Eccoli di nuovo

di - 17 Giugno 2013

di Sergio Pastena

Due tornei vinti rispettivamente da Murray e Federer.

All’apparenza é una cosa normale, e in effetti il successo di Murray non sorprende, tuttavia la cosa cambia radicalmente se pensiamo che per King Roger si tratta del primo successo di un 2013 fin qui modesto.

Pesa, Andy?

Ma partiamo dal Queen’s, torneo che per Murray si é rivelato ostico nelle battute finale, quando ha dovuto rimontare un set di svantaggio prima a Tsonga e poi a un brillante Cilic. La sorpresa assoluta, tuttavia, é stata la semifinale di quell cagnaccio indomabile di Hewitt, che ha fatto fuori Dimitrov, Querrey e Del Potro e per poco non faceva lo scherzetto pure al croato.

Dall’altro lato del tabellone due nomi inaspettati ai quarti di finale, quello di Benjamin Becker che cede con onore a Murray e quello di Denis Kudla, bravo ad eliminare Paire per poi sfruttare un buco nel tabellone. Deludono Tomic, fuori subito proprio contro Becker, e Dolgopolov, messo al tappeto anche lui dal tedesco.

Il Re c’é ancora

Ad Halle, invece, Roger Federer non ha mostrato ancora una condizione perfetta ma, di sicuro, ha fatto vedere di avere tanta voglia di rifarsi da una prima parte di stagione deficitaria: lo dimostrano la vittoria su Haas e, soprattutto, il doppio bagel rifilato ad un impotente Mischa Zverev. In finale lo svizzero ha trovato Youzhny, che gli ha strappato il primo set ma alla fine ha dovuto inchinarsi, come gli é sempre successo in passato contro lo svizzero. Noblesse oblige.

Tra gli italiani una sola presenza al primo turno, quella di Riccardo Ghedin che si é battuto gagliardamente contro Jurgen Melzer, cedendo solamente 6-4 al terzo: ok che non é piú il Melzer di qualche anno fa, ma resta comunque una prestazione di spessore che merita un applauso.

E adesso…

Menu della settimana: Eastbourne, in assenza dei big, vede come prima testa di serie Milos Raonic e, a tentare di sbarrargli la strada, Gilles Simon. Tra i favoriti anche il nostro Seppi, vittorioso al primo turno contro Rufin, e Fabio Fognini impegnato con Grega Zemlja.

Interessante anche il tabellone di ‘s-Hertogenbosch, che vede tra i big Ferrer e Wawrinka, inseguiti da Long John Isner. Paolino Lorenzi prova a battere al primo turno Thiemo de Bakker, non si segnalano altri italiani in tabellone.

E attenzione a Baghdatis…

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *