Quanta Italia al Città di Crema

di - 14 Giugno 2016

Lisa Pigato

Mentre i match della quarta giornata vanno concludendosi, il torneo internazionale Tennis Europe under 16 “Città di Crema” giunge al giro di boa. Metà manifestazione è ormai alle spalle, ma il bello viene proprio ora, con quattro giorni di full-immersion tennistica che condurranno alle finali di sabato 18. Mercoledì gli ottavi di finale, giovedì i quarti, sabato le semifinali, a decretare i nomi dei migliori di un evento che ha già mostrato tanti motivi d’interesse. Il più importante, almeno per gli appassionati italiani, è rappresentato dalle tante bandiere tricolori sparse nei due tabelloni, che in attesa degli ultimi cinque incontri di 1° turno contano già su venti azzurri in gara al 2°, equamente divisi fra maschi e femmine. L’altro dato che balza all’occhio è che ben quattro dei nostri si sono fatti strada al round successivo eliminando delle teste di serie straniere: nel maschile ci sono riusciti Valerio Perruzza e Francesco Passaro, a segno rispettivamente sul croato Borna Devald (numero 5) e sull’ungherese Peter Sallay (numero 8), mentre le due sorprese al femminile le hanno firmate Barbara Dessolis, vincitrice contro la polacca Weronika Baszak, sesta favorita della vigilia, e la giovanissima Lisa Pigato. La bergamasca trapiantata nel milanese è un mostro di precocità: campionessa italiana fra le under 12 la scorsa estate, festeggerà i 13 anni esattamente fra sette giorni, ma sembra già in grado di competere e vincere con avversarie molto più esperte. L’ha dimostrato nel 5-7 6-4 6-1 rifilato all’ungherese Timea Visontai, numero 241 della classifica Tennis Europe.

Anche l’Italia, però, ha perso una testa di serie, cioè la parmense Isabella Tcherkes Zade, n.3 del tabellone femminile e battuta per 2-6 6-2 7-5 dall’austriaca Nina Geissler, mentre gli altri favoriti si sono tutti fatti trovare pronti. Partendo dal grande atteso nel maschile Filippo Speziali, bravo a lasciare appena tre giochi al francese Cezariat, alla prima favorita del femminile, la serba Tamara Malesevic, passata per 6-4 6-3 su Gloria Stuani. Già al secondo turno anche tante wild card, i giocatori “invitati” dall’organizzazione: da Greta Medeghini a Giovanni Peruffo, passando per Pietro Marino e Lorenzo Bresciani. Quest’ultimo, mantovano tesserato per il Tc Crema, l’ha spuntata dopo una durissima rimonta contro il qualificato Andrea Calogero, e mercoledì sfiderà lo svizzero Staeheli, seconda testa di serie.

 

RISULTATI

Singolare maschile. Primo turno: Speziali b. Cezariat (Fra) 6-2 6-1, Lanz (Sui) b. Matteoli 6-1 6-2, Marino b. Giuliani 6-3 3-6 6-4, Makk (Ung) b. Magnani 6-0 6-1, Peruffo b. Niederer (Sui) 6-4 7-5, Sinner b. Casati 1-6 6-3 6-3, Peruzza b. Devald (Cro) 6-2 6-1, Passaro b. Sallay (Ung) 6-4 6-4, Pennaforti b. Gola 6-2 6-3, Moroni b. Salvaderi 6-3 6-2, Maggioli b. Subanovic (Srb) 6-4 7-5, Bresciani b. Calogero 3-6 7-6 6-3, Staeheli (Sui) b. Tavilla 6-2 6-1.

Singolare femminile. Primo turno: Malesevic (Srb) b. Stuani 6-4 6-3, Tiglea b. La Cava 6-0 6-2, Amendola b. Magun (Sui) 6-1 6-2, Geissler (Aut) b. Tcherkes Zade 2-6 6-2 7-5, Curci b. Aldi 6-2 6-2, Novikova (Rus) b. Bottardi 6-4 6-1, Pigato b. Visontai (Ung) 5-7 6-4 6-1, Ottone b. Zara 6-4 6-3, Medeghini b. Colombo 6-4 6-1, Tagliente b. Arnaud Fassetta (Fra) 6-3 6-1, Dessolis b. Baszak (Pol) 6-4 6-3, Alessi b. Simonetti 6-2 6-1, Bezzo b. Di Battista 6-0 6-2, Tomic (Bih) b. Prato 6-4 6-1.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *