Diadio di Bordo da Bergamo (3)

di - 5 Febbraio 2013


(Alessandro Bega – Foto Mario Rota)

da Bergamo, Marta Polidori

E finalmente si tirano le somme dei turni di qualificazione!

Al PalaNorda di Bergamo si disputano gli incontri (in ordine a partire dalle dieci) tra Alessandro Bega e Stefano Napolitano e tra Julien Dubail e Viktor Galovic.

Bega sembra in forma, senz’altro ha giocato bene. Entra praticamente su tutto, possiede degli ottimi fondamentali e sono rimasta colpita dal suo gioco: è un istintivo, ma trova soluzioni efficaci e piacevoli da vedere per uno spettatore. Lo trovo un giocatore molto completo e grintoso. Stefano dal canto suo non è riuscito a fare molto: arginare il suo avversario, che inoltre ha quattro anni più di lui e quindi si presume più esperienza, era un compito ostico, ma lui se l’è giocata bene. Il punteggio finale è di 6-3 6-2 per Alessandro Bega. A bordo campo Laura Golarsa per tutte le sue partite.

Dubail-Galovic è stato un match molto avvincente, che ci ha tenuti col fiato sospeso per tutto il tempo! Una gran bella lotta, non si è riuscito a sapere fino all’ultimo chi dei due l’avrebbe spuntata.

Viktor eJulien sono giocatori esperti, forse a tratti un po’ nervosi, ma chi non lo è? Sia uno che l’altro tenevano il proprio servizio, si è giocata tutta ai tie-break. Finita 6-3 6-7 7-6 per Galovic.

Alla fine Viktor ci ha concesso qualche dichiarazione, sulla partita e altro. Qui quella sul match: “Ho iniziato giocando veramente bene e mi entravano cose anche abbastanza impossibili, quindi ho avuto un po’ di fortuna. Nel secondo set è cambiato lui, ha servito meglio e per me è diventato più difficile rispondere, poi su questi campi la palla scivola molto. Nel terzo eravamo tutti e due un po’ stanchi secondo me, soprattutto mentalmente, siamo arrivati fino al tie-break quasi per inerzia. Nel tie-break sono stato bravo a stare sul pezzo, ad un certo punto ero sotto 4-1 se non sbaglio e ho avuto anche un match point contro, ma l’ho salvato con un Ace. Alla fine sono riuscito a portarla a casa, ho fatto dei bei numeri, sono contento.”

Ha anche chiesto un intervento medico per un problema alla spalla: “Sì, ho un problema alla spalla già da due mesi a questa parte, ma non me ne sono mai preoccupato più di tanto. Sono stato fermo due settimane, ho ripreso una settimana e mezzo fa in vista di questo torneo e ora penso vada bene. Era un problema al Gran dentato: era contratto e non riuscivo ne a servire ne a fare il diritto bene.”

Altre partite ad Alzano Lombardo a cui non ho assistito: Nikoloz Basilashvili e Marco Cecchinato è finita con una vittoria del primo per 6-3 3-6 6-3; Martin Fischer e David Rice ha vinto il primo per 6-4 6-4.

Cecchinato è stato estratto come lucky loser e domani giocherà la partita a seguire di Claudio Grassi e Viktor Galovic contro la testa di serie numero 8 Ivan Sergeyev.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *