Brixen Tennis Cup 2016: apoteosi per Figl e Fondriest, bene Bilardo, derby tra Finocchiaro e Valetta

di - 6 Luglio 2016

Jacopo Bilardo

di Michele Galoppini
foto di Roberta Zingales

Giornata di ottavi di finale al Circolo Tennis Brixen Bressanone per la terza edizione della Brixen Tennis Cup, competizione under 12 per il circuito Tennis Europe. Un’altra giornata che è stata molto positiva per i colori azzurri quella di oggi e che ha visto ben 9 italiani (6 ragazzi e 3 ragazze) raggiungere i quarti di finale, anche battendo contro pronostico i loro avversari in alcuni casi.

Partiamo dal tabellone maschile, dove a sorprendere in positivo ed a tenere alto l’umore del pubblico di casa sono stati Figl e Fondriest, le due wild card del Trentino-Alto Adige. Figl ha battuto molto facilmente Garbero per 6-2 6-1, mostrando un tennis di alta qualità, molto solido e con una palla più pesante rispetto a quella media dei pari età. Ora ai quarti di finale lo aspetta una sfida molto difficile contro il canadese Weekes, che oggi si è sbarazzato di uno dei migliori italiani del tabellone, Ciavarella, per 7-6 6-4. Fondriest è poi l’altra wild card ad avere ben figurato: sconfitto il forte canadese Robertson per 6-1 7-6, ora partirà probabilmente col favore dei pronostici nel quarto di finale contro Cinotti. Il quarto di finale più atteso e più combattuto sarà però quello tra il canadese Clement e l’azzurro Bilardo (in foto), che si solo liberati entrambi molto facilmente dei propri avversari. Da segnalare anche la vittoria di Cadenasso su Bondioli (un giovanissimo classe 2005 autore quindi già di un ottimo torneo) e di Baldisseri su Vita.

Passiamo ora al tabellone femminile, dove c’è maggior presenza internazionale e dove invece le due wild card restanti sono state eliminate oggi: avevamo già detto dell’infortunio alla caviglia che ha costretto la Martinelli al ritiro, a cui oggi si è aggiunta la pesante sconfitta della Urgesi per 6-3 6-0, per mano della possente Peszynski, probabilmente una delle primissime candidate al titolo, non solo per fisico e pesantezza di palla, ma anche per la solidità mostrata fino ad ora. La francese ora se la vedrà in un quarto molto complicato contro la canadese Xu che ha battuto la tedesca Vocke. L’altro quarto tutto straniero è quello invece in chiusura di tabellone, tra la forte canadese Kupres e l’austriaca Woydt, forse una delle sorprese del torneo: hanno battuto rispettivamente la Muzykantskaya e l’azzurra Paris al terzo set. Al contrario, ci sarà poi un quarto tutto italiano, che assicura un’azzurra in semifinale: la Finocchiaro ha superato in un match molto combattuto la Studennikova, qualificata russa, e la Valletta ha battuto facilmente la Licitra. Da segnalare infine il passaggio ai quarti di finale della Valente per il ritiro della Eberbacher, che si è sentita poco bene nella notte ed ha preferito non scendere in campo.

Domani il programma comincerà sui campi del circolo dalle ore 10 del mattino.

I risultati di oggi:

Boys singles

Figl (ITA, wc) d. Garbero (ITA) 6-2 6-1
Weekes (CAN) d. Ciavarella (ITA) 7-6 6-4
Cadenasso (ITA, q) d. Bondioli (ITA) 6-3 5-7 6-2
Baldisseri (ITA) d. Vita (ITA) 6-3 6-3

Fondriest (ITA, wc) d. Robertson (CAN) 6-1 7-6
Cinotti (ITA) d. Lanza Cariccio (ITA, wc) 6-2 6-2
Clement (CAN) d. Mencaglia (ITA) 6-2 6-0
Bilardo (ITA) d. Festini Mira (ITA) 6-2 6-1

Girls singles

Finocchiaro (ITA) d. Studennikova (RUS, q) 7-6 6-4
Valletta (ITA) d. Licitra (ITA) 6-3 6-3
Peszynski (FRA) d. Urgesi (ITA, wc) 6-0 6-3
Xu (CAN) d. Vocke (GER) 6-1 6-4

Valente (ITA) d. Eberbacher (AUT) ritiro
Nikitina (RUS, q) d. Martinelli (ITA, wc) ritiro
Woydt (AUT) d. Paris (ITA, q) 4-6 7-6 6-0
Kupres (CAN, wc) d. Muzykantskaya (RUS) 3-6 6-2 6-4

I tabelloni aggiornati ai quarti di finale:

Boys singles

Figl (ITA, wc) – Weekes (CAN)
Cadenasso (ITA) – Baldisseri (ITA)
Fondriest (ITA, wc) – Cinotti (ITA)
Clement (CAN) – Bilardo (ITA)

Girls singles

Finocchiaro (ITA) – Valletta (ITA)
Peszynski (FRA) – Xu (CAN)
Valente (ITA) – Nikitina (RUS)
Woydt (AUT) – Kupres (CAN, wc)

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *