faticare moltissimo anche nel terzo, vinto 7 punti a 2 nel tie break decisivo. La Chiesa sfiderà, al secondo turno, Liudmila Samsonova, in un match sicuramente complicato ma alla portata della nostra portacolori.

Niente da fare, invece, per Jasmine Paolini, impegnata nell’80.000 di Pearl Harbor. La venitrenne azzurra, settima testa di serie, ha perso in due set (7-6 6-3), al primo turno con la francese Chloe Paquet, attuale numero 224 del ranking WTA

Stesso esito, nel 25.000 di Obidos, per Angelica Moratelli. La tennista azzurra, classe ’94, nulla ha potuto con la belga Maryna Zanevska, testa di serie numero 5 del torneo. La Moratelli, infatti, è stata sconfitta con lo score di 6-2 7-5.

Esito dolceamaro, per il tennis italiano, nell’ITF di Tabarka. Vittoria nettissima di Camilla Scala, brava a sconfiggere, 6-1 6-0, la qualificata olandese Dewi Dijkman. L’azzurra, testa di serie numero 4 del torneo tunisino, affronterà, al secondo turno, la ceca Gabriela Horackova. Sconfitta, invece, Asya Colombo, impegnata con la qualificata belga Axana Mareen. La giovane azzurra, in tabellone grazie ad una wild card, è stata sconfitta col punteggio di 7-6(6) 6-3.

Due sconfitte, invece, per le due azzurre impegnate nel 15.000 di Antalya. La prima ad essere sconfitta, in ordine di tempo, è stata Gloria Ceschi. L’azzurra, dopo aver passato brillantemente le qualificazioni,  non ha potuto molto con la rumena Andreea Prisacariu, che l’ha sconfitta col punteggio di 6-4 6-0. Successivamente, nulla da fare anche per l’altra qualificata azzurra, ossia Federica Arcidiacono. La ventcinquenne italiana, numero 877 del ranking WTA, è stata sconfitta, in modo netto (6-3 6-1), dalla svizzera Fiona Ganz, testa di serie numero 8.

Ottime vittorie anche per Gaia Sanesi, impegnata nel 25.000 di Jackson, e per Cristiana Ferrando, impegnata nell’ITF di Bolton. La Sanesi ha affrontato e battuto, 6-1 6-3, la qualificata giapponese Yuriko Lily Miyazaki e sfiderà, al secondo turno, la rumena Oana Georgeta Simion. La Ferrando, invece, dopo aver perso il primo set 6-2, ha rifilato un doppio bagel alla WC britannica Ella Taylor. La tennista ligure se la vedrà, al secondo turno,  con la belga Greet Minnen, sesta testa di serie del torneo.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *