La Bartoli lancia la volata…

di - 17 Ottobre 2011

di Sergio Pastena

Non fallisce, Marion Bartoli. Vincere a Osaka era importantissimo e vittoria è stata, senza lasciare un parziale per strada e con un solo long set, in semifinale contro la Kerber. Nell’ultimo atto la francese ha disposto abbastanza agevolmente di una Stosur che, finalmente, ha dato i primi segnali di risveglio post-Us Open dopo aver rischiato il disastro al primo turno contro la thailandese Lertcheewakarn (7-5 al terzo). Per il resto, pochi sussulti: nei quarti a giocarsi il titolo erano rimaste sei teste di serie e le infiltrate Tanasugarn e Zheng, con la cinese capace di far fuori la Cetkovska e di arrivare in semifinale.

Niente sorprese anche a Linz, dove Petra Kvitova ha conquistato il titolo battendo in finale la Cibulkova e soffrendo un po’ solo contro la Jankovic. A fare scalpore, più che altro, è l’elevato numero di infortuni che si è registrato in Austria. Ben sei le ritirate: Petrova, Petkovic, Rybarikova, Dulko, Baltacha e Kateryna Bondarenko, con ben tre lucky loser in tabellone. A queste va aggiunto il walkover della Pennetta al secondo turno. Ad approfittare della situazione (era dalla parte della Petkovic, rimpiazzata proprio da Flavia come testa di serie) è stata la Cibulkova, autrice di ben tre rimonte dopo aver perso il primo set.

Questa settimana si gioca in Russia e in Lussemburgo. A Mosca c’è la Kremlin Cup, evento combined con un tabellone femminile piuttosto ricco: Zvonareva, Radwanska, Bartoli, Schiavone, Jankovic, Kuznetsova, Vinci e Cibulkova le teste di serie. Roberta becca subito la Dushevina, mentre Francesca ha un bye al primo turno e poi affronterà la vincente di Kanepi-Errani, in campo mentre scriviamo. Nutrita, ovviamente, la pattuglia russa, con Petrova, Pervak e Kudryavtseva che proveranno a dare fastidio da outsider alle più quotate colleghe.

In Lussemburgo troviamo invece Victoria Azarenka, numero tre al mondo e nome di spicco del Bnl Bnp Paribas Open. In campo avremo anche Flavia Pennetta, che ha un primo turno all’apparenza soft contro la lettone Sevastova. C’è anche la Brianti, impegnata subito contro la Tatishvili, mentre Karin Knapp si è qualificata per il main draw superando in due set l’esperta Danilidou.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *