ETA: Vince Moroni

di - 2 Aprile 2012


(Gianmarco Moroni – Foto Adelchi Fioriti)

di Mario Zanetti

Continua il bel momento dei nostri portacolori nei tornei ETA in giro per l’Europa, che fanno seguito ai già ottimi risultati dei nostri juniores nei tornei itf junior oltre Atlantico. Parliamo soprattutto del nostro classe 1998 di belle speranze Gian Marco Moroni, romano, n°52 delle classifiche europee.

Il nostro azzurrino ha vinto il torneo di grado 1 XIX Taça Internacional Maia Jovem 2012 tenutosi in Portogallo la scorsa settimana. Partito da testa di serie n° 13 ha via via battuto, al primo turno il qualificato francese Noe Khlif semifinalista al torneo Tim Essonne, poi al secondo turno il qualificato spagnolo Sergi Perez Contri col punteggio di 6-0 6-1 e negli ottavi ha schiantato il ceco di origini italiane Alessandro Ricci testa di serie n° 2, recente semifinalista del torneo di Stoccolma di grado 1.

Il cammino è poi proseguito con la vittoria ai quarti contro il tedesco testa di serie n°12 Valentin Guenther poi in semifinale lo spagnolo Carlos Divar ed infine in finale la splendida vittoria contro lo svizzero Marco Osmakcic col punteggio di 2-6 6-0 5-1 Retired, prendendosi la rivincita del quarto di finale del “Le Petits As”dello scorso Gennaio.

Gian Marco Moroni con questo risultato ha confermato tutto quello che di buono si dice di lui, gran fisico, solidità nei colpi e risultati che dall’inizio dell’anno diventano sempre più importanti. Nello stesso torneo buon risultato di Filippo Mora battuto ai quarti dallo svizzero già menzionato Osmakcic, secondo turno per Calvano e primo turno per Bedolo e Summaria bravo quest’ultimo a superare i quattro turni di qualificazioni.

Bella semifinale di Federico Bonacia allo School Lobik U16 di grado 3 in Slovacchia. Poi una piccola annotazione a margine, è stato sanzionato con una multa di non so quanti euro il direttore del torneo di Trnava, in Slovacchia, resosi protagonista di aver chiesto soldi al sottoscritto per una wild card. Denunciamo cari genitori e maestri questa pratica disonesta che sappiamo tutti che esiste e a cui tanti sottostanno, non fa bene a questo sport e non fa bene ai nostri figli.

© riproduzione riservata

10 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *