Continua l’ascesa di Bhambri e Pella

di - 13 Marzo 2012


(Yuki Bhambri)

di Guido Pietrosanti

Entrambi i tornei challenger disputati nella settimana dal 5 all’11 marzo sono stati vinti da un giocatore “di casa”. A Kyoto infatti ha vinto il giapponese Tatsuma Ito, classe ’88, battendo in finale il tunisino Malek Jaziri per 67 61 62 mentre a Santiago il cileno Paul Capdeville ha sconfitto in finale il croato Antonio Veic per 63 67 63. Il giapponese Ito lunedì prossimo migliorerà, grazie a questa vittoria, il suo best ranking entrando per la prima volta nei top 100 mentre Jaziri avrà bisogno ancora di qualche punto e vittoria per tagliare il prestigioso traguardo dei primi 100. Best ranking anche per l’altro giapponese Hiroki Moriya, classe 90 e numero 271 atp che dopo aver ottenuto diversi buoni risultati a livello future nei primi mesi della stagione, a Kyoto è riuscito a sconfiggere tra gli altri anche la testa di serie numero 1, il giapponese Go Soeda, numero 81 del mondo, prima di essere fermato dal suo connazionale Ito in semifinale. Se il tennis giapponese sta mostrando di poter schierare diversi buoni giocatori, dietro al numero uno Nishikori, anche il tennis indiano può forse tornare a sperare in Yuki Bhambri, classe 92 ed ex numero 1 juniores. Ma soprattutto ex grande promessa, considerato fino a pochi anni fa allo stesso livello di Tomic e Harrison (e del nostro Miccini) che oggi giocano stabilmente nel circuito maggiore. Bhambri, attualmente numero 280 del ranking atp, è riuscito a raggiungere a Kyoto i quarti di finale, arrendendosi solamente per 63 al terzo contro il futuro vincitore del torneo Ito, ma dimostrando di poter essere finalmente competitivo a livello challenger.

Anche a Santiago, una ex grande promessa del tennis giovanile arenatosi nel passaggio al professionismo ha confermato di aver iniziato la nuova stagione giocando ad un livello decisamente più alto rispetto alle ultime stagioni. Si tratta dell’argentino Guido Pella (nella foto a sinistra), classe 90 e vincitore la settimana precedente del challenger di Salinas. In Cile Pella, vincitore del torneo Bonfiglio nel 2008, ha raggiunto i quarti di finale, arrendendosi solo al vincitore Capdeville, ma ha mostrato di poter ambire ad un posto nei primi 100 per la fine della stagione.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *