E’ Tempo di Quali…

di - 6 Maggio 2011


(Paolo Lorenzi dopo la grande vittoria con Montanes del 2010 – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew e Fabio Colangelo

E’ tempo di qualificazioni al Foro Italico. Domani mattina (sabato) scenderanno in campo uomini e donne, con 10 italiani al via, pronti a contendersi i posti messi in palio per i tabelloni principali del torneo di Roma. Si giocherà sul Pietrangeli e sui campi secondari.

Partiamo dalle qualificazioni maschili..

PAOLO LORENZI – PABLO ANDUJAR (2)
I precedenti, tutti sulla terra, vedono lo spagnolo avanti per 3-1. L’unica vittoria di Paolino è arrivata sul rosso di Tarragona, nel 2009. Pablo si è invece imposto nell’ultimo precedente, a Orbetello, col punteggio di 63 76(4). Un match davvero molto ostico, visti i recenti risultati di Andujar, vincitore del torneo Atp di Casablanca. Paolo lo scorso anno ha saputo sorprendere il pubblico del Foro Italico con la straordinaria vittoria su Montanes… Non si può considerare battuto in partenza. (Lorenzi 25%)

ALESSIO DI MAURO – PERE RIBA (11)
L’unico precedente dice Sicilia. I due si sono affrontati a Barletta, poche settimane fa, con Alessio che si è imposto 16 62 76(5) dopo una vera e propria maratona. La cosa certa è che lo spagnolo non scenderà in campo tranquillo, consapevole anzi di doversi sudare le proverbiali sette camicie per superare lo stoico siciliano, che alla soglia dei 34 anni sembra fisicamente e tennisticamente più pronto che mai. (Di Mauro 50%)


(Gianluca Naso – Foto Nizegorodcew)

GIANLUCA NASO – TOBIAS KAMKE (13)
Un march che sulla carta sembrerebbe proibitivo, potrebbe invece regalare inattese emozioni. Giallo è in discreta forma, mentre il tedesco non sta attraverso un periodo d’oro, con tante sconfitte al primo o secondo turno. Un Giallo convinto può infiammare il pubblico e portare il match a casa. (Naso 35%)

MATTEO VIOLA – ADRIAN MANNARINO (6)
Incontro al limite del proibitivo per il patavino Matteo Viola, che affronterà uno dei grandi protagonisti di Madrid, il francese mancino Adrian Mannarino. Viola, che è al rientro dopo un periodo di stop per infortunio, potrebbe non avere le armi adatte per bloccare la corsa del transalpino, apparso in forma smagliante in terra iberica. Non ci sono precedenti tra i due. (Viola 15%)

ENRICO BURZI – PABLO CUEVAS (4)
Incontro al limite dell’impossibile invece quello di Enrico Burzi. L’azzurro, che ha da poco compiuto 30 anni, è partito dai torneini che assegnavano un posto per le pre-qualificazioni, dove ha vinto al turno decisivo con Trusendi. Solo applausi per Enry, che speriamo possa divertirsi e godersi i meritati applausi del pubblico romano. Burzi è comunque in ottima forma e, soprattutto nei primi giochi, potrebbe mettere in difficoltà il sudamericano. (Burzi 5%)


(Marco Crugnola – Foto Nizegorodcew)

MARCO CRUGNOLA – BLAZ KAVCIC (14)
Partita molto ostica per il lombardo, opposto allo sloveno Kavcic (prossimo avversario dell’Italia in Davis a luglio). Marco, dopo un grande inizio di stagione (qualificazione ottenuta a Melbourne) ha avuto una serie interminabile di problemi fisici. L’unico precedente risale al 2009, quando Crugno perse 75 75 un match molto combattuto; ma da allora Kavcic è cresciuto moltissimo e i favori del pronostico sono tutti per lui. (Crugnola 20%)

Ed eccoci al tabellone femminile, che vede al via solamente le 4 azzurre passate attraverso le pre-qualificazioni


(Karin Knapp – Foto Nizegorodcew)

KARIN KNAPP – KIRSTEN FLIPKENS (15)
Un match che è difficile da leggere. La Flipkens è tornata a giocare ad ottimi livelli, raggiungendo la semifinale a Fes poche settimane fa. Questa settimana, però, ha rimediato una sonora bicicletta (06 06) dalla Camerin in un Itf francese. Che non stia benissimo fisicamente? Karin sta giocando a corrente alternata, ma per adesso il braccio non sembra ancora sciolta come nei giorni migliori. (Knapp 25%)

GIOIA BARBIERI – VARVARA LEPCHENKO (13)
Match difficile ma non impossibile per Gioia Barbieri, una delle ragazze più promettenti del nostro panorama, nonostante i tanti infortuni avuti in carriera. La Lepchenko parte ovviamente favorita, ma Gioia, col suo gioco fatto di accelerazioni con entrambi i fondamentali e sorretta dal pubblico amico, potrà metterla in seria difficoltà. (Barbieri 20%)

ANASTASIA GRYMALSKA – JIE ZHENG (2)
Ana dovrà indossare il caschetto per riuscire a rispondere ai colpi della cinese, ex numero 15 del mondo. L’allieva di Giampaolo Coppo affronterà però una tennista in crisi di risultati. Sulla carta non dovrebbe esserci storia, ma… (Grymalska 10%)


(Nastassja Burnett – Foto Nizegorodcew)

NASTASSJA BURNETT – ARANTXA PARRA SANTONJA (6)
Altra partita complicatissima, che vedrà in campo la più giovane delle nostre ragazze: Nasty Burnett (classe 1992). L’azzurra proverà a sovvertire un pronostico che pare già scritto. Dalla sua il fatto di conoscere alla perfezione la sua avversaria, essendosi allenata con lei spesso nella lunga permanenza iberica della Burnett. La Parra ha dimostrato a Madrid di essere in forma smagliante. Il match più duro di tutti. (Burnett 10%)

© riproduzione riservata

25 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *