Tennis Europe Report: bene la Haavisto, male gli azzurri

di - 16 Marzo 2015

Hietaranta vince il Kalava Open

di Salvatore Petrillo

TEJT16&U/14&U, Kaleva Open, Concrete (Outdoor), Oulu (FIN)

Continua il buon momento di Daniel Rodrigues, 15enne portoghese, ma in finale deve arrendersi al polacco Karol Paluch, alla seconda finale consecutiva, questa volta culminata con un doppio 6-4 ai danni del più quotato avversario. Le tds 3 e 4, Schouten e Vasanen, arrivano fino in semifinale, ma, entrambi in due set, devono arrendersi ai due primi favoriti del seeding.

Dopo due eliminazioni nelle qualificazioni e una negli ottavi, la russa Elizaveta Zaritscaya vince il torneo partendo dal tabellone cadetto, approfittando del ritiro al primo turno della tds numero 2 Skorokhodova. Dall’altra parte del tabellone va fuori al secondo turno la prima favorita, Anna Ukolova, uscita per mano della finlandese Andersson, poi eliminata in semifinale dalla tds numero 4 Carol Plakk, battuta in tre set dalla Zaritscaya all’atto finale.

Tra gli Under 14, si impone il padrone di casa Roni Hietaranta, accreditato della seconda testa di serie. Il 14enne finlandese ottiene il suo primo titolo del 2015, al settimo tentativo, battendo in finale il numero 8 Otto Virtanen, anche lui finlandese. Fuori in semifinale Mandma, tds numero 1, battuto proprio da Virtanen, mentre Hietaranta ha vita facile contro il tedesco Schommer nel penultimo atto. Fuori ai quarti Mattia Bernardi, eliminato proprio dal futuro vincitore.

Solo 15 i giochi persi dalla padrona di casa Ella Haavisto, che si impone facilmente nel torneo riservato alle ragazze. 6-4/6-3 in finale alla testa di serie numero 6, l’estone Saar, in quello che per lei è stato il match più lungo del torneo. Fuori al primo turno la seconda testa di serie, la spagnola Pilar Harper, eliminata con un duplice 7-5 dalla norvegese Haseth.

TEJT14&U, TE Development Championship, Clay, Antalya (TUR)

Sorpresa macedone in Turchia, dove a imporsi tra i ragazzi è la tds 8, Luka Andonov, al primo titolo stagionale. Finale inattese, contro il cipriota Sergios Kyzas, che elimina, uno dopo l’altro, Ozolins (7), Snitari (1) e Dobrnjac (3), perdendo solo 8 games nei primi 4 matches, prima di perdere in 3 set la finale. Fuori in una lottata semifinale con Andonov il numero 2 Aleksic.

E’ la moldava Vitalia Stamat la vincitrice del torneo femminile Under 14, torneo durante il quale soffre in un solo match, quello dei quarti contro la bosniaca Laura Tomic. Facile l’affermazione in finale sulle georgiana Mariam Dalakishvili, battuta con un perentorio 6-3/6-1, mentre va fuori prematuramente, ai quarti, la lituana Daujotaite (1).

TEJT14&U, Agrofert Open 2015, Clay, Bratislava (SVK)

Il romeno Mihai Marinescu approfitta delle eliminazioni precoci delle prime due tds e si impone nel torneo slovacco. Affermazione non facile, viste le sofferenze del primo turno (contro Cizek) e della semifinale (contro Paulson, tds 8), ma legittimata dalla vittoria in due set sul sorprendente qualificato Filip Planinsek, spintosi fino alla finale.

Ancora Romania, anche al femminile, con la vittoria della prima favorita del torneo, Carmen Manu, in finale contro l’avversaria più attesa, la maltese Helene Pellicano, battuta in tre set con il punteggio di 6-1/1-6/7-6(4). Cammino immacolato quello della romena, che non lascia un solo set prima della finale, anche contro la semifinalista Falkner, cui lascia solo 4 giochi. Fuori al primo turno Federica Sacco e Federica Trevisan, brava a qualificarsi.

TEJT12&U, Memorial Slavoj Greblo, Clay, Umag (CRO)

Perfetto fino alla finale, il francese Leo Raquin soffre tre set contro il serbo Popovic Stefan, a sua volta ottimo interprete del torneo fino all’atto finale. Diversi gli italiani in tabellone: Alessio Tramontin (Q), Manfredi Vergine, Ludovico Truffelli e Davide Ferrarolli si fermano al secondo turno, Ivan La Cava (Q), Tommaso Lippolis, Enrico Carriccio e Marco Ricci vengono eliminati al primo.

Impressionante la croata Noa Krznaric, che perde solo 12 games in 6 partite, addirittura il primo solo nel terzo match. Nulla può in finale la russa Alina Shcherbinina, che racimola un solo gioco nel match con la croata. Poca fortuna, anche qui, per le azzurre impegnate: Maddalena Giordano, Ginevra Montebruno e Arianna Zucchini raggiungono il secondo turno, mentre vanno fuori al primo turno Alice Benvegnu, Asia Poggioli (Q), Claudia Loioli, Camilla Iussa, Sofia Avataneo (WC), Giorgia Fusco (Q), Claudia Faccincani, Denise Pez (Q), Camilla Zanolini (Q) e Micol Severi (WC).

 

 

© riproduzione riservata

20 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *